DEApress

Friday
Jun 05th
Text size
  • Increase font size
  • Default font size
  • Decrease font size

Il processo penale in videoconferenza

E-mail Stampa PDF

In tutto il mondo, tra le conseguenze della pandemia c'è stata l'introduzione (o quantomeno la normalizzazione) del processo in videoconferenza. Il sito web della BBC (1) riporta oggi la notizia della seconda condanna a morte dopo un processo dibattuto "in virtuale". La prima in assoluto è stata quella pronunciata lo scorso 8 Maggio (2) in Nigeria, contro Olalekan Hameed, accusato di aver ucciso la moglie ultrasettantenne del suo datore di lavoro. Ma la sentenza di cui parla la BBC è destinata a far discutere ancora di più, perchè il condannato Punithan Genasan, viene ritenuto colpevole dai giudici di Singapore, di traffico di droga, per fatti che avrebbe avuto luogo nell'ormai lontano 2011....

Anche in Italia abbiamo assistito all'introduzione del processo penale "virtuale". Ora, dato che la maggior parte di chi ha imputazioni di una certa gravità è comunque soggetto alla cosiddetta "custodia cautelare in carcere"  (benchè ci siano state misure per ridurre il sovraffollamento delle carceri) e che è dimostrabile che le prigioni sono tra i peggiori focolai del virus, in molti si chiedono quanto senso abbia tutto ciò... 

Molti "addetti ai lavori" hanno del resto manifestato le loro perplessità in proposito alla legittimità giuridica del provvedimento, nonchè al rispetto dei diritti dei cittadini. L'Unione Camere Penali è arrivata anche allo sciopero, argomentando che si trattava di un "autentico sovvertimento dei principi basilari e fondativi del processo penale, quali quelli della oralità e della immediatezza, che presuppongono la ineliminabile fisicità della sua celebrazione, inderogabile anche in presenza di condizioni di pericolo per la salute pubblica [...]" (3)

Con l'attenuarsi dell'emergenza, si è arrivati a una sorta di compromesso (di quelli che scontentano ugualmente tutti): il processo penale da remoto "s'ha da fare" purché a ciò acconsenta il difensore dell'imputato (4), anche se magari l'imputato stesso non è d'accordo. Per noi che ricordiamo processi nei quali gli imputati hanno "sconfessato" il difensore anche magari per ragioni politiche, questa condizione pare quantomeno"molto opinabile".

Comunque appare chiaro che questa pandemia pone dei problemi inediti che vanno molto al di là del campo stettamente sanitario....

Fabrizio Cucchi DEApress


(1) https://www.bbc.com/news/technology-52739676

(2) https://lepersoneeladignita.corriere.it/2020/05/08/in-nigeria-la-prima-condanna-a-morte-via-zoom/?refresh_ce-cp

(3)https://www.altalex.com/documents/news/2020/04/27/processo-da-remoto-penalisti-verso-sciopero

(4)https://www.diritto.it/il-processo-penale-nel-dopo-emergenza-riflessioni-dopo-la-conversione-in-legge-del-decreto-cura-italia/

Share

Ultimo aggiornamento ( Mercoledì 20 Maggio 2020 17:30 )  

Concorsi & Festival

Ultime Nove

Silvana Grippi . 04 Giugno 2020
 Centro socio-culturale D.E.ADidattica-Espressione-Ambiente Via Alfani 16/r Firenze - orario: 10,00 /13,00 – 16,00/19,00 organizza Dal 1 giugno  al  30 agosto  2020 "Libera l'idea" “ Difendiamo la cultura e le sue risorse...
Silvana Grippi . 04 Giugno 2020
DEA iniziative dal 2010 - Pubblicazioni DEA - Okkio ai Muri - Anno XXI n. 1/2 - Gennaio/Febbraio - Opinionista da 20 anni  - Anno XXI n. 3/4 - Marzo/Aprile  - 20 anni di LIBERA ESPRESSIONE - Anno XXI  n. 5/6 - Mag...
Silvana Grippi . 04 Giugno 2020
DEA 2000 -  Pubblicazioni - Fanzine internazionale 1999 - Marzo - presentazione con mostra collettiva - DEA tracce - Anno XII - n. 8/11 -  Progetti 1) Mostre di documentazione fotografiche e grafiche su: a. Geografia umana b. luoghi e...
Silvana Grippi . 04 Giugno 2020
    La DEA (Didattica-Espressione-Ambiente) inizia l'attività il 25 settembre del 1987 in via delle Seggiole 4/8 r con l'intento di collocarsi come struttura creativa, alternativa, stimolo e condivisione verso tutti coloro che hanno ...
DEApress . 04 Giugno 2020
Manifestazione Rom al comune di Firenze         
DEApress . 04 Giugno 2020
    3 giugno 2020 - La manifestazione si è svolta in modo egregio, Sono morti circa 40 giovani  infermieri e chiediamo l'igenizzazione di tutti i luoghi di lavoro e tampone obbligatorio e gratuito per tutti.  
DEApress . 04 Giugno 2020
    Il cinque di giugno, dalle ore 11:30 alle ore 19:30, riapriranno al pubblico i Musei Civici di San Gimignano con la possibilità di visitare, ad eccezione dei mercoledì e giovedì, il Palazzo Pubblico, la Pinacoteca e la Torre Grossa....
DEApress . 04 Giugno 2020
Festival delle Colline, confermata l’edizione 2020 Spettacoli a Poggio a Caiano, Prato e CarmignanoIngresso libero nel rispetto delle disposizioni per l’emergenza coronavirus Il Festival delle Colline si farà. La storica kermesse organizzata d...
DEApress . 04 Giugno 2020
                                       Anniversario della Repubblica Italiana - Domande al pubblico durante l'iniziativa che stava svolgendosi al P...

Galleria DEA su YouTube