LA RELAZIONE CULTURALE TRA FRANCIA E ITALIA

Venerdì 19 Febbraio 2021 13:11 Claire Le Doussal
Stampa

 

Gli scambi culturali franco-italiani: la presenza francese in Italia

L’importanza storica degli scambi culturali franco-italiani è ben nota. Questa fortissima cooperazione culturale, sviluppata da un accordo franco-italiano del 1949, regolarmente integrato poiché da scambi di lettere tra i due governi, è il risultato di una continua volontà politica da parte dei due paesi, compresa l'Académie de France à Rome, in particolare attraverso le sue azioni a favore della creazione contemporanea, incarna la longevità e il successo.

Chi sono i principali attori nella diffusione della cultura francese in Italia?

Innanzitutto, ne abbiamo appena accennato c’è l'Académie de France à Rome: “La Villa Médicis”.

Une image contenant bâtiment, ciel, extérieur, cité

Description générée automatiquement

 

La “Villa Médicis”, concepita come luogo ideale per gli incontri franco-italiani, svolge un ruolo decisivo nella vita culturale romana ed europea. Nell'ambito degli scambi culturali e artistici, quest’Academia organizza mostre, concerti, conferenze e/o seminari su argomenti relativi alle arti, alle lettere e alla loro storia. Accoglie residenti scelti da concorso per consentire ai giovani talenti della scena artistica francese di beneficiare dell'ambientazione e delle strutture della Villa e di farsi ispirare dalla creazione romana, passata e presente.

C'è anche l'IFI, l'”Institut Français Italia”

Quest’Istituto lavora attivamente al dialogo tra le culture e alla trasmissione della conoscenza attraverso l'organizzazione di importanti piattaforme di divulgazione. Dalle arti performative alle arti visive, dalla letteratura al cinema e al dibattito di idee, gli scambi culturali tra Francia e Italia si distinguono per eccezionale ricchezza e dinamismo, contando sulla vitalità delle quattro sedi IFI e dei partner più forti.

Dal 2015, il festival “La Francia in scena” organizzato dall'Istituto ha lo scopo di presentare il meglio della creazione francese. Nella "La Francia in scena", ci sono l'arte contemporanea, la danza, le performance, la musica e gli spettacoli per ragazzi. L'idea - spiega l'ambasciatrice di Francia Catherine Colonna alla presentazione dell'evento, a Roma - nasce con l'obiettivo di condividere la creazione contemporanea" fra due paesi vicini, l'Italia e la Francia, "paesi amici, fatti di cultura, che la cultura la amano e la fanno vivere". 

Da un punto di vista più accademico troviamo “L’Ecole Française de Rome”, un Istituto pubblico di ricerca e formazione alla ricerca sotto la supervisione del Ministero dell'istruzione superiore e della ricerca. 


Une image contenant extérieur, bâtiment, bâtiment gouvernemental, colonnade

Description générée automatiquement

Palazzo Farnese, sede dell’Ecole Française de Rome

La sua ricerca copre ampi settori, dalle Scienze sociali alla Storia dell'arte. “L’Ecole Française de Rome” ha partecipato nel 2012 a un programma dell'”Institut Français Italia” nell'ambito della preparazione per Esabac, offrendo nelle scuole superiori partner un programma di lezioni sulla storia e storia dell'arte e visite guidate condotte dai suoi residenti. 


Per finire, ci sono “Le Alliances Françaises” che promuovono non solo la cooperazione linguistica, ma anche quella culturale. Favoriscono gli scambi tra la cultura locale e le culture francese e francofona durante tutto l'anno, promuovendo così la diversità e il dialogo tra le due culture. Presenti in 17 regioni, sviluppano, in collaborazione con le comunità locali, numerose azioni di rete linguistica e culturale.

 

Il rapporto franco-italiano va ben oltre il consueto rapporto con due paesi vicini. Francia e Italia condividono la stessa passione per la cultura. La cooperazione tra i due paesi è storicamente forte, il che consente di sviluppare scambi in tutta Italia.

 

Claire Le Doussal

 

Share

Ultimo aggiornamento ( Venerdì 19 Febbraio 2021 13:19 )