DEApress

Friday
Jun 05th
Text size
  • Increase font size
  • Default font size
  • Decrease font size

Emendamenti al Cura Italia

E-mail Stampa PDF

La discussione sulla necessità di prevedere uno scudo penale per gli operatori socio-sanitari, in relazione al loro lavoro

durante l’emergenza Covid-19, ha prodotto la richiesta di emendamenti al decreto legge cosiddetto Cura Italia, in considerazione delle eccezionali difficoltà, della mancanza di attrezzature adeguate, e di insufficienza di personale - quest’ultima aggravata dai contagi degli stessi operatori -.

Gli emendamenti prevederebbero che la responsabilità penale dei medici e degli infermieri sia limitata ai casi di colpa grave e dolo, tenendo conto dello stato d’emergenza e di affanno in cui stanno lavorando.

Tra questi emendamenti se ne sono inseriscono due, a firma PD1 e Lega2, che allargherebbero lo scudo penale ai dirigenti amministrativi.

Entrambi, fondamentalmente, rimandano la responsabilità penale dei dirigenti alla sola colpa grave, e soltanto nel caso sussista una macroscopica e ingiustificata violazione dei principi basilari che regolano i protocolli e tutte le variabili del caso.

Nell’emendamento della Lega - oggi ritirato dal primo firmatario, il senatore Matteo Salvini - si chiariva con maggiore precisione che neanche il non aver fornito dpi e attrezzature in numero sufficiente e adeguato fosse da considerarsi responsabilità del dirigente:

1. Le condotte dei datori di lavoro di operatori sanitari e sociosanitari operanti nell'ambito o a causa dell'emergenza COVID-19, nonché le condotte dei soggetti preposti alla gestione della crisi sanitaria derivante dal contagio non determinano, in caso di danni agli stessi operatori o a terzi, responsabilità personale di ordine penale, civile, contabile e da rivalsa, se giustificate dalla necessità di garantire, sia pure con mezzi e modalità non sempre conformi agli standard di sicurezza, la continuità dell'assistenza sanitaria indifferibile sia in regime ospedaliero che territoriale e domiciliare.

2. Dei danni accertati in relazione alle condotte di cui al comma 1, compresi quelli derivanti dall'insufficienza o inadeguatezza dei dispositivi di protezione individuale, risponde civilmente il solo ente di appartenenza del soggetto operante ferme restando, in caso di dolo, le responsabilità individuali.».

In definitiva, le responsabilità penali dei dirigenti sarebbero state impossibili da determinare, lasciandole in carico ai soli medici.

Ieri i sindacati Fp Cgil, Cisl Fp e Uil Fpl hanno invocato a gran voce il ritiro dell’emendamento “che tutela solo i datori di lavoro nei confronti della responsabilità civile e penale, scaricando tutto sulle spalle degli operatori sanitari che pagherebbero questa emergenza tre volte: perché senza dpi mettono a rischio la loro salute, perché non c’è valorizzazione professionale ed economica, perché con questa modifica si troveranno responsabilità civili e penali scaricate sulle spalle. E’ una vergogna, e ci aspettiamo che venga ritirato”.

E così è stato: con un tweet Salvini ha dichiarato: "Tutelare la vita e il lavoro di tutti coloro che sono in prima linea, medici, infermieri, operatori sanitari, dirigenti è e resta il nostro obiettivo. Per questo ritiriamo un emendamento su tutele e responsabilità che si presta a fraintendimenti."

Ora non ci resta che aspettare chiarimenti dal PD.

1http://www.senato.it/japp/bgt/showdoc/18/Emend/1154567/1147049/index.html

2http://www.senato.it/japp/bgt/showdoc/18/Emendc/1154567/1146138/index.html

Share

 

Concorsi & Festival

Ultime Nove

Silvana Grippi . 04 Giugno 2020
 Centro socio-culturale D.E.ADidattica-Espressione-Ambiente Via Alfani 16/r Firenze - orario: 10,00 /13,00 – 16,00/19,00 organizza Dal 1 giugno  al  30 agosto  2020 "Libera l'idea" “ Difendiamo la cultura e le sue risorse...
Silvana Grippi . 04 Giugno 2020
DEA iniziative dal 2010 - Pubblicazioni DEA - Okkio ai Muri - Anno XXI n. 1/2 - Gennaio/Febbraio - Opinionista da 20 anni  - Anno XXI n. 3/4 - Marzo/Aprile  - 20 anni di LIBERA ESPRESSIONE - Anno XXI  n. 5/6 - Mag...
Silvana Grippi . 04 Giugno 2020
DEA 2000 -  Pubblicazioni - Fanzine internazionale 1999 - Marzo - presentazione con mostra collettiva - DEA tracce - Anno XII - n. 8/11 -  Progetti 1) Mostre di documentazione fotografiche e grafiche su: a. Geografia umana b. luoghi e...
Silvana Grippi . 04 Giugno 2020
    La DEA (Didattica-Espressione-Ambiente) inizia l'attività il 25 settembre del 1987 in via delle Seggiole 4/8 r con l'intento di collocarsi come struttura creativa, alternativa, stimolo e condivisione verso tutti coloro che hanno ...
DEApress . 04 Giugno 2020
Manifestazione Rom al comune di Firenze         
DEApress . 04 Giugno 2020
    3 giugno 2020 - La manifestazione si è svolta in modo egregio, Sono morti circa 40 giovani  infermieri e chiediamo l'igenizzazione di tutti i luoghi di lavoro e tampone obbligatorio e gratuito per tutti.  
DEApress . 04 Giugno 2020
    Il cinque di giugno, dalle ore 11:30 alle ore 19:30, riapriranno al pubblico i Musei Civici di San Gimignano con la possibilità di visitare, ad eccezione dei mercoledì e giovedì, il Palazzo Pubblico, la Pinacoteca e la Torre Grossa....
DEApress . 04 Giugno 2020
Festival delle Colline, confermata l’edizione 2020 Spettacoli a Poggio a Caiano, Prato e CarmignanoIngresso libero nel rispetto delle disposizioni per l’emergenza coronavirus Il Festival delle Colline si farà. La storica kermesse organizzata d...
DEApress . 04 Giugno 2020
                                       Anniversario della Repubblica Italiana - Domande al pubblico durante l'iniziativa che stava svolgendosi al P...

Galleria DEA su YouTube