I rifiuti che celano l'arte

Giovedì 21 Aprile 2011 12:48 Roberta De Luca
Stampa

I rifiuti che celano l’arte

Il ciclo di affari che gira attorno ai rifiuti non si ferma neanche dinanzi al nostro patrimonio artistico. Ieri infatti la Guardia di Finanza, dopo il sequestro di un’area di 1700 metri quadrati a Pozzuoli, ha scoperto un mausoleo nascosto dai rifiuti. Il sito, risalente al II secolo Dopo Cristo, è rimasto intatto, ricco ancora di stucchi e decorazioni.
L’area, dove si trovava un rudere di interesse storico-culturale denominato Torre Poerio, e risalente al XVII secolo, era stata adibita a discarica che doveva occultare ben 58 tonnellate di rifiuti speciali.
Durante l’operazione i militari si erano accorti che una parte del casolare era stata fatta crollare per nascondere altri rifiuti. Quindi, nel corso delle operazioni di sgombero, le Fiamme Gialle hanno intravisto l’ingresso di un cunicolo sotterraneo delimitato da travi di marmo, che conduceva al mausoleo.
In seguito l'area e' stata sequestrata ed il proprietario e l'occupante sono stati denunciati per violazione delle norme ambientali e di tutela del patrimonio archeologico nazionale.

(Fonte:Ansa)

Roberta De Luca/DEApress

Share

Ultimo aggiornamento ( Giovedì 21 Aprile 2011 12:52 )