CoronaVirus nei campi profughi saharawi

Mercoledì 29 Luglio 2020 17:12 Silvana Grippi
Stampa

Il Comitato della salute della RASD comunica che il Corona Virus è arrivato anche ai campi profughi.

Nelle tendopoli è iniziata una azione informativa e formativa e strutturale per la sensibilizzazione e prevenzione. Ci chiediamo quali saranno le conseguenze dell’emergenza coronaVirus nei campi profughi saharawi?

Terribili le condizioni in cui 173.600 persone circa vivono nei cinque campi profughi a Tindouf nel sud dell'Algeria.

La gente saharawi sopravvive nel deserto grazie agli aiuti internazionali e per la vita sociale che li rende uniti. Questa vita semplice è il loro modo di sopravvivere alle intemperie e alla speranza per un ritorno.Dipendenti per lo più dagli aiuti internazionali e impossibilitati a tornare nelle loro case nel Sahara Occidentale sotto occupazione marocchina. L’emergenza coronavirus può avere sulla comunità effetti devastanti, e spezzarne i legami e la forza collettiva dato che i saharawi vivono con poco e condividono tanto .  

Mohamed Ali ci ha inviato un messaggio: «La prevenzione è la nostra speranza, per il momento restiamo tutti in casa, ma sono preoccupato per le persone che vivono nel campo. Aspettiamo e vediamo! ». Non abbiamo dati dati dei campi profughi a Tindouf.  In questi ultimi mesi la vita è diventata difficile e non potersi incontrare a prendere un té o a parlare fra noi ci crea seri problemi.

Qui di seguito i dati generali del Marocco e dell'Algeria

Marocco

Confermati
21.387
Guarigioni
17.066
Decessi
327

Algeria 

 

Confermati
28.615
+642
Guarigioni
19.233
Decessi
1.174

 

 

Share

Ultimo aggiornamento ( Giovedì 30 Luglio 2020 10:28 )