DEApress

Thursday
Dec 01st
Text size
  • Increase font size
  • Default font size
  • Decrease font size

Rapporto Sindacato-Lavoratori

E-mail Stampa PDF
Pubblichiamo integralmente un comunicato diffuso da un gruppo di lavoratori di Mirafori riguardante il difficile rapporto che negli ultimi mesi si è venuto a crere con il sindacato
 
"Chi vi scrive è un gruppo di lavoratori della Powertrain Meccanica di Mirafiori, e volevamo portarvi a conoscenza del difficile rapporto che si è venuto a creare con le varie organizzazioni sindacali al nostro interno, rapporti che hanno fatto sì che alcuni di noi abbiano dato la disdetta della tessera sindacale.
Tutto questo si è creato da qualche anno a questa parte, grazie a molti accordi firmati all'azienda anche senza il consenso dei lavoratori,e questa situazione l'hanno creata maggiormente Fim, Uilm e Fismic, che hanno scelto come priorità non la salvaguardia dei diritti dei lavoratori ma la risoluzione di singoli casi personali: in questo modo è molto più facile ottenere iscrizioni e non si corre il rischio di scontrarsi con l'azienda.
Purtroppo, con l'affermarsi di questo meccanismo, però, noi lavoratori ci ritroviamo con molti problemi,uno dei quali è lo straordinario selvaggio che l'azienda chiede di fare. La colpa del sindacato è che in tutti questi ultimi anni sono mancati i controlli, anche durante il periodo in cui molti facevano la cassa integrazione. Abbiamo un contratto scaduto da qualche mese e sembra che nessuno se lo ricordi, mentre noi continuiamo ad avere grosse difficoltà ad arrivare a fine mese con questo salario.
Da qualche tempo ci ritroviamo a lavorare con dei nuovi assunti, peccato che siano lavoratori precari con contratto interinale che vengono sfruttati facendoli lavorare il sabato e la domenica, sfruttati e ricattati. Tutto questo ci porta a ridurre le comunicazioni e dunque a isolarli per non creargli delle difficoltà, dal momento che sono controllati a vista dai vari responsabili.
In questi ultimi giorni l'azienda è tornata alla carica chiamando le organizzazioni sindacali, per comunicare loro l'intenzione di cambiare la normale turnistica al fine di farci fare i diciotto turni, modificando la vita a tutti noi in peggio e senza dare nessuna prospettiva di nuovo lavoro e nuove assunzioni. E, cosa più importante, senza tenere conto che gli impianti di lavorazione sono molto obsoleti e noi lavoratori siamo costretti a fare salti mortali per farli funzionare.
Con questa lettera vogliamo solo far capire come si vive la fabbrica in questo periodo e vogliamo che il sindacato torni a essere tale, vogliamo perciò che le Rsu ritornino ad affrontare da sole le trattative con l'azienda e non si facciano sostituire da operatori sindacali esterni, perché comunque le Rsu vongono votate da noi lavoratori e quindi noi da loro vogliamo essere rappresentati, non vogliamo un sindacato esterno troppo legato alla politica ma un sindacato che sia sempre impegnato nel salvaguardare i nostri pochi diritti in qualsiasi circostanza, e non lo schieramento politico «di riferimento» sotto un'altra bandiera. Vogliamo suggerire a qualche funzionario sindacale che invece di rilasciare interviste ai giornali elogiando la ripresa del Lingotto e il buon andamento della Fiat, lasci fare questo lavoro ad altri e metta al centro dell'interesse noi noi e i lavoratori ancora in cassa integrazione.
Vi sembrerà strano che succeda tutto questo, ma è tutto vero, perché mentre il progresso va avanti noi operai stranamente stiamo tornando indietro e siamo pienamente convinti che i nostri predecessori si rivolterebbero dalle tombe vedendo che tutti i diritti conquistati con le lotte e anche con il sangue li stiamo perdendo per colpa del clientelismo."

Share

 

Concorsi & Festival

https://zonadiguerra.ch/

Ultime Nove

simone fierucci . 30 Novembre 2022
Proteste in Cina Paolo Beffa per la Redazione di Contropiano L’incendio di Urumqi Il 24 Novembre è scoppiato un incendio in un condominio di Urumqi, la capitale della provincia dello Xinjiang. 10 persone sono morte nell’incendio. Rapi...
Silvana Grippi . 30 Novembre 2022
Galleria DEA onlus in Via Alfani 16/r Firenze  Mercatino di Solidarietà per finanziare Edizioni DEA   1 dicembre 2022 - 5  gennaio 2023 Info: redazione@deapress.com
Fabrizio Cucchi . 30 Novembre 2022
L'Agenzia DEApress, su decisione dell' Assemblea della Redazione DEA e DEApress, sostituisce il Capo Redattore dott. Samuele Petrocchi con la dott.ssa Silvana Grippi. "Accetto questa carica in attesa di un nuovo caporedattore che sappia guidarci" -...
DEAPRESS . 29 Novembre 2022
Si è aperta la campagna di tesseramento di D.E.A. e DEApress 2023. L'iscrizione al gruppo da diritto ai servizi offerti con un contributo di 20 euro e permette di scrivere articoli su DEApress, con possibilità di accredito e di lavoro di stampa pr...
Silvana Grippi . 29 Novembre 2022
I tatuaggi vanno di moda ma spesso reinterpretano quelli del passato. Come i geroglifici molte interpretazioni sono da ricercarsi come archeologia del passato. Eccovi una credenza utile tradotta da un antropologo di cui non ricordo il nome: Le parol...
DEAPRESS . 29 Novembre 2022
      Foto di Silvana Grippi Oggi, dopo una lunga pausa, sono finalmente tornato al mio posto di lavoro. Ora sto scrivendo, e mi sento come se fossi arrivato da un lungo viaggio: viaggio non di "piacere", poiché l'ennesima rica...
DEAPRESS . 28 Novembre 2022
Riceviamo e pubblichiamo:"Domenica 4 dicembre torna la Domenica Metropolitana Domenica 4 dicembre torna la Domenica Metropolitana, giornata nella quale tutti i residenti della Città Metropolitana di Firenze potranno visitare gratuitamente i musei cit...
DEAPRESS . 28 Novembre 2022
  L'Associazione Novoli Bene Comune e la Casa Editrice D.E.A. presentano: Presentazione del libro "La storia infinita, l'Urban Center di Novoli" di Alberto di Cintio. Presso Le Murate, Caffè Letterario   Interverranno: L'autore Albe...
DEAPRESS . 28 Novembre 2022
Il 15 dicembre 2022, presso la Biblioteca delle Oblate di Firenze, si terrà la presentazione del libro: "Io e Cencio. Il movimento degli Arditi del Popolo dal 1919 al 1922"di Pierluigi Gatteschi a cura del centro socio-culturale D.E.A. e dell'A.N...

Galleria DEA su YouTube