DEApress

Tuesday
Nov 24th
Text size
  • Increase font size
  • Default font size
  • Decrease font size

L'alluvione fuori dai circuiti ufficiali

E-mail Stampa PDF

Gli incontri del Venerdi "Riprese d'autore" a cura dell' Agenzia di Stampa DEApress - Firenze in collaborazione con le Associazioni UnoCultura-Archivio il Sessantotto, Centro di documentazione DEA, Comitato inquilini ed altri.

"Sabato 4 novembre si è "festeggiata", con raduni nei saloni più prestigiosi, speciali sulla stampa ed interviste pilotate, l'alluvione di Firenze. Nei giorni scorsi abbiamo avuto l'occasione di vedere in TV qualche servizio e abbiamo così appreso -  tra l'altro - che Marco Cellai, noto esponente della destra, era "colui che (testuali parole in RAI 2) organizzava gli angeli del fango!"  Permetteteci di nutrire qualche perplessità. PASSIAMO A NOI. Con molto pudore e senza troppo trasporto alcuni ragazzi di allora - invecchiati e comunque occupati in altre vicende - hanno promosso un incontro con il supporto dell'agenzia di stampa DEApress. Unaltro modo di fare giornalismo e di prosseguire nella tradizione della controinformazione". (Vincenzo Simoni)

Il 10 novembre 2006 alle ore 21 incontro presso il Centro Socio-culturale D.E.A., Borgo Pinti 42/r, sarà proiettato un video sull'alluvione alle ore 21.30. Vicenzo e Riccardo Simoni incontreranno Gianni Pettena, Sandra Teroni, Loris Masi, Piero Spagna, Salvatore Tassinari e altri ancora, per ricostruire ed analizzare quel periodo storico. Grazie a documenti e riprese dell'epoca, l'evento dell'alluvione sarà analizzato da un'altro punto di vista: l'inizio di un percorso di autorganizzazione che caratterizzò i movimenti studenteschi, operai e di quartiere che si formarono nel decennio successivo. L'inizitiva sarà accompagnata da una mostra di documentazione che rimarrà in esposizione fine al 18 novembre.

Parteciperà all'iniziativa anche una figura ben nota nel 1966-67 a Firenze: il "provos" di Amsterdam che portò nella città una straordinaria ventata di anticonformismo.

 

Image
4 novembre '66 - Ponte S. Trinita

Share

Ultimo aggiornamento ( Sabato 14 Aprile 2018 08:36 )  

Concorsi & Festival

https://zonadiguerra.ch/

Ultime Nove

Ni Weijun . 24 Novembre 2020
Un nuova conquista del governo cinese: è partito un satellite dalla Cina per un nuovo viaggio verso la Luna, con la Missione Chang'e- 5. L'obiettivo è quello di raccogliere delle rocce lunari per portarle a terra e studiarle. Un viaggio importante ...
Silvana Grippi . 24 Novembre 2020
Silvana Grippi . 23 Novembre 2020
E’ ripresa la guerra nel Sahara Occidentale: si fronteggiano il  Fronte Polisario (movimento politico e militare del popolo saharawi) e il regno del Marocco. C'è in ballo un referendum spostato in continuazione e una delusione continua di spera...
DEApress . 22 Novembre 2020
IL POTERE DELLA CONTESTAZIONE IN PERU’ Grazie alla forza della protesta il golpe parlamentare sembra essere stato sventato, all’interno di un sistema politico corrotto e di una crisi di rappresentanza che dura da anni. In conseguenza alla mobilitaz...
Ni Weijun . 21 Novembre 2020
Oggi sono andata alla manifestazione alla stazione di S.M Novella. Ho fatto un'intervista a Antonella Bundu e foto.  
Fabrizio Cucchi . 21 Novembre 2020
  Questa seconda ondata di infezioni da coronavirus stà mettendo in luce vecchi problemi della società e della sanità italiana (e mondiale) oltre a creare dei nuovi problemi. Per dare una risposta "dal basso" a tutto ciò, quest'oggi, in circa...
Ni Weijun . 20 Novembre 2020
Il teatro cinese - Opera di Pechino Interessante recupero storico del teatro cinese e dell'Opera di Pechino famoso in tutto il mondo. Nell’antica Cina il teatro si avvaleva del canto, la danza e l’arte mimica. Le prime testimonianze di ...
Fabrizio Cucchi . 19 Novembre 2020
Mentre il paese mediorentale stà affrontando, oltre alla pandemia, agli strascichi della guerra civile e alla crisi economica, anche una grave serie di incendi (1) che stanno distruggendo il già scarso e già provato patrimonio forestale dello stato, ...
Silvana Grippi . 19 Novembre 2020
Tensione al confine con la Mauritania tra l’esercito del Marocco e il Fronte del Polisario.   Sulla linea di Guerguarat, piccolo insediamento che segna un confine del Maghreb, si sta giocando il futuro del popolo saharawi. Alle prime luci de...

Galleria DEA su YouTube