movesocial 2016 a Montelupo

Lunedì 05 Settembre 2016 16:08 massimo.pieraccini
Stampa

 

libro volontsidiventa

Si è tenuto al parco dell’Ambrogiana a Montelupo Fiorentino a pochi passi dall’ex Ospedale Psichiatrico Giudiziario, lo scorso fine settimana il #movesocial2016, evento ideato, organizzato e promosso dalla Delegazione Cesvot di Empoli, con lo scopo di far conoscere alla popolazione le tante associazioni di volontariato del territorio e le loro attività, un’opportunità di conoscenza per tutti coloro che avessero desiderio di intraprendere un percorso di volontariato.

Il primo appuntamento, l’anteprima, di #movesocial2016 è stato al BeatFestival a Empoli a partire dalle ore 20.15 con il flashmob #volontarisidiventa, che è stato poi lo slogan trainante di tutta la manifestazione. Un grande evento, che ha visto la mobilitazione di tanti volontari, in un luogo con grande affluenza di pubblico per la promozione del messaggio di solidarietà del volontariato empolese.

Il 2 settembre, invece, la festa si è spostata a Montelupo Fiorentino in piazza della Libertà dove, a partire dalle 19.00 c’è stata la vera e propria apertura di movesocial2016 e la presentazione delle attività delle associazioni.

Sabato 3, la vera e propria giornata informativa, sempre a Montelupo Fiorentino, ma al Parco Ambrogiana, dalle 11.00 alle 22.00, spazio agli stand delle associazioni con laboratori, giochi, musica, incontri e street food.

E’ stata una bella festa, ed un'occasione per le associazioni di volontariato di presentare le loro attività sociali alla comunità. Come pure per i cittadini un momento utile per informarsi. Grande spazio, quindi, al fare quotidiano delle associazioni con laboratori, progetti e testimonianza concreta dell'attività quotidiana del volontariato. Dove le associazioni di volontariato del soccorso hanno presentato un percorso formativo basato sull’intervento in emergenza e su come sia fondamentale un’azione tempestiva ed efficace, che non si può improvvisare,  per un soccorso davvero pronto, che solo così può essere utile ed efficiente, Come pure hanno fatto una simulazione di intervento su un incidente stradale. C’era poi l’associazione “suonamidite” che ha curato un intrattenimento musicale ed ha presentato una collaborazione con la scuola di danza. L’ACAT social bar ha coinvolto i presenti con il gioco “sei sobrio”?  C’è stato pure un passaggio di una carovana di auto d’epoca. Le associazioni del dono FRATERS ed AVIS hanno dato vita ad una tavola rotonda sull’importanza del dono del sangue e dell’opportunità di donare midollo osseo a favore degli ammalati di leucemia, ed insieme al Nucleo Operativo di Protezione Civile – Logistica dei Trapianti, hanno presentato il libro vite per la VITA, che racconta le storie dei volontari impegnati in viaggi intorno al mondo per trasportare il dono della VITA ovvero il midollo osseo prelevato da generosi donatori volontari trovato compatibili.

Clou della serata, purtroppo a causa dei recenti tragici fatti, è stato “voci dal terremoto” testimonianze dirette dei volontari appena rientrati dalle zone colpite dal terremoto.

Il tutto sotto la regia organizzativa di Federico Gori di CESVOT (Centro Servizi Volontariato Toscano) delegazione di Empoli infaticabile, nell’organizzazione e nella gestione dell’evento.

Share

Ultimo aggiornamento ( Lunedì 05 Settembre 2016 16:53 )