DEApress

Monday
Oct 26th
Text size
  • Increase font size
  • Default font size
  • Decrease font size

Firenze, architettura e comunità di Alberto Di Cintio

E-mail Stampa PDF

 

 

Giovedi 16 alle ore 18  si è tenuta al Caffè Letterario delle Murate la presentazione del nuovo libro del professor Alberto Di Cintio Firenze, architettura e comunità. Editrice Edifir.

Davanti ad un interessato e folto pubblico si sono susseguiti, in presenza dell'Autore, i relatori:
prof.ssa Mariella Zoppi,  Luigi Dei - Rettore dell'Università di Firenze-  e il presidente 
del Consiglio Regionale Eugenio Giani. Il tema dell'Evento è stato posto come superamento delle problematiche sociali di Firenze: quale nuova architettura 'umana' per la città?

Riprendendo l'argomento del libro, Di Cintio ha ricordato l'esempio di insegnamento luminoso che è stato il prof. Cetica, recentemente scomparso; quindi ha sottolineato quanto il progetto della riqualificazione del vecchio complesso delle Murate abbia aperto un'era di rispetto ambientale, ecologico e strutturale da tenere sempre in considerazione.

L'intervento della prof. Zoppi ha confermato la non più procastinabile necessità di usufruire di una città d'arte come Firenze in maniera  favorevole alle relazioni umane.

Al giorno d'oggi è frequente la disumanizzazione della metropoli. Invece Firenze deve essere d'esempio di inserimento civico negli aspetti architettonici ed umani insieme. Interessanti, sotto questo profilo, gli esempi del buon vivere di periferie strutturate come Novoli. Il Rettore Dei ha sottolineato,.come proprio la pandemia del Covid, ha snaturalizzato il Centro e le periferie, accentuando il divario sociale e l'estraneità. Da ora in poi, il punto di non-ritorno del problema demografico: troppi abitanti in poco spazio adeguato, risorse sul finire, inquinamento del territorio. A questo s'è riferito anche il presidente Giani. La sfida non è solo della città metropolitana di Firenze. La sfida si gioca anche in Europa; si auspica un governo trans-nazionale, che si impegni verso due obbiettivi raggiungibili: Comunità e Pianificazione. Dal Piano Regolatore su Firenze del 1962 ad opera di Detti, molte cose hanno stravolto la città ma fortunatamente anche coinvolto. Lo sviluppo s'è incalanato verso il Nord-Ovest, sia a livello comunale che  intercomunale. Uno dei fattori che " salverà"  la città sarà senz'altro la trasformazione degli abitanti da semplici cittadini ad attori in ogni parte.

 

9788879709644.jpg

 

 

 

 

Share

Ultimo aggiornamento ( Venerdì 02 Ottobre 2020 16:37 )  

Concorsi & Festival

https://zonadiguerra.ch/

Ultime Nove

Silvana Grippi . 26 Ottobre 2020
Antonella è stata sfrattata dalle case delle Minime e oggi un centinaio di sostenitori si sono riuniti in Piazza Signoria per manifestare sdegno e per darle solidarietà con un intervento del Targetti per spiegare l'accaduto del 21 ottobre 2020. &nbs...
DEApress . 26 Ottobre 2020
  Fonte Comunicazioni solidali Il passo del Gargarat è chiuso dalle donne saharawi che offrono datteri e latte. El Gargarat è un punto di passaggio illegale nel Sahara occidentale occupato tra il confine di Mauritania e Sahara occidental...
Silvana Grippi . 25 Ottobre 2020
CROWDFUNDING PER LA LIBERTÀ DI STAMPA Centro socio-culturale D.E.A.onlus - FirenzeIBAN IT93Q0760102800000026574509 -  Conto Corrente Postale n° 26574509 (Bonifico)causale: Contributo Centro di Documentazione/Archivio Cari lettori e lettrici&nb...
DEApress . 25 Ottobre 2020
~ ~ ~ ~ ~ ~ Ho capito che non ti voglio solo bene quando dentro a quegli occhi di mare ho scorto i ghiacciai Quando vivendoti in una giornata di sole, ho visto gli acquazzoni che nascondi L'ho capito quando dietro la tua risata ...
DEApress . 24 Ottobre 2020
. Napoli brucia Napoli apre la contraddizione di un virus che esiste, c’è ed è pericoloso ed uno Stato che più che prendere provvedimenti seri ed adeguati è stato per mesi il pane quotidiano dei creatori di meme.Non si può scegliere se morire di fa...
DEApress . 24 Ottobre 2020
Sahara occidentale - Tensione tra Marocco e RASD La “ferita” del Sahara ccidentale, è ancora lungi dall’essere sanata, infatti è di queste settimane la notizia delle crescenti tensioni tra la monarchia Alawita che occupa il territorio e il Fronte Po...
Ni Weijun . 24 Ottobre 2020
Xi Jinping in questo periodo,  è l'uomo più in vista ma anche il più ascoltato nel mondo. Nel suo ultimo discorso ha dichiarato che la terra è di tutti e vuole la pace mondiale e lo ha detto con fermezza affermando anche che sarà attenz...
DEApress . 24 Ottobre 2020
ZONA DI GUERRA PROPONE IL SEGUENTE VIDEO https://zonadiguerra.ch/2020/10/20/la-fine-di-muammar-gheddafi/
Fabrizio Cucchi . 23 Ottobre 2020
Il Presidente del Consiglio, Conte ha ripetutamente affermato di non volere un nuovo lockdown nazionale, ma ha da sempre sostenuto che potrebbe esserci costretto...Una delle particolarità di ogni politico, è l'attitudine a evitare ogni responsabilità...

Galleria DEA su YouTube