DEApress

Wednesday
Dec 07th
Text size
  • Increase font size
  • Default font size
  • Decrease font size

Asl chiede sgombero Luzzi

E-mail Stampa PDF

 

Casa Luzzi è di nuovo al centro del mirino.

Lo scorso 9 gennaio la Asl ha inoltrato alle questure, prefetture e procure di Sesto Fiorentino e Vaglia, oltre che ai rispettivi sindaci delle città, una nuova richiesta di sgombero forzato per il Luzzi, l’ex centro sanitario di cui la Asl è proprietaria.

Lo stabile è abitato dal 2006, da centinaia di persoine, il cui numero è cresciuto negli ultimi tempi.

L’azienda manifesta la sua preoccupazione per quello che definisce un ‘irreversibile degrado della struttura e chiede di usare il pugno di ferro.

La scelta sarebbe dettata da motivi di sicurezza.

Questo però non è l’atteggiamento che la Regione Toscana vuol tenere. Per l’assessore regionale alle politiche sociali Gianni  Salvatori, lo sgombero forzato sarebbe un grave errore.

La regione aveva avuto un incontro con una delegazione degli abitanti del Luzzi, nel quale si era ipotizzato l’abbandono volontario dell’edificio da parte dei suoi oltre 200 occupanti nello scorso novembre. L’ipotesi non si è poi realizzata ma l’istituzione  manitiene la sua linea e si è attivata per garantire la sistemazione a 70 persone, tutte famiglie con bambini.

Atteggiamenti contrastanti, in questo quadro si inseriscono anche i comuni, soprattutto quello di Sesto, il più preoccupato dato che lo stabile è nel ‘suo’ territorio.

Proprio a Sesto venerdì 15 febbraio a partire dalle ore 15,30 presso la Saletta del V maggio si terrà il consiglio comunale che avrà all’ordine del giorno il ‘Caso Luzzi’.

Durante il consiglio verrò discusso l’argomento verranno fatte proposte per ‘risolvere’ il problema, se con pugno di ferro o con mano aperta tesa in aiuto, è ancora da vedere.

 

Matteo Gazzarri-DEApress

Share

 

Concorsi & Festival

https://zonadiguerra.ch/

Ultime Nove

Silvana Grippi . 07 Dicembre 2022
      Presentazione del libro "Per tutte per ciascuna, per tutti per ciascuno" di Filippo Kalomenidis  ospite nella città di Trento il 6 dicembre 2022.   "Il Dipartimento di Sociologia e Ricerca Sociale (DSRS) nas...
Silvana Grippi . 07 Dicembre 2022
Il 15 dicembre 2022, presso la Biblioteca delle Oblate di Firenze, si terrà la presentazione del libro: "Io e Cencio. Il movimento degli Arditi del Popolo dal 1919 al 1922"di Pierluigi Gatteschi a cura del centro socio-culturale D.E.A. e dell'A.N...
Silvana Grippi . 07 Dicembre 2022
  L'Associazione Novoli Bene Comune e la Casa Editrice D.E.A. presentano: Presentazione del libro "La storia infinita, l'Urban Center di Novoli" di Alberto di Cintio. Presso Le Murate, Caffè Letterario   Interverranno: L'autore Albe...
DEAPRESS . 07 Dicembre 2022
Mostra di M.C. Escherdal 20 ottobre 2022 al 23 marzo 2023, al Museo degl'Innocenti di Piazza Santissima Annunziata Una mostra antologica con circa 200 opere e i lavori più rappresentativi dell'artista, che si configura anche come primo grande even...
DEAPRESS . 07 Dicembre 2022
Riceviamo e pubblichiamo: “Il casolare sull’aia”: debutto letterario  di Paola Sbarbada Ferrari Il romanzo di Paola Sbarbada Ferrari tra spunti autobiografici e colori musicali Un esordio autorevole, quello di Paola Sbarbada F...
Silvana Grippi . 06 Dicembre 2022
Galleria DEA onlus in Via Alfani 16/r Firenze  Mercatino di Solidarietà per finanziare Edizioni DEA   7 dicembre 2022 - 7  gennaio 2023 Info: redazione@deapress.com
Silvio Terenzi . 05 Dicembre 2022
LUCA BOCCHETTI"Vado mo'?" Ascolta il disco su SPOTIFY Fresco di pubblicazione questo nuovo disco del cantautore romano Luca Bocchetti che promette un lavoro di totale indipendenza, prodotto a casa con un Tascam 8 tracce e poi quel certo sapor...
DEAPRESS . 05 Dicembre 2022
Siamo felici di segnalare il libro "The Translingual Verse. Migration, Rhythm and Resistance in Contemporary Italian Poetry" di Alice Loda (Legenda Edizioni). Come suggerisce la bellissima citazione iniziale di Gezim Hajdari ("Ci innamoriamo delle l...
DEAPRESS . 05 Dicembre 2022
Oggi ho ricevuto quella notizia che mai avrei voluto sentire. Anche se da tempo era nell'aria un pò di insofferenza da parte della nostra presidentessa Silvana Grippi, dovuta sia al mancato interessamento da parte dell'Assessorato alla Cultura (Set...

Galleria DEA su YouTube