Sindrome di Quirra: nuova inchiesta

Lunedì 21 Marzo 2011 14:35 Paola Cama
Stampa

La procura di Lanusei (OG) sotto la guida del procuratore Fiordalisi ha riaperto un’inchiesta sul legame tra la base militare e l’alta incidenza di tumori nella zona che la circonda. L’ipotesi di reato è omicidio plurimo, disastro ambientale, omesso controllo e uso e detenzioni di armi illegali. Sono stati compiuti vari studi che dimostrano questo legame. A febbraio ci sono stati ulteriori sviluppi che hanno portato la magistratura a sequestrare 15 casse che contenevano residui bellici usati nella base, in cui è stata accertata la presenza di uranio impoverito con un livello di radioattività superiore di cinque volte alle norme. L’assessore regionale alla sanità Liori si è impegnato durante una conferenza sull’argomento a portare il problema all’attenzione del Ministero della Difesa.

Sono anni che la società civile si mobilita e protesta per chiedere spiegazioni.  Ora dovere dello Stato è dar loro delle risposte.

Paola Cama, DEApress

 

Share

Ultimo aggiornamento ( Martedì 22 Marzo 2011 16:16 )