La borsa di Pechino in pieno sviluppo

Lunedì 27 Dicembre 2021 11:36 Ni Weijun
Stampa

DA PECHINO: ALCUNE FONTI CINESI CI INFORMA NO CHE TRA LE SOCIETA' QUOTATE IN BORSA STANNO EMERGENDO DELLE PICCOLE AZIENDE

Aziende caratterizzate da un alto livello di innovazione sono state quotate in borsa, operativa già dal 15 novembre scorso ed ha tracciato queste innovazione che si rivolgono alle piccole e medie imprese. 

"La Borsa di Pechino (Beijing Stock Exchange Co., Ltd.) è stata registrata e approvata il 3 settembre 2021 ed è interamente riconducibile a National Equities Exchange and Quotations Co., Ltd. (NEEQ), che ne è l’unico azionista, ha un capitale registrato di 1 miliardo di RMB. Il trading nella Borsa di Pechino ha avuto inizio il 15 novembre ele prime società quotateerano 81.  10 società quotate hanno avuto guadagni, mentre altre 71 hanno avuto performance più modeste. Il produttore di parti di automotive Henan Tongxin Transmission Co., Ltd ha avuto la performance migliore, chiudendo con una percentuale di 494 al di sopra della sua IPO iniziale. La performance più debole l’ha invece avuta Tonghuijiashi (Beijing) Information Technology Co., Ltd. con una perdita di 16 punti percentuale".

La Borsa di Pechino avrà un ruolo differente da quello delle Borse di Shanghai e Shenzhen, che sono operative dal 1990, e sarà orientata verso le piccole e medie imprese operanti nell’ambito dell’innovazione. I criteri e le linee guida per essere quotati nella Borsa di Pechino risalgono al 17 settembre 2021: le società devono avere un capitale minimo di 500mila RMB e avere una storia di investimenti di almeno due anni. Le azioni non potranno aumentare o diminuire di oltre trenta punti percentuali in una sola giornata. Il trading, come previsto da NEEQ, attualmente diviso in tre categorieotier. La prima definita  select tier, comprende attualmente 66 società ed è per società ad alto livello, che sono considerate altamente innovative o con elevati profitti. La seconda categoria è definitainnovation tiere comprende le società che non hanno i requisiti per rientrare nella prima categoria, ma che sono performanti. La terza categoria è definita base tiere ingloba le società rimanenti. Con la creazione della Borsa di Pechino la Cina è orientata verso l’obiettivo di trattenere nel Paese le società innovative e tecnologiche.

La regolamentazione delle società che pianificano IPO all’estero o a Hong Kong è stata resa sempre più severa. Ne è un esempiola società Didi, che ha dovuto incorrere in un audit di cybersicurezza poco successiva alla sua IPO negli USA, che si è concluso col divieto di download della sua app in Cina.

Riferimenti ad agenzie di Pechino

Ni weijun /DEApress

Share

Ultimo aggiornamento ( Lunedì 27 Dicembre 2021 18:30 )