DEApress

Wednesday
Nov 25th
Text size
  • Increase font size
  • Default font size
  • Decrease font size

Viaggio in Siria di Brunello Mascherini

E-mail Stampa PDF

Mostra Fotografica SIRIA

Incontro il 20 settembre 2019 al Parterre -  Firenze

Mascherini_1337711265631436800_n.jpg

 

ViAGGIO IN SIRIA di Brunello Mascherini ( 29.4 – 9.5.2010).

Devo fare una premessa importante: non conosceremo mai un Paese stando 15-20 giorni in una Nazione. Il viaggio in Siria, organizzato perfettamente da Giancarlo, ha avuto come partecipi Carla (mia moglie), Fidelia e Osvaldo e Paola (moglie di Giancarlo). Infatti, quando incominciò la guerra civile in Siria il 15.3.2011 fummo sorpresi. Erano passati meno di 11 mesi dalla nostra visita. Non avevamo capito il malessere della società siriana. Come noterete nelle foto, ad Hama abbiamo assistito ad una manifestazione pro Assad che ci sembrava spontanea e anche in tutte le città da noi visitate la vita ci sembrava normale ed non abbiamo avuto alcun problema con quella popolazione, avendo fatto anche percorsi con mezzi pubblici siriani.

Il nostro viaggio è inziato a Damasco dove abbiamo visitato la moschea di Omayyadi, Palazzo Azem, poi abbiamo veduto le rovine di Quanawat. Abbiamo proseguito per Bosra, la Chiesa di San Sergio a Maalula, oltre a visitare Hama, Musyaf, Marquab, il Krak de Chevalier, il compleso di Serjilla per andare a visita il sito archeologico di Ebla e proseguiore per Aleppo e Der ez Zor per terminare il nostro viaggio a Palmira prima di ritornare a Damasco. Il tempio di Baal e Palmira hanno lasciato in noi una struggente sensazione di vedere, allora, quello che l’uomo aveva potuto creare e quindi farci vedere le sue bellezze. La cosa che mi ha colpito di più, dopo aver appreso la distruzione quasi totale di Palmira da parte dell’Isis, e che quella bellezza sarà perduta per sempre e, nel mio piccolo, custodirò con affetto le foto scattate durante il nostro viaggio.

Un pensiero rispettoso va al Direttore del complesso di Palmira Khaled al-Asaad uccisio dall’ISIS il 18 agosto del 2015, tramite decapitazione, perché aveva difeso con tutte le sue forze il sito archeologico..

Share

Ultimo aggiornamento ( Mercoledì 18 Settembre 2019 10:06 )  

Concorsi & Festival

https://zonadiguerra.ch/

Ultime Nove

Ni Weijun . 24 Novembre 2020
Un nuova conquista del governo cinese: è partito un satellite dalla Cina per un nuovo viaggio verso la Luna, con la Missione Chang'e- 5. L'obiettivo è quello di raccogliere delle rocce lunari per portarle a terra e studiarle. Un viaggio importante ...
Silvana Grippi . 24 Novembre 2020
Silvana Grippi . 23 Novembre 2020
E’ ripresa la guerra nel Sahara Occidentale: si fronteggiano il  Fronte Polisario (movimento politico e militare del popolo saharawi) e il regno del Marocco. C'è in ballo un referendum spostato in continuazione e una delusione continua di spera...
DEApress . 22 Novembre 2020
IL POTERE DELLA CONTESTAZIONE IN PERU’ Grazie alla forza della protesta il golpe parlamentare sembra essere stato sventato, all’interno di un sistema politico corrotto e di una crisi di rappresentanza che dura da anni. In conseguenza alla mobilitaz...
Ni Weijun . 21 Novembre 2020
Oggi sono andata alla manifestazione alla stazione di S.M Novella. Ho fatto un'intervista a Antonella Bundu e foto.  
Fabrizio Cucchi . 21 Novembre 2020
  Questa seconda ondata di infezioni da coronavirus stà mettendo in luce vecchi problemi della società e della sanità italiana (e mondiale) oltre a creare dei nuovi problemi. Per dare una risposta "dal basso" a tutto ciò, quest'oggi, in circa...
Ni Weijun . 20 Novembre 2020
Il teatro cinese - Opera di Pechino Interessante recupero storico del teatro cinese e dell'Opera di Pechino famoso in tutto il mondo. Nell’antica Cina il teatro si avvaleva del canto, la danza e l’arte mimica. Le prime testimonianze di ...
Fabrizio Cucchi . 19 Novembre 2020
Mentre il paese mediorentale stà affrontando, oltre alla pandemia, agli strascichi della guerra civile e alla crisi economica, anche una grave serie di incendi (1) che stanno distruggendo il già scarso e già provato patrimonio forestale dello stato, ...
Silvana Grippi . 19 Novembre 2020
Tensione al confine con la Mauritania tra l’esercito del Marocco e il Fronte del Polisario.   Sulla linea di Guerguarat, piccolo insediamento che segna un confine del Maghreb, si sta giocando il futuro del popolo saharawi. Alle prime luci de...

Galleria DEA su YouTube