DEApress

Monday
Oct 26th
Text size
  • Increase font size
  • Default font size
  • Decrease font size

Roma: sit-in per legge sulla cittadinanza

E-mail Stampa PDF

16472936_1386811911369990_2314582225667966355_n.jpg

Il disegno di legge che riforma la cittadinanza italiana ha ricevuto la sua approvazione dalla Camera nell’ottobre 2015: nuova legge che introdurrebbe il cosiddetto “ius soli temperato” con il quale otterrebbero la cittadinanza i figli di immigrati nati in Italia o a quelli arrivati in giovane età che abbiano frequentato almeno per cinque anni la scuola italiana.

Il 14 gennaio 2016 è stato approvato in Senato il DDL 1871 sullo “ius soli sportivo”, che non attribuisce la cittadinanza ma attua unicamente “disposizioni per favorire l’integrazione sociale dei minori stranieri residenti in Italia mediante l’ammissione nelle società sportive appartenenti alle federazioni nazionali, alle discipline associate o agli enti di promozione sportiva”.

La riforma della legge sulla cittadinanza, approvata ormai più di un anno fa dalla Camera, è rimasta invece in sospeso; come in sospeso è rimasto anche il milione di giovani italiani di fatto, ma non di diritto, che aspetta di vedere qualche progresso.

Tra questi c’è chi si fa avanti per ricordare la situazione e cercare di velocizzare l’iter che sembra prendere pieghe più larghe anche con il passaggio in commissione Affari Costituzionali, al momento priva di presidente dopo che la senatrice Finocchiaro è passata al governo. Per evitare una stagnazione, da ieri i ragazzi della nuova campagna “Italiani senza cittadinanza” e le associazioni di “L’Italia sono anch’io” organizzano un sit-in permanente in piazza del Pantheon con cartelli a forma di passaporti italiani. Intendono organizzarne uno ogni martedì di febbraio fino a che non siano stabiliti tempi certi per l’approvazione della legge, ma potrebbe volerci tempo per accordarsi su una legge che vede forti resistenze in Parlamento.

Share

Ultimo aggiornamento ( Mercoledì 08 Febbraio 2017 12:41 )  

Concorsi & Festival

https://zonadiguerra.ch/

Ultime Nove

DEApress . 26 Ottobre 2020
  Fonte Comunicazioni solidali Il passo del Gargarat è chiuso dalle donne saharawi che offrono datteri e latte. El Gargarat è un punto di passaggio illegale nel Sahara occidentale occupato tra il confine di Mauritania e Sahara occidental...
Silvana Grippi . 25 Ottobre 2020
CROWDFUNDING PER LA LIBERTÀ DI STAMPA Centro socio-culturale D.E.A.onlus - FirenzeIBAN IT93Q0760102800000026574509 -  Conto Corrente Postale n° 26574509 (Bonifico)causale: Contributo Centro di Documentazione/Archivio Cari lettori e lettrici&nb...
DEApress . 25 Ottobre 2020
~ ~ ~ ~ ~ ~ Ho capito che non ti voglio solo bene quando dentro a quegli occhi di mare ho scorto i ghiacciai Quando vivendoti in una giornata di sole, ho visto gli acquazzoni che nascondi L'ho capito quando dietro la tua risata ...
DEApress . 24 Ottobre 2020
. Napoli brucia Napoli apre la contraddizione di un virus che esiste, c’è ed è pericoloso ed uno Stato che più che prendere provvedimenti seri ed adeguati è stato per mesi il pane quotidiano dei creatori di meme.Non si può scegliere se morire di fa...
DEApress . 24 Ottobre 2020
Sahara occidentale - Tensione tra Marocco e RASD La “ferita” del Sahara ccidentale, è ancora lungi dall’essere sanata, infatti è di queste settimane la notizia delle crescenti tensioni tra la monarchia Alawita che occupa il territorio e il Fronte Po...
Ni Weijun . 24 Ottobre 2020
Xi Jinping in questo periodo,  è l'uomo più in vista ma anche il più ascoltato nel mondo. Nel suo ultimo discorso ha dichiarato che la terra è di tutti e vuole la pace mondiale e lo ha detto con fermezza affermando anche che sarà attenz...
DEApress . 24 Ottobre 2020
ZONA DI GUERRA PROPONE IL SEGUENTE VIDEO https://zonadiguerra.ch/2020/10/20/la-fine-di-muammar-gheddafi/
Fabrizio Cucchi . 23 Ottobre 2020
Il Presidente del Consiglio, Conte ha ripetutamente affermato di non volere un nuovo lockdown nazionale, ma ha da sempre sostenuto che potrebbe esserci costretto...Una delle particolarità di ogni politico, è l'attitudine a evitare ogni responsabilità...
DEApress . 23 Ottobre 2020
  Pubblichiamo un vecchio articolo di Michele Azzu - Per ricordare: Sgomebero a Bologna Oggi mi sono vergognato di vivere a Bologna.   "Hanno usato i manganelli contro le mamme". Vetri spaccati, e ancora urla: "Pagherete tutti"...

Galleria DEA su YouTube