DEApress

Friday
May 24th
Text size
  • Increase font size
  • Default font size
  • Decrease font size

Umanità Nova a Firenze

E-mail Stampa PDF

Il Centro Studi DEA dopo aver presentato nel mese di febbraio il libro

"Le scarpe dei suicidi" delle Edizioni libertarie di Torino

ora intervisterà Stefano Raspa del giornale "Umanità Nova"

 220px-Umanità_Nova_v1.jpg

 

«Umanità Nova è il titolo del Quotidiano anarchico in progetto, titolo mite, quasi evangelico, non intonato, qualcuno dice, al concitato respiro della società in fermento, al tumultuoso avvicendarsi di eventi, al minaccioso delinearsi di azioni violente e di propositi audaci di quest'ora che viviamo. (...) Umanità Nova! Esso abbraccia nella sua significazione completa il massimo delle nostre aspirazioni, e ci segna il cammino per pervenirvi senza deviamenti. (...) Ci incamminiamo verso l'ineluttabile.
La rivoluzione non è più un sogno; il comunismo libertario è una meta raggiungibile; l'ideale anarchico non è più un'utopia. Il grido della folla che esce tumultuoso dalle officine e sale dai campi sterminati e fecondi, rappresenta la più alta delle proteste umane contro la secolare sofferenza; Spartaco si accinge a spezzare le sue catene; le coscienze insorgono per la rinnovazione del mondo. Umanità Nova, meta suprema di tutte le nostre lotte e dei nostri dolori, noi ti adottiamo come simbolo luminoso di una visione vivente, e t'innalziamo al di sopra di tutte le folle, verso tutti i cuori, faro e bandiera di luce e di libertà.
» Nella Giacomelli

 

Il giornale Umanità Nuova è stato fondato a Milano da Enrico Malatesta, nel febbraio 1920. E' un periodico italiano dell'anarchismo sociale e di vari movimenti che si autodefiniscono: libertari, antiautoritari, anticlericali, collettivi di lotte sul territorio, sindacalismo di base del modo del lavoro, Azione diretta, Ambientalisti, Appartenenti a spazi sociali libertari e di percorsi atogestionali. 

La storia di Umanità Nuova ha inizio molto prima della sua uscita, addirittura nel 1909 con Ettore Molinari e Nella Giacomelli a cui venne l'idea di trasforare il pamphlet "La Protesta Umana" in giornale quotidiano. Nell'Aprile del 1919 a Firenze durante un convegno nazionale delle forze anarchiche e comuniste italiane, si convenne sulla necessità di stringersi in un'unione comunista anarchica. Uno dei punti cardini deldibattito fu la stampa; Molinari e Giacomelli proposero insieme a Emilio Spinaci un giornale nazionale e ottennero il via libera per realizzare un quotidiano di tutti gli anarchici per iniziare a raccogliere fondi e nella notte del 23/24 marzo 1921, dopo l'incendio della redazione tipografica - da parte dei fascisti - ritennero opportuno spostarla da Milano a Roma. Tra i sui collaboratorii ricordiamo Enrico Malatesta e Antonio Cieri (fondatori), Camillo Berneri, Armando Borghi e Carlo Frigerio. 
In una lettera di Anna Kuliscioff a Filippo Turati, menzionata una tiratura di circa 100.000 copie (tutte diffuse....si dice) mentre del periodico dell'Avanti si stimavano 70.000 copie. 
Il giornale usciva in edizione quotidiana poi il regime fascista lo chiuse e nel 1945 la pubblicazione riprese in forma settimanale fino ai nostri giorni..

Attualmente Umanità Nova è organo della FAI (Federazione Anarchica Italiana). Viene stampata settimanalmente presso una tipografia autogestita a Carrara e distribuita in tutta Italia attraverso i punti di diffusione (circoli e sedi anarchiche, biblioteche, centri sociali, edicole e librerie) e all'estero. Un elenco completo dei diffusori si può trovare sul sito web del settimanale. Gli incarichi sono a rotazione come per qualunque commissione di lavoro della FAI, rientra nell'ottica libertaria secondo cui bisogna evitare ogni cristallizzazione di ruoli e posizioni. 

 

 

 

Share

Ultimo aggiornamento ( Venerdì 26 Aprile 2019 16:14 )  

Concorsi & Festival

Ultime Nove

Fabrizio Cucchi . 23 Maggio 2019
Il sito web della BBC (1) riporta la notizia del ricorso della "Wikimedia Foundation" (la fondazione senza scopo di lucro che "è dietro" alla nota enciclopedia collaborativa on-line Wikipedia), presso la Corte Europea dei diritti umani, contro la Tur...
Silvana Grippi . 23 Maggio 2019
Pompei - Questa foto presumibilmente risale agli anni 50. Il Tempio della Fortuna Augusta dedicato ad una DEA, risale al I secolo a.C., presumibilmente compreso tra il 13 a.C., anno del termine delle campagne di conquista di Augusto ...
DEApress . 23 Maggio 2019
Riceviamo e pubblichiamo: OTEME - Osservatorio delle Terre Emerse e Associazione Culturale dello Scompiglio presentano UN SALUTO ALLE NUVOLEVideo ...
DEApress . 23 Maggio 2019
  Sono davvero salve le Gualchiere trecentesche di Firenze in riva d’Arno? Prestigioso monumento industriale medievale, definito dallo storico Fernand Braudel “il maggiore impianto industriale dell’Europa pre-industriale” (ce lo ha...
DEApress . 22 Maggio 2019
La Galleria DEA e la redazione DEApress da circa un anno hanno provato ad aprire un punto di ritrovo e vendita ma purtroppo non riusciamo a coprire le spese perché rifiutamo la pubblicità. Abbiamo bisogno di aiuto oppure il prossimo mese chiudiamo: s...
Silvana Grippi . 22 Maggio 2019
Programma in preparazione verrà fatto a Villa Romana Firenze
DEApress . 22 Maggio 2019
SGRANA & TRABALLA 2019‪23-24-25‬ MAGGIO TRE GIORNI DI MUSICA e CULTURA POPOLARECENTRO POPOLARE AUTOGESTITO FIRENZE SUD VIA VILLAMAGNA 27A www.cpafisud.org TUTTI I GIORNI CIBO, CONCERTI E SOLIDARIETA' ---------------------- GIOVEDI 23 MAGG...
DEApress . 22 Maggio 2019
  Evento internazionaleArnoLab019 Official OPENING22 maggio 17.00Official OPENING Il Progetto RIVA riapre...
DEApress . 21 Maggio 2019
Stragi di capaci e via d’Amelio. 27° anniversario: Palermo Chiama, Lucca risponde, 23 maggio 2019, dalle 9 alle 13 al Palatagliate, via delle Tagliate II, 841 -Lucca- Il 23 maggio 2019 si celebra il 27° anniversario delle stragi di Capaci e di via d...

Galleria DEA su YouTube