DEApress

Thursday
Oct 29th
Text size
  • Increase font size
  • Default font size
  • Decrease font size

Emendamenti al Cura Italia

E-mail Stampa PDF

La discussione sulla necessità di prevedere uno scudo penale per gli operatori socio-sanitari, in relazione al loro lavoro

durante l’emergenza Covid-19, ha prodotto la richiesta di emendamenti al decreto legge cosiddetto Cura Italia, in considerazione delle eccezionali difficoltà, della mancanza di attrezzature adeguate, e di insufficienza di personale - quest’ultima aggravata dai contagi degli stessi operatori -.

Gli emendamenti prevederebbero che la responsabilità penale dei medici e degli infermieri sia limitata ai casi di colpa grave e dolo, tenendo conto dello stato d’emergenza e di affanno in cui stanno lavorando.

Tra questi emendamenti se ne sono inseriscono due, a firma PD1 e Lega2, che allargherebbero lo scudo penale ai dirigenti amministrativi.

Entrambi, fondamentalmente, rimandano la responsabilità penale dei dirigenti alla sola colpa grave, e soltanto nel caso sussista una macroscopica e ingiustificata violazione dei principi basilari che regolano i protocolli e tutte le variabili del caso.

Nell’emendamento della Lega - oggi ritirato dal primo firmatario, il senatore Matteo Salvini - si chiariva con maggiore precisione che neanche il non aver fornito dpi e attrezzature in numero sufficiente e adeguato fosse da considerarsi responsabilità del dirigente:

1. Le condotte dei datori di lavoro di operatori sanitari e sociosanitari operanti nell'ambito o a causa dell'emergenza COVID-19, nonché le condotte dei soggetti preposti alla gestione della crisi sanitaria derivante dal contagio non determinano, in caso di danni agli stessi operatori o a terzi, responsabilità personale di ordine penale, civile, contabile e da rivalsa, se giustificate dalla necessità di garantire, sia pure con mezzi e modalità non sempre conformi agli standard di sicurezza, la continuità dell'assistenza sanitaria indifferibile sia in regime ospedaliero che territoriale e domiciliare.

2. Dei danni accertati in relazione alle condotte di cui al comma 1, compresi quelli derivanti dall'insufficienza o inadeguatezza dei dispositivi di protezione individuale, risponde civilmente il solo ente di appartenenza del soggetto operante ferme restando, in caso di dolo, le responsabilità individuali.».

In definitiva, le responsabilità penali dei dirigenti sarebbero state impossibili da determinare, lasciandole in carico ai soli medici.

Ieri i sindacati Fp Cgil, Cisl Fp e Uil Fpl hanno invocato a gran voce il ritiro dell’emendamento “che tutela solo i datori di lavoro nei confronti della responsabilità civile e penale, scaricando tutto sulle spalle degli operatori sanitari che pagherebbero questa emergenza tre volte: perché senza dpi mettono a rischio la loro salute, perché non c’è valorizzazione professionale ed economica, perché con questa modifica si troveranno responsabilità civili e penali scaricate sulle spalle. E’ una vergogna, e ci aspettiamo che venga ritirato”.

E così è stato: con un tweet Salvini ha dichiarato: "Tutelare la vita e il lavoro di tutti coloro che sono in prima linea, medici, infermieri, operatori sanitari, dirigenti è e resta il nostro obiettivo. Per questo ritiriamo un emendamento su tutele e responsabilità che si presta a fraintendimenti."

Ora non ci resta che aspettare chiarimenti dal PD.

1http://www.senato.it/japp/bgt/showdoc/18/Emend/1154567/1147049/index.html

2http://www.senato.it/japp/bgt/showdoc/18/Emendc/1154567/1146138/index.html

Share

 

Concorsi & Festival

https://zonadiguerra.ch/

Ultime Nove

Silvana Grippi . 29 Ottobre 2020
INTERNAZIONALE ANDATE A COMPRARLO PER LEGGERE L'ARTICOLO  Torna a Roma il festival delle fanzine fotografiche ............. Rosy Santella, photo editor di Internazionale ............ L’elenco completo delle autoproduzioni fotografiche in ...
Silvana Grippi . 29 Ottobre 2020
CROWDFUNDING PER LA LIBERTÀ DI STAMPA e Archivio Storico DEAonlus con foto, video, pitture, libri e oggetti Centro socio-culturale D.E.A.onlus (dal 1987)IBAN IT93Q0760102800000026574509 -  Conto Corrente Postale n° 26574509 (Bonifico)Causale:...
Ni Weijun . 28 Ottobre 2020
  Nella provincia cinese dello Zhejiang esiste già un vaccino contro il Covid. Le autorità cinesi hanno iniziato a somministrarlo lo scorso 16 Ottobre, però è a pagamento e viene dato per 400 yuan. Ufficialmente lo può prendere solo chi è mag...
Silvana Grippi . 28 Ottobre 2020
Il 3 del mese di ottobre in Germania è giorno di festa: quest'anno, siamo al trentesimo anno dell'allargamento a Est della Repubblica federale tedesca. A rovinare questa festa è arrivato il Covid-19 e poi si sono aggiunti alcuni vandali che hanno dan...
Ni Weijun . 28 Ottobre 2020
Firenze mercoledì 28 Ottobre alle ore 11.30 sit-in - Piazza Duomo per dare voce a tutti i ristoratori che con il Corona Virus si trovano in difficoltà economiche. E' un dramma sociale per tutta l'Italia che lavora. Ristoranti, Bar e Circoli culturali...
Antonella Burberi . 28 Ottobre 2020
riceviamo e pubblichiamo Mezz’ora d’arte Visite online per esplorare le bellezze dei musei fiorentini Martedì 3 novembre 2020, ore 18.00 In programma martedì 3 novembre 2020 alle 18.00 un nuovo appuntamento della stagione autunnale di Mezz’ora d’...
Antonella Burberi . 27 Ottobre 2020
riceviamo e pubblichiamo Talking about museums Appuntamenti digitali per parlare di musei e cultura Mercoledì 28 ottobre 2020, ore 18.00 Mercoledì 28 ottobre in diretta live sulla pagina facebook di MUS.E Firenze alle ore 18.00 si terrà il second...
DEApress . 27 Ottobre 2020
Questa domenica i cileni hanno deciso di recidere ogni legame con la Dittatura terminata nel 1990 a opera di Pinochet, cambiando non solo l’attuale Costituzione ma anche i criteri di rappresentanza politica. A maggio 2021 una neo eletta Assemblea C...

Galleria DEA su YouTube