Condanna a morte in Cina

Sabato 08 Agosto 2020 10:32 NI Weijun
Stampa

Cina - Il Tribunale di Canton annuncia che un cittadino canadese è stato condannato alla pena capitale. L'uomo, identificato in mandarino con il nome di Xu Weihong, è accusato di "produzione di droga". Crescono le tensioni diplomatiche tra Pechino e Ottawa (Capitale federale del Canada) dato che è il terzo canadese sotto processo in Cina.
Canton è un centro nevralgico per il commercio e quindi condannare la lavorazione e l'esportazione della droga è un impegno politico fin dai 
primi anni dell’800 quando gli inglesi iniziarono a commerciare con la Cina con grossi quantitativi di oppio indiano venduto a buon mercato per poi acquistare altri prodotti come la seta, porcellana e thé.. Per evitare i danni che provocava nella popolazione e nella società il commercio di droga, nel 1839, l'allora imperatore ordinò di sequestrare e distruggere circa 20mila casse di oppio .Questa mossa contro gli inglesi scatenò la 1^ guerra dell'oppio vinta  dalle forze occidentali. Nel 1842 il Trattato di Nanchino decretò la fine della guerra, la cessione dell’isola di Hong Kong agli inglesi e la definitiva apertura di 5 porti mercantili cinesi, tra cui Canton, al commercio con l’Occidente.

 

Share

Ultimo aggiornamento ( Sabato 08 Agosto 2020 11:31 )