DEApress

Monday
Nov 23rd
Text size
  • Increase font size
  • Default font size
  • Decrease font size

E' una vera crisi? oppure voluta?

E-mail Stampa PDF

Siamo in un mondo in crisi. Siamo in una Italia in crisi. Siamo in una Europa in crisi?

Una crisi spuntanta dal nulla, il primo segnale si è avuto nel 2008/9 poi una ripresa annunciata (a scopo elettorale) ed ora un nuovo allarme sociale: abbiamo già superato il deficit del 2009. L'anno scorso la crisi era sotto tono ora è divantata una situazione drammatica, da suicidio. C'è da chiedersi da dove se la sono tirati fuori questa crisi, così prorompente, tanto che i piccoli industriali e le medie aziende che sono (erano) considerati il bene del nostro consumo produttivo non riescono più ad avere prestiti (anticipi od altro) bancari, non solo per investire ma anche per poter pagare i lavoratori.
Probabilmente (analisi personale del problema) questa crisi è stata voluta dal sistema bancario internazionale e da una politica vecchia e fatiscente che non ha più idee innovative ma va a rimorchio delle riforme.
Questa crisi 2012 rischia di fare più morti di una guerra.
Ecco, mi viene da pensare che questa è una "guerra fredda" fatta per scatenare la crisi umana per poi portare gli individui ad una esasperazione tale che il singolo soggetto potrà esere pronto a tutte le scelte gli verranno offerte come soluzione dal capitalismo. Tutte!

Sì anche una guerra potrebbe diventare giusta e rassicurante. Se c'è una trama ci sarà anche un ordito capare di ridurre  un intero paese ad andare a colonizzare i paesi più poveri. Tutti siamo allo sfascio e i professori cosa possono insegnarci?

Forse per gli intellettuali c'è una soluzione verbale ma per noi poveri cosa resta? Basta la dignità di non abbandonare la nave mentre affonda? Mi viene voglia di migrare.

Share

Ultimo aggiornamento ( Venerdì 04 Maggio 2012 17:50 )  

Concorsi & Festival

https://zonadiguerra.ch/

Ultime Nove

Silvana Grippi . 22 Novembre 2020
E’ ripresa la guerra nel Sahara Occidentale: si fronteggiano il  Fronte Polisario (movimento politico e militare del popolo saharawi) e il regno del Marocco. C'è in ballo un referendum spostato in continuazione e una delusione continua di spera...
DEApress . 22 Novembre 2020
IL POTERE DELLA CONTESTAZIONE IN PERU’ Grazie alla forza della protesta il golpe parlamentare sembra essere stato sventato, all’interno di un sistema politico corrotto e di una crisi di rappresentanza che dura da anni. In conseguenza alla mobilitaz...
Ni Weijun . 21 Novembre 2020
Oggi sono andata alla manifestazione alla stazione di S.M Novella. Ho fatto un'intervista a Antonella Bundu e foto.  
Fabrizio Cucchi . 21 Novembre 2020
  Questa seconda ondata di infezioni da coronavirus stà mettendo in luce vecchi problemi della società e della sanità italiana (e mondiale) oltre a creare dei nuovi problemi. Per dare una risposta "dal basso" a tutto ciò, quest'oggi, in circa...
Ni Weijun . 20 Novembre 2020
Il teatro cinese - Opera di Pechino Interessante recupero storico del teatro cinese e dell'Opera di Pechino famoso in tutto il mondo. Nell’antica Cina il teatro si avvaleva del canto, la danza e l’arte mimica. Le prime testimonianze di ...
Fabrizio Cucchi . 19 Novembre 2020
Mentre il paese mediorentale stà affrontando, oltre alla pandemia, agli strascichi della guerra civile e alla crisi economica, anche una grave serie di incendi (1) che stanno distruggendo il già scarso e già provato patrimonio forestale dello stato, ...
Silvana Grippi . 19 Novembre 2020
Tensione al confine con la Mauritania tra l’esercito del Marocco e il Fronte del Polisario.   Sulla linea di Guerguarat, piccolo insediamento che segna un confine del Maghreb, si sta giocando il futuro del popolo saharawi. Alle prime luci de...
DEApress . 19 Novembre 2020
Recensione del "Il Manifesto"
DEApress . 19 Novembre 2020
Zona di Guerra propone il seguente articolo https://zonadiguerra.ch/2020/11/19/siria-nuovo-attacco-di-isis/

Galleria DEA su YouTube