DEApress

Thursday
Nov 26th
Text size
  • Increase font size
  • Default font size
  • Decrease font size

EX - Meccanotessile a Firenze

E-mail Stampa PDF

1620975_10202424023954397_157714793_n.jpg

 

Ieri insieme ad altri fotografi/e siamo andati a visionare l' EX Meccanotessile dove fra pochi giorni dovrebbero iniziare i lavori (cosi hanno pubblicato). Un insieme di strutture fatiscenti e allagate. Una signora moto gentile ci ha raccontato che sotto il fabbricato passa una arteria che sbocca in Arno (Firenze è piena di fiumi sotterraneo), un'altro fiumiciattolo sotterraneo (o reso tale dall'uomo).
L'interno del fabbricato è stupefacente! pieno di murales artistici e tanti gatti (colonia felina protetta). C'è anche un cedro del Libano e un' albero già fiorito forse di prugne. La struttura è stata denominata "la cattedrale nel deserto" ed è uno dei tanti "buchi neri" della politica fiornentina, Attualmente è in attesa che la ditta vincitrice dell'appalto inizi i lavori.
Ci auguriamo che non abbattino tutti gli alberi e che salvino il cedro del Libano. Ci raccontano che anche la parte iniziale chiamata "le stanze del Cioni" verrà abbattuta, ma non si sa se che fine faranno gli altri capannoni. Diventeranno Centro d'arte permanente? Ora è tutto nell'abbandono e nell' attesa.
Forse rientrava in uno dei "centro progetti" che Firenze e il suo sindaco vantavano. Ora dicono che questa settimana iniziano i lavori di ristrutturazione per rendere, finalmente, l'area della vecchia fabbrica Meccanotessile un gioiello con una vasta area di verde pubblico. Staremo a vedere!

«...Partire dalle cattedrali nel deserto, dai luoghi simbolo in cui si concentrano aspettative e programmi, è una concezione superata di fare cultura: ci si concentra sul contenitore e il contenuto viene dopo.È un approccio vecchio. Partiamo invece dai contenuti. Firenze ha decine e decine di cinema chiusi, spazi da utilizzare e animare in un´ottica contemporanea. Voglio partire da questi luoghi. Con una ricognizione creativa, con una mappa per poi programmare l´incontro con i produttori di contenuti.
Dall´Oltrarno, fino a piazza Annigoni, a cui sto pensando per iniziative per i giovani».

Una vecchia affermazione, quindi come possiamo vedere, passano i sindaci ma nulla cambia.

Eccovi l'ultimo comunicato stampa - 31 gennaio 2014 - del Comune di Firenze:

E’ terminata la procedura di gara per la realizzazione del giardino nell’area dell’ex Meccanotessile: a vincere è stata la “Apicon Consorzio Stabile” di Reggio Emilia che si è aggiudicata l’appalto da un milione e 600 mila euro. La gara, aperta a dicembre scorso, aveva ‘attratto’ un centinaio di imprese da tutta Italia. Adesso dovrà trascorrere un mese, come previsto dalla legge, per consentire agli altri partecipanti di effettuare eventuali ricorsi. Alla fine di questo periodo si procederà alla stipula del contratto e si potranno avviare i lavori. La durata prevista è di 120 giorni. Nel frattempo l’amministrazione approfitterà per eseguire la bonifica da alcuni ordigni bellici sepolti nella zona, scoperti dalla verifica della documentazione militare relativa ai bombardamenti effettuati nel secondo conflitto mondiale con obiettivo le Officine Galileo e che hanno interessato la mattina dell’ 11 marzo 1944 proprio la zona dell’ex Meccanotessile. La bonifica inizierà la prossima settimana con l’utilizzo di una ditta specializzata a livello nazionale in lavori di questo tipo Il nuovo giardino sarà grande 5.700 mq distribuiti tra via Santelli e via Cocchi, un grande triangolo già libero da costruzioni e manufatti che diverrà un piccolo parco con prati, alberi, una grande vasca, panchine, fontanelli, giochi per bambini ed aree attrezzate per giovani e adulti. Tra gli interventi previsti ci sono la sostituzione della recinzione esistente, che compromette la continuità visiva, con una nuova che avrà carattere di maggior trasparenza, mentre per quanto riguarda le alberature, che saranno di tipo caduco, in via Santelli ed via Cocchi saranno utilizzate piante molto grandi, mentre in corrispondenza del fronte del capannone industriale saranno utilizzati alberi di taglio più modesto. Le attività ricreative previste negli ampi spazi a verde sono state individuate in base alle indicazioni fatte presenti dai cittadini ed emerse negli incontri con i residenti: aree giochi per bambini, area pic-nic, una grande area a prato e una zona per i giovani con street basket e sedute per la sosta. Fonte: Comune di Firenze - Ufficio Stampa
Leggi questo articolo su: http://www.gonews.it/2014/ex-meccanotessile-termina-la-procedura-di-gara-presto-lavvio-dei-lavori-per-il-giardino/#.UwIb3GJ5Oaw

Share

Ultimo aggiornamento ( Venerdì 28 Marzo 2014 13:13 )  

Concorsi & Festival

https://zonadiguerra.ch/

Ultime Nove

Silvana Grippi . 25 Novembre 2020
Marcello aveva un carattere combattivo.  Portava avanti battaglie faticose ma sempre in prima fila per i diritti di Rom e Sinti. Senza di te sarà  più  dura la strada dei diritti zingari. 
Giovanni Vessella . 25 Novembre 2020
SEGNALI DI “SPERANZA” IN GUATEMALA Dalla Colombia al Cile passando per il Perù, cresce la protesta anti-governativa dei popoli latinoamericani. Sabato 21/11 centinaia di manifestanti hanno dato alle fiamme un'ala del parlamento per chiedere le dimi...
simone fierucci . 25 Novembre 2020
Divulghiamo il documento finale del convegno dei rappresentanti del popolo Rom tenutosi a Roma nei giorni 28 e 29 Settembre 2020.     Questo è il documento con il quale le delegazioni di Rom che si sono incontrate a Roma il 28 e ...
Silvana Grippi . 25 Novembre 2020
Per raccontare la città serve una rappresentazione filosofica e un realismo visionaro. Il paesaggio urbano fotografato e alcuni libri possono portarci ad un'analisi dei luoghi e poi alla descrizione. Dopo aver letto Benjamin, Sebald e Ballard so che ...
Silvana Grippi . 25 Novembre 2020
 
Silvana Grippi . 25 Novembre 2020
Mostra fotografica La Birmania - di Mariella Croce Galleria DEA Firenze - foto Archivio DEApress/20!3
Ni Weijun . 24 Novembre 2020
Un nuova conquista del governo cinese: è partito un satellite dalla Cina per un nuovo viaggio verso la Luna, con la Missione Chang'e- 5. L'obiettivo è quello di raccogliere delle rocce lunari per portarle a terra e studiarle. Un viaggio importante ...
Silvana Grippi . 24 Novembre 2020
Silvana Grippi . 23 Novembre 2020
E’ ripresa la guerra nel Sahara Occidentale: si fronteggiano il  Fronte Polisario (movimento politico e militare del popolo saharawi) e il regno del Marocco. C'è in ballo un referendum spostato in continuazione e una delusione continua di spera...

Galleria DEA su YouTube