DEApress

Monday
Oct 26th
Text size
  • Increase font size
  • Default font size
  • Decrease font size

CoronaVirus nei campi profughi saharawi

E-mail Stampa PDF

Il Comitato della salute della RASD comunica che il Corona Virus è arrivato anche ai campi profughi.

Nelle tendopoli è iniziata una azione informativa e formativa e strutturale per la sensibilizzazione e prevenzione. Ci chiediamo quali saranno le conseguenze dell’emergenza coronaVirus nei campi profughi saharawi?

Terribili le condizioni in cui 173.600 persone circa vivono nei cinque campi profughi a Tindouf nel sud dell'Algeria.

La gente saharawi sopravvive nel deserto grazie agli aiuti internazionali e per la vita sociale che li rende uniti. Questa vita semplice è il loro modo di sopravvivere alle intemperie e alla speranza per un ritorno.Dipendenti per lo più dagli aiuti internazionali e impossibilitati a tornare nelle loro case nel Sahara Occidentale sotto occupazione marocchina. L’emergenza coronavirus può avere sulla comunità effetti devastanti, e spezzarne i legami e la forza collettiva dato che i saharawi vivono con poco e condividono tanto .  

Mohamed Ali ci ha inviato un messaggio: «La prevenzione è la nostra speranza, per il momento restiamo tutti in casa, ma sono preoccupato per le persone che vivono nel campo. Aspettiamo e vediamo! ». Non abbiamo dati dati dei campi profughi a Tindouf.  In questi ultimi mesi la vita è diventata difficile e non potersi incontrare a prendere un té o a parlare fra noi ci crea seri problemi.

Qui di seguito i dati generali del Marocco e dell'Algeria

Marocco

Confermati
21.387
Guarigioni
17.066
Decessi
327

Algeria 

 

Confermati
28.615
+642
Guarigioni
19.233
Decessi
1.174

 

 

Share

Ultimo aggiornamento ( Giovedì 30 Luglio 2020 10:28 )  

Concorsi & Festival

https://zonadiguerra.ch/

Ultime Nove

DEApress . 26 Ottobre 2020
  Fonte Comunicazioni solidali Il passo del Gargarat è chiuso dalle donne saharawi che offrono datteri e latte. El Gargarat è un punto di passaggio illegale nel Sahara occidentale occupato tra il confine di Mauritania e Sahara occidental...
Silvana Grippi . 25 Ottobre 2020
CROWDFUNDING PER LA LIBERTÀ DI STAMPA Centro socio-culturale D.E.A.onlus - FirenzeIBAN IT93Q0760102800000026574509 -  Conto Corrente Postale n° 26574509 (Bonifico)causale: Contributo Centro di Documentazione/Archivio Cari lettori e lettrici&nb...
DEApress . 25 Ottobre 2020
~ ~ ~ ~ ~ ~ Ho capito che non ti voglio solo bene quando dentro a quegli occhi di mare ho scorto i ghiacciai Quando vivendoti in una giornata di sole, ho visto gli acquazzoni che nascondi L'ho capito quando dietro la tua risata ...
DEApress . 24 Ottobre 2020
. Napoli brucia Napoli apre la contraddizione di un virus che esiste, c’è ed è pericoloso ed uno Stato che più che prendere provvedimenti seri ed adeguati è stato per mesi il pane quotidiano dei creatori di meme.Non si può scegliere se morire di fa...
DEApress . 24 Ottobre 2020
Sahara occidentale - Tensione tra Marocco e RASD La “ferita” del Sahara ccidentale, è ancora lungi dall’essere sanata, infatti è di queste settimane la notizia delle crescenti tensioni tra la monarchia Alawita che occupa il territorio e il Fronte Po...
Ni Weijun . 24 Ottobre 2020
Xi Jinping in questo periodo,  è l'uomo più in vista ma anche il più ascoltato nel mondo. Nel suo ultimo discorso ha dichiarato che la terra è di tutti e vuole la pace mondiale e lo ha detto con fermezza affermando anche che sarà attenz...
DEApress . 24 Ottobre 2020
ZONA DI GUERRA PROPONE IL SEGUENTE VIDEO https://zonadiguerra.ch/2020/10/20/la-fine-di-muammar-gheddafi/
Fabrizio Cucchi . 23 Ottobre 2020
Il Presidente del Consiglio, Conte ha ripetutamente affermato di non volere un nuovo lockdown nazionale, ma ha da sempre sostenuto che potrebbe esserci costretto...Una delle particolarità di ogni politico, è l'attitudine a evitare ogni responsabilità...
DEApress . 23 Ottobre 2020
  Pubblichiamo un vecchio articolo di Michele Azzu - Per ricordare: Sgomebero a Bologna Oggi mi sono vergognato di vivere a Bologna.   "Hanno usato i manganelli contro le mamme". Vetri spaccati, e ancora urla: "Pagherete tutti"...

Galleria DEA su YouTube