DEApress

Tuesday
Oct 04th
Text size
  • Increase font size
  • Default font size
  • Decrease font size

RSU Cantieri di Pisa

E-mail Stampa PDF

Riceviamo e pubblichiamo:

RSU CANTIERI DI PISA

AUSTRIACA TCF NON CONVINCE, LA REGIONE RICONVOCHI LIQUIDATORE. I LAVORATORI PRONTI A COSTITUIRSI IN COOP PER SALVEZZA STORICA ATTIVITA' PRODUTTIVA

Pisa 10.11.2011.- A circa un mese, ormai, dall’ultimo incontro con il liquidatore Federico Galantini, avvenuto in ottobre al tavolo istituzionale, la situazione dei Cantieri di Pisa continua ad essere caratterizzata più da ombre che da luci.
Infatti, anche le notizie raccolte in questo lasso di tempo circa la reale consistenza industriale dell’unica proposta di interessamento all’ acquisto dei Cantieri di Pisa formalizzata in tutti questi mesi dal liquidatore, la Società austriaca TCF, non sembra corrispondere a quelle  necessità di  rilancio dell’attività produttiva e salvaguardia dei livelli occupazionali, bensì all’acquisizione del prestigioso marchio nonché degli scafi iniziati e da finire.
Questo quadro, quindi, conferma tutte le preoccupazioni fin qui espresse dai lavoratori e dal sindacato.
Preoccupazioni aggravate dalla sensazione di una perdurante disattenzione e incapacità di iniziativa delle Istituzioni locali rispetto ad una vertenza che vede da oltre sei mesi i lavoratori e le loro famiglie esprimere una straordinaria capacità di resistenza e mobilitazione per garantire non solo a se stessi una prospettiva di lavoro ma anche la difesa di uno storico insediamento industriale in un’area strategica per lo sviluppo produttivo della città.
Tale divario suscita ogni giorno che passa sempre più inaspettati e pesanti interrogativi circa la reale volontà delle istituzioni pisane, ma non solo, di sostenere l’impegno e lo sforzo di lavoratori e sindacati per una positiva conclusione di questa vertenza.
Per questi motivi nel riconfermare l’impegno preso con il Presidente Giorgio Napolitano a “farsi ascoltare da chi non vuol sentire” i lavoratori dei Cantieri di Pisa chiedono l’immediata riconvocazione del liquidatore al tavolo in Regione perché siano finalmente fatti nomi e cognomi  di soggetti che hanno fin qui manifestato una qualche forma di interesse all’acquisizione dei cantieri di Pisa in modo tale che sia possibile svolgere con gli stessi una trasparente interlocuzione.
In questo quadro di incertezze e qualora non si rendessero visibili concrete manifestazioni di interesse, i lavoratori  avvieranno tutti i confronti necessari  per la costituzione di una cooperativa dei lavoratori dei Cantieri di Pisa per la salvezza ed il proseguimento della storica attività produttiva.
p. la RSU Andrea Laganà Umberto Nannola

Share

Ultimo aggiornamento ( Giovedì 10 Novembre 2011 20:17 )  

Concorsi & Festival

https://zonadiguerra.ch/

Ultime Nove

DEAPRESS . 03 Ottobre 2022
simone fierucci . 03 Ottobre 2022
Il 3 ottobre nella Giornata internazionale di lotta alla crisi e al carovita. L’Unione Sindacale di Base annuncia che in tutta Italia manifesterà oggi davanti alle maggiori aziende dell’energia e alle sedi dei loro maggiori azionisti, a partire da Ca...
Silvio Terenzi . 03 Ottobre 2022
Ivan francesco Ballerini“Racconti di mare. La via delle spezie” "Al bar del porto" - Official Video Esce “Racconti di mare. La via delle spezie” il terzo disco di Ivan Francesco Ballerini che troveremo anche dentro i principali canali digit...
Samira Sharfeddin . 03 Ottobre 2022
        Non sono state le streghe a bruciare. Erano donne. Donne che erano viste come: Molto belle. Molto colte e intelligenti. Perché avevano l'acqua nel pozzo, o una bella piantagione (sì, ...
Silvana Grippi . 03 Ottobre 2022
         
Silvana Grippi . 03 Ottobre 2022
Silvana Grippi . 01 Ottobre 2022
Entre Dos Mundos Festival del Cinema Iberoamericano – V edizione Firenze, 29 settembre – 2 ottobre 2022 | Cinema La Compagnia Sesto Fiorentino, 5 - 6 ottobre 2022 | Multisala Grotta Domani, domenica 2 ottobre si conclude al Cinema La Co...
DEAPRESS . 01 Ottobre 2022
Da tempo ormai sentiamo notizie sulla guerra in Ucraina. Se non ci siamo abituati - poco ci manca - eppure vorrei spendere poche parole su questa situazione che sta peggiorando sempre più, addirittura a livello di guerra mondiale. Secondo fonti ANSA...
DEAPRESS . 30 Settembre 2022
  Ragazzo iraniano dipinge Mahsa Amini in piazza S. Croce a Firenze - Ph. Silvana Grippi     AMNESTY INFORMA - "Il 13 settembre Mahsa Amini, 22 anni, è stata arrestata a Teheran dalla cosiddetta polizia “morale” irani...

Galleria DEA su YouTube