Libia, Nuovi bombardamenti a Tripoli

Mercoledì 17 Aprile 2019 18:02 DEApress
Stampa

Difficile la situazione in Libia - L'Ufficio Onu per gli Affari Umanitari (Ocha) riferisce che, ieri sera (ore 23 circa) nei pressi di Tripoli, durante i bombordamenti, quattordici civili hanno perso la vita e si contano diversi feriti. L'operazione militare delle forze di Khalifa Haftar - durata un paio d'ore - ha colpito alcuni quartieri della capitale, soprattutto Ain Zara e Abu Slim, ma anche Al Yarmouk, Souk al Jumla, al Gharrarat e Khalat al Firjan con circa quarantacinque razzi.

 "Lybia observer" informa che centinaia di persone sono scese in piazza con bandiere e cori di protesta per denunciare l'accaduto e l'Ocha ha sentenziato che "prendere di mira i civili è una grave violazione del diritto umanitario internazionale". 

Discordanti le posizioni dei due premier: Fayez al Sarraj che visitando le zone colpite ha definito il generale Khalòifa Haftar un criminale di guerra e intanto le forze di Haftar negano l'accaduto in un comunicato diffuso dall' Lna (Esercito nazionale Libico), attribuendo la colpa dei bombardamenti a Tripoli e a milizie terroristie. La fonte giornalistica segue la posizione di Haftar, che sostiene di condurre un'offensiva per liberare la Libia dai «terroristi». Un' affermazione che ha incontrato l'opposizione dell'Onu e ha definito l'operazione "un tentativo di colpo di stato". Dura presa di posizione anche di Ghassan Salamè, inviato speciale delle Nazioni Unite per la Libia. 

In un comunicato, Salamè "condanna nei termini più forti il pesante bombardamento notturno con razzi contro il quartiere di Abu Slim a Tripoli, che ha provocato morti e feriti tra i civili: la responsabilità per tali azioni non è solo degli individui che hanno commesso gli attacchi indiscriminati, ma anche potenzialmente di quelli che li hanno ordinati. L'uso indiscriminato di armi esplosive in aree civili costituisce un crimine di guerra.  l'uccisione di persone innocenti è una eclatante violazione delle leggi internazionali". 

Secondo il sindaco di Tripoli Beitelmal, l'iniziativa del generale, iniziata il 4 Aprile scorso, avrebbe già provocato secondo i dati raccolti dallì'Organizzazione mondiale della sanità 189 morti e 816 feriti, oltre 15 mila sfollati. Mentre secondo al Serraj, la situazione potrebbe spingere 800 mila libici a emigrare in Europa. 

Fonti:

https://tg24.sky.it/mondo/2019/04/17/libia-ultime-notizie.html

http://www.ansa.it/sito/notizie/mondo/africa/2019/04/16/libia-conte-e-salvini-lanciano-lallarme-terrorismo_1ac7814b-8fff-4cf3-b878-fe03b21a5b49.html

https://www.repubblica.it/esteri/2019/04/16/news/libia-224198987/

Share

Ultimo aggiornamento ( Mercoledì 17 Aprile 2019 20:31 )