45 donne palestinesi e la loro arte

Venerdì 28 Gennaio 2022 17:54 simone fierucci
Stampa

Riyadiat – le donne pioniere.

Nonostante le condizioni drammatiche in cui vivono i palestinesi della Sriscia di Gaza, la popolazione riesce ancora ad esprimere forme di comunicazione artistica impensabili. Giovani scrittori/ci, fotografi/e , pittori /ci e artigiani, riescono con pochi mezzi a disposizione dovuti all'assedio israeliano a non far si che lo spirito vitale non si pieghi alla disperazione.

Pubblichiamo il reportage di Mahmoud Ajjour (fotoreporter di Gaza. È il corrispondente del Palestine Chronicle nella Striscia di Gaza.) su una mostra avvenuta il 18 Gennaio a Gaza di produzioni artistiche di 45 donne palestinesi, reportage apparso su Palestine Chronicle . In fondo all'articolo il link per visionare le foto e la versione originale in inglese.

 

Le opere d'arte e i ricami di 45 donne palestinesi della Striscia di Gaza sono state selezionate per partecipare a una galleria d'arte nota come Riyadiat, le donne pioniere. 

 

La galleria è stata sponsorizzata dal comune di Gaza e si è tenuta martedì 18 gennaio.

 

La galleria fa parte di un progetto più ampio volto a fornire lavoro alle donne in tutta la Striscia di Gaza assediata. 

 

"L'obiettivo di questo progetto è rafforzare economicamente le donne proteggendo e preservando la tradizione palestinese", ha detto a The Palestine Chronicle Nihad Shqliya, manager dell'Arts Village di Gaza.

 

Secondo Shqliya, tutti gli oggetti della galleria sono stati realizzati in 66 giorni lavorativi e comprendono 260 dipinti, intagli e ricami. "Tutti i pezzi che sono stati realizzati saranno donati alla municipalità di Gaza, che a sua volta li presenterà ai suoi visitatori ufficiali come un modo per educare il mondo sull'identità e sulla cultura palestinese", ha aggiunto Shqliya.

 

L'artista palestinese Khloud al-'Aklouq ha detto a The Palestine Chronicle che "questa arte servirà come nostro ambasciatore fuori dalla Palestina".

 

Un altro artista, Nahil Zaydiah, ha affermato che l'arte si è intenzionalmente concentrata sul far rivivere i monumenti storici di Gaza, come la Moschea Al-Omari, il Palazzo Pascià e le Terme di Samra. 

 

'Ala' Abed ha detto a The Palestine Chronicle che le artiste erano entusiaste di presentare il ricamo palestinese nel loro lavoro poiché il ricamo palestinese è stato recentemente aggiunto all'elenco del patrimonio culturale dell'UNESCO. 

"L'arte può essere considerata un soft power che viene utilizzato per celebrare l'identità palestinese di fronte all'occupazione militare israeliana", ha aggiunto 'Abed.

 

Bennett-UAE-678x438-1.png

 

 

 

 

 

 

 

 

fonte:https://www.palestinechronicle.com/in-photos-45-palestinian-women-and-their-art/

Share

Ultimo aggiornamento ( Sabato 29 Gennaio 2022 11:23 )