DEApress

Thursday
Nov 26th
Text size
  • Increase font size
  • Default font size
  • Decrease font size

Al museo per educare all’arte: dalle lezioni di storia dell’arte (aperte a tutti) alla conferenza del critico

E-mail Stampa PDF

RICEVIAMO E PUBBLICHIAMO

Comunicato stampa

Al museo per educare all’arte:
dalle lezioni di storia dell’arte (aperte a tutti)
alla conferenza del critico

Giovedì 21 novembre, una lunga giornata di avvicinamento all’arte negli spazi del Museo Novecento.
Dalle “Lezioni aperte a tutti. Dall’aula al museo” (a partire dalle 15:30)
tenute dagli studenti del corso magistrale di storia dell’arte contemporanea dell’Università di Firenze,
 fino alla conferenza “Equilibri. Note possibili sulla scultura italiana oggi” di Giorgio Verzotti

Firenze, 20 novembre 2019 - Una giornata all’insegna dell’arte e dell’educazione. Giovedì 21 novembre il Museo Novecento offre al pubblico un lungo pomeriggio di eventi gratuiti per condividere con i visitatori un importante progetto di mediazione e le riflessioni sull’arte contemporanea del critico e curatore Giorgio Verzotti.

Si comincia alle 15:30 (fino alle 18) con Dall’Aula al Museo. Lezioni aperte per tutti, progetto di Museo Novecento e Università di Firenze (dipartimento SAGAS) che vede gli allievi del corso magistrale di storia dell’arte contemporanea del professor Giorgio Bacci, studiare durante l’anno accademico alcune opere della collezione Alberto Della Ragione, esposte al secondo piano del Museo e poi restituire al pubblico presente delle pillole di racconto sulla vita e le opere dei tanti artisti che la compongono. Giorgio Morandi, Mario Mafai, Fortunato Depero, Arturo Martini, Filippo De Pisis, Marino Marini, Enrico Prampolini, Renato Guttuso, Lucio Fontana, Felice Casorati questi i protagonisti delle spiegazioni che i ragazzi restituiranno al pubblico che interverrà (Le “lezioni aperte a tutti” si svolgono in contemporanea ogni 20 minuti e saranno ripetute due volte dalle 15.30 alle 18.00).  


Alle 17:30 spazio invece alla conferenza “Equilibri. Note possibili sulla scultura italiana oggi” del critico d’arte e curatore Giorgio Verzotti, mentre alle 18:30 è fissato l’opening dell’ultimo ciclo di mostre del 2019, che comprende Michele De Lucchi. Earth stationsSergio Limonta. Il massimo col minimo e Sustainable Thinking Evolution 3.

Share

 

Concorsi & Festival

https://zonadiguerra.ch/

Ultime Nove

Silvana Grippi . 25 Novembre 2020
Marcello aveva un carattere combattivo.  Portava avanti battaglie faticose ma sempre in prima fila per i diritti di Rom e Sinti. Senza di te sarà  più  dura la strada dei diritti zingari. 
Giovanni Vessella . 25 Novembre 2020
SEGNALI DI “SPERANZA” IN GUATEMALA Dalla Colombia al Cile passando per il Perù, cresce la protesta anti-governativa dei popoli latinoamericani. Sabato 21/11 centinaia di manifestanti hanno dato alle fiamme un'ala del parlamento per chiedere le dimi...
simone fierucci . 25 Novembre 2020
Divulghiamo il documento finale del convegno dei rappresentanti del popolo Rom tenutosi a Roma nei giorni 28 e 29 Settembre 2020.     Questo è il documento con il quale le delegazioni di Rom che si sono incontrate a Roma il 28 e ...
Silvana Grippi . 25 Novembre 2020
Per raccontare la città serve una rappresentazione filosofica e un realismo visionaro. Il paesaggio urbano fotografato e alcuni libri possono portarci ad un'analisi dei luoghi e poi alla descrizione. Dopo aver letto Benjamin, Sebald e Ballard so che ...
Silvana Grippi . 25 Novembre 2020
 
Silvana Grippi . 25 Novembre 2020
Mostra fotografica La Birmania - di Mariella Croce Galleria DEA Firenze - foto Archivio DEApress/20!3
Ni Weijun . 24 Novembre 2020
Un nuova conquista del governo cinese: è partito un satellite dalla Cina per un nuovo viaggio verso la Luna, con la Missione Chang'e- 5. L'obiettivo è quello di raccogliere delle rocce lunari per portarle a terra e studiarle. Un viaggio importante ...
Silvana Grippi . 24 Novembre 2020
Silvana Grippi . 23 Novembre 2020
E’ ripresa la guerra nel Sahara Occidentale: si fronteggiano il  Fronte Polisario (movimento politico e militare del popolo saharawi) e il regno del Marocco. C'è in ballo un referendum spostato in continuazione e una delusione continua di spera...

Galleria DEA su YouTube