DEApress

Monday
Nov 23rd
Text size
  • Increase font size
  • Default font size
  • Decrease font size

Sahara occidentale: tensione tra Marocco e RASD

E-mail Stampa PDF

Sahara occidentale - Tensione tra Marocco e RASD

La “ferita” del Sahara ccidentale, è ancora lungi dall’essere sanata, infatti è di queste settimane la notizia delle crescenti tensioni tra la monarchia Alawita che occupa il territorio e il Fronte Polisario. 

E' notizia di questi giorni che decine di attivisti per la liberà del popolo Saharawi hanno bloccato pacificamente la strada di confine di El Guerguerat, situata oltre il “Muro della vergogna” (o Berm), costruito da Rabat per isolare i cinque campi profughi in cui il popolo Saharawi è costretto a vivere in esilio. 

Questa disputa ancora aperta ha storia lunga, risale infatti a metà degli anni 70 quando la Spagna dopo la morte di Franco si ritirò dal Marocco, e la longeva monarchia alawita si estese fino ai confini con la Mauritania, non conformemente al diritto internazionale dell'autodetrminazione del popolo saharawi.

Il popolo Saharawi, raggruppatisi nel Fronte Polisario, diede vita ad un’accanita guerriglia che ebbe un trattato di non belligeranza soltanto nel 1991 con la presenza dell'amissione di pace dell’ONU Minurso, nei territori occupati, che aveva l’obiettivo di una tregua tra le parti per l’istituzione di un Referendum, ancora non pervenuto.

E' di poco tempo fa la notizia dell’Ispezione proposta dall’alto Commissario ONU per i diritti umani che dovebbe sorvegliare i territori occupati de facto dal Marocco; inoltre siamo proprio alla vigilia del rinnovo della nuova missione Minurso.

Il Covid oltretutto ha chiuso le frontiere rendendo la strada di El Guerguerat ancor più strategica, essendo la principale strada di confine da cui Rabat assicura il rifornimento delle quelle materie prima (fosfati e pesca principalmente) di cui quella regione geografica è ricca.


Non si è fatta attendere la risposta marocchina che ha inviato decine di veicoli militari per sgombrare la zona, accusando di minare la tregua tra le parti. Questa violenta presa di posizione di Rabat è stata seguita dalla dichiarazione alla televisione algerina del segretario generale del Polisario Ghali che minaccia ritorsioni in caso di vittime Saharawi. 

 

Share

Ultimo aggiornamento ( Giovedì 19 Novembre 2020 15:13 )  

Concorsi & Festival

https://zonadiguerra.ch/

Ultime Nove

Silvana Grippi . 22 Novembre 2020
E’ ripresa la guerra nel Sahara Occidentale: si fronteggiano il  Fronte Polisario (movimento politico e militare del popolo saharawi) e il regno del Marocco. C'è in ballo un referendum spostato in continuazione e una delusione continua di spera...
DEApress . 22 Novembre 2020
IL POTERE DELLA CONTESTAZIONE IN PERU’ Grazie alla forza della protesta il golpe parlamentare sembra essere stato sventato, all’interno di un sistema politico corrotto e di una crisi di rappresentanza che dura da anni. In conseguenza alla mobilitaz...
Ni Weijun . 21 Novembre 2020
Oggi sono andata alla manifestazione alla stazione di S.M Novella. Ho fatto un'intervista a Antonella Bundu e foto.  
Fabrizio Cucchi . 21 Novembre 2020
  Questa seconda ondata di infezioni da coronavirus stà mettendo in luce vecchi problemi della società e della sanità italiana (e mondiale) oltre a creare dei nuovi problemi. Per dare una risposta "dal basso" a tutto ciò, quest'oggi, in circa...
Ni Weijun . 20 Novembre 2020
Il teatro cinese - Opera di Pechino Interessante recupero storico del teatro cinese e dell'Opera di Pechino famoso in tutto il mondo. Nell’antica Cina il teatro si avvaleva del canto, la danza e l’arte mimica. Le prime testimonianze di ...
Fabrizio Cucchi . 19 Novembre 2020
Mentre il paese mediorentale stà affrontando, oltre alla pandemia, agli strascichi della guerra civile e alla crisi economica, anche una grave serie di incendi (1) che stanno distruggendo il già scarso e già provato patrimonio forestale dello stato, ...
Silvana Grippi . 19 Novembre 2020
Tensione al confine con la Mauritania tra l’esercito del Marocco e il Fronte del Polisario.   Sulla linea di Guerguarat, piccolo insediamento che segna un confine del Maghreb, si sta giocando il futuro del popolo saharawi. Alle prime luci de...
DEApress . 19 Novembre 2020
Recensione del "Il Manifesto"
DEApress . 19 Novembre 2020
Zona di Guerra propone il seguente articolo https://zonadiguerra.ch/2020/11/19/siria-nuovo-attacco-di-isis/

Galleria DEA su YouTube