DEApress

Friday
May 24th
Text size
  • Increase font size
  • Default font size
  • Decrease font size

Pagine di Cronaca

E-mail Stampa PDF

Le pagine di cronaca dei giornali parlano sempre più spesso di delitti tra conoscenti, tra colleghi di lavoro e tra vicini di casa. La famiglia, sinonimo di accoglienza, pace, sicurezza o come meglio definita “Casa dolce Casa”. Eppure sono le quattro mura domestiche il principale ambito nel quale maturano i delitti, tant'è che nel 2006 i casi si sono attestati a quota 174 per una percentuale del 29,1%. Gli omicidi in famiglia o meglio “l'omicidio volontario” in Italia, secondo il rapporto dell'agenzia di stampa Ansa e della società ricerche economiche e sociali Eures, come dato suona inquietante: i casi in qui si impugna l'arma (per lo più , da fuoco) per ammazzare un parente o un coniuge si verificano una volta ogni due giorni. Secondo il direttore della Dca(direzione centrale anticrimine della Polizia di Stato) “ la degenerazione sociale che investe il nostro tempo e che si trasforma in uno stato di intolleranza costante nei rapporti tra conoscenti e familiari , sono gli elementi base di questo andamento.” Sempre secondo il direttore della Dca si sono accentuate le tensioni sociali, complicati i rapporti e la comunicazione tra simili. Il risultato? La strage. Erba insegna: quattro persone barbaramente uccise, di cui un bimbo di due anni, per mano di una coppia assassina “infastidita” dai comportamenti della famiglia della casa accanto. “Omicidi di vicinato” analoghi:a Catania, a fine febbraio, un'infermiera è stata strangolata da un inquilino del palazzo dopo una lite nata per dei soldi che lui le doveva restituirle, ad Agnani , un uomo ha sparato ai vicini perché “da sempre volevano appropriarsi dei suoi terreni”.

Un quinto degli omicidi in famiglia avviene in Lombardia, seguono Lazio, Sicilia, Emilia Romagna, Veneto, Toscana. Il triste primato, a livello provinciale, lo hanno Roma e Milano. Lo scenario è rappresentato per lo più dai Comuni di piccole e medie dimensioni, prevalentemente del Sud: oltre la metà dei casi ( 606 vittime, di cui 88 solo a Napoli). Nel rapporto si fissa anche il giorno più battuto, il Lunedì. Mentre la fascia oraria più critica è quella serale.

Nella maggior parte dei casi la violenza estrema si genera in situazioni in cui la vittima e l'autore si trovano a convivere:abitavano con il loro assassino l'86% dei minori uccisi, il 66% dei ragazzi tra i 19 e i 24 anni. Negli ultimi due anni è stata spesso la scelta di una persona (la vittima) di interrompere la convivenza a scatenare l'impeto omicida. Negli omicidi di “vicinato” la vittima è donna nel 18,2% dei casi, mentre in quelli familiari la percentuale balza al 56,3. La mano assassina e in prevalenza, in tutte e due i casi, maschile. Se nei delitti tra parenti e coniugi il movente è passionale(al Nord prevale la gelosia), in quelli tra conoscenti prevalgono i “futili motivi”(ossia “la conflittualità ordinaria del quotidiano”). Nella maggior parte dei casi di omicidio si arriva a individuare e ad arrestare l'autore.


Aurora Alushaj-DEApress







Share

Ultimo aggiornamento ( Domenica 07 Ottobre 2007 13:40 )  

Concorsi & Festival

https://zonadiguerra.ch/

Ultime Nove

DEAPRESS . 23 Maggio 2024
DAL 26 MAGGIO AL 21 LUGLIO 2024GIULIANO VANGI: IL DISEGNOa cura di Marco Fagioli e Nicoletta Ossanna CavadiniSpazio Officina, Chiasso[...]Dal 26 maggio al 21 luglio 2024 lo Spazio Officina ospita la mostra GIULIANO VANGI: IL DISEGNO, a cura di Marco ...
Silvana Grippi . 23 Maggio 2024
ph Silvana Grippi
Silvana Grippi . 22 Maggio 2024
   Comune di Firenze Quartiere 2 - Centro Socio-Culturale D.E.A.   XVIII Festival Mediamix Senza confini   Il Centro Socio-Culturale D.E.A. con il Quartiere 2 del Comune di Firenze, è lieto di comunicare l’organi...
DEAPRESS . 22 Maggio 2024
  XVIII Festival Mediamix Regolamento del concorso “Senza Confini” Requisiti di partecipazione: · Copia CD, Pendrive, posta o email · Scheda di partecipazione compilata in stampatello e firmata dall’autore. · Scheda tecnica dell’opera...
DEAPRESS . 21 Maggio 2024
Riceviamo e pubblichiamo   COMUNICATO STAMPA Nell'occasione sarà presentato il libro “Tiziano Terzani mi disse” di Jacopo StorniTiziano Terzani, serata omaggio nel suo quartiere natale Monticelli (Firenze)Nel ventennale della morte, un even...
Fabrizio Cucchi . 20 Maggio 2024
Riceviamo e pubblichiamo:"La cultura umanistica all’Università di Firenze, sette maestri raccontati da allievi e colleghiDue appuntamenti in Via Laura martedì 21 maggio nel programma del centenario dell’Ateneo L'eredità di Oreste Macrí, Arnaldo Pizzo...
DEAPRESS . 20 Maggio 2024
Il 6 luglio a Cesenatico mi verrà consegnato un premio: è una biennale arte visiva contemporanea. Due anni fa all'inizio del mio percorso ero alla biennale di Cesenatico con questo quadro, che è rimasto poi esposto tutta l'estate all'hotel Brixton ...
DEAPRESS . 20 Maggio 2024
  Riceviamo e pubblichiamo L’Associazione Novoli Bene Comune e l’Unità di Ricerca “Paesaggio, Patrimonio culturale, Progetto” del Dipartimento di Architettura dell’Università di Firenze Invitano la cittadinanza alla present...
Fabrizio Cucchi . 19 Maggio 2024
Il difficile processo di decolonizzazione non può dirsi ancora compiuto. Per non parlare qui dei fenomeni colonialistici che hanno preso piede negli ultimi 30-40 anni, molte aree del terzo mondo sono ancora direttamente sotto il completo e formale co...

Galleria DEA su YouTube