DEApress

Wednesday
Jan 20th
Text size
  • Increase font size
  • Default font size
  • Decrease font size

Il Marocco e Il Fronte del Polisario

E-mail Stampa PDF

E’ ripresa la guerra nel Sahara Occidentale: si fronteggiano il  Fronte Polisario (movimento politico e militare del popolo saharawi) e il regno del Marocco.
C'è in ballo un referendum spostato in continuazione e una delusione continua di speranze negate.

Da qui nascono le controversie.

Riassumiamo facendo la storia a ritroso: la questione del Sahara Occidentale in grandi linee si può far risalire al 1975, quando il governo del Marocco organizza una Marcia verso il territorio saharawi per impossessarsi delle risorse minerarie e inviando circa 200mila persone con la speranza di ripopolare quelle zone. Nel 1991 in accordo tra le parti c’è stato il “cessate il fuoco” ma restando in attesa del referendum per l’autodeterminazione. Purtroppo da allora i profughi fuggiti dai territori occupati in quel lontano anno (1991) attendono di riunirsi alle loro famiglie.

La Minurso ( la missione ONU sul luogo) che avrebbe avuto il compito di vigilare sulla tregua e di organizzare il referendum non ha fatto niente di ciò che avrebbe dovuto per portare il popolo saharawi a decidere del proprio destino.

Per chi conosce i saharawi da anni ci si aspettava una soluzione, questa è un’ennesima prova difficile da digerire per le continue privazioni di questa gente costretta a vivere in un luogo inospitale.

Un deserto caldissimo e anche freddissimo che ultimamente ha visto anche piogge torrenziali distruggere i piccoli villaggi fatti di terra.

Naturalmente Guarguarat e i blocchi fatti dalla gente esasperata che ha visto arrivare l’esercito marocchino per sgomberare il passo, ha decretato la rottura della tregua e ora staremo a vedere cosa succederà.

Share

Ultimo aggiornamento ( Lunedì 23 Novembre 2020 21:06 )  

Concorsi & Festival

https://zonadiguerra.ch/

Ultime Nove

Silvana Grippi . 20 Gennaio 2021
Il CENTRO STUDI D.E.A onus è a disposizione di Studenti, Laureandi, Laureati, Dottorandi e Ricercatori.   Scrittori, Free Lance, Artisti e Creativi Per info redazione@deapress.com
Silvana Grippi . 19 Gennaio 2021
RICEVIAMO E PUBBLICHIAMO:   Buongiorno, inviamo, in allegato, il comunicato stampa relativo alle riaperture degli spazi delle Gallerie degli Uffizi e alcune immagini sulla riapertura del Giardino di Boboli di oggi. Il Giardino di Boboli...
Silvana Grippi . 19 Gennaio 2021
In Sicilia, dal VIII al X secolo d.c., la poesia ha svolto un ruolo importante, alcune fonti ricordano come i sovrani e i ceti benestanti si appropriarono di questa forma di cultura popolare e la fecero diventare mezzo di esaltazione del potere ad op...
Ni Weijun . 18 Gennaio 2021
Sono state avvistate circa 400 cicogne nere in una riserva naturale inTibet, ai confini della Cina. Questo animale è molto raro e in pericolo di estinzione, anche a causa della caccia e della distruzione dell'ambiente naturale. Si stima che ne siano ...
Ni Weijun . 18 Gennaio 2021
             (le facce dei manifestanti sono state oscurate per rispetto della privacy) Ni Weijun/DEApress
Edoardo Todaro . 18 Gennaio 2021
    Christian Frascella: “ CADAVERI A SONAGLI “ Cristian Frascella accantona il suo personaggio di successo, il detective Contrera, e rimanendo all’interno del genere, il nor, passa completamente ad altro. Dall’accentrare l’attenzione ...
DEApress . 17 Gennaio 2021
Pubblichiamo come DEApress un’interessante intervista di Sara Ortega  al giovane regista palestinese  Ameen Nayfeh per il sito palestinalibre .org . IL suo film di esordio “200Meters” parla della tragedia che molti palestinesi vivono nel te...
DEApress . 16 Gennaio 2021
La Fondazione Italiana Bioarchitettura  esprime soddisfazione circa l'esito della risposta del Ministero sulla richiesta di intervento sullo Stadio Franchi. Soddisfatti perché l'applicazione delle nuove disposizioni di legge hanno trovato da par...
Ni Weijun . 16 Gennaio 2021
Continuano le scoperte archeologiche in cina. Un anno fa un gruppo di tombe appartenenti alla nobiltà dello stato di Zeng e risalenti al Periodo delle Primavere e degli Autunni, tra il 770 e il 476 a.C., rinvenute nella provincia centrale dello Hubei...

Galleria DEA su YouTube