DEApress

Thursday
Oct 22nd
Text size
  • Increase font size
  • Default font size
  • Decrease font size

Genova 2001-Archivio DEApress

E-mail Stampa PDF

Image

 

ARTICOLO DI ARCHIVIO

2002 - Qui di seguito alcuni scatti realizzati da Silvana Grippi, come del resto quelli che pubblicheremo nei prossimi giorni e nelle prossime settimana fino ad arrivare all'anniversario di quelle giornate. Le foto di oggi sono state scattate dopo l'irruzione notturna alla Scuola Diaz, la mattina del 23 luglio (successiva alla mattanza operata da polizia e carabinieri  che portò a numerosi arresti oltre ai feriti più o meno gravi).

2016 - Dal 6 all'8 giugno si svolgerà il G8 in Germania: arresti e perquisizioni, proveddimenti di militarizzazione e zone rosse, divieti a manifestare e contrappossizione.Non possiamo che andare con la memoria al luglio del 2001 quando il G8 si svolse a Genova...

Alcuni articoli DEApress

Risultati di ricerca

Image

Interno
 

A Genova c'ero e manifestavo contro il G8, e vi dico che in tutta la mia "carriera" di contestatrice non ho mai visto tanta violenza da parte dello stato rivolto contro persone inermi. Caso unico che io conosco ed è anche la prima volta che i politici parlano di queste violenze perpetrate dalla Polizia nella caserma di Bolzaneto. Forse c'è stato anche altre volte - mi dicono Valle Giulia - ma non se ne mai parlato tanto come ora.
La morte di Carlo Giuliani ha rappresentato una svolta: ero in piazza Alimonda e vi assicuro che eravamo allibiti a guardare le forze dell'ordine che ci copriva la visione del corpo con i loro scudi. C'era rabbia ma anche compostezza da parte nostra che urlavamo la nostra rabbia dalle scale e vi assicuro che non sono passati attimi ma molto tempo (non saprei dire quanto) prima che il corpo di Carlo venisse portato via con l'ambulanza.
Il 2001 rappresenta una vera pausa di riflessione sui poteri e l'abuso dello stato che deve garantire la sicurezza di tutti. In uno stato che si dichiara democratico si può protestare e recriminare. La mia riflessione è che senza copertura politica nessun poliziotto si sarebbe mai permesso di offendere, picchiare e torturare dei giovani e mi domando: quale politico c'era dietro tutto questo? Quindi c'è la necessità di accertare le responsabilità politiche dell'accadimento - anche perché queste persone - oggi non dovrebbero essere votate - mi dispiace che questo sia usato come campagna elettorale ma ben vengano tutte le prese di posizioni, anche perché c'erano famiglie intere presenti e ai nostri figli "futuri elettori", "loro" devono dare delle risposte.
"Garantire la sicurezza" è un valore molto forte e deve essere presente in primis dalle forze dell'ordine e non usare questi momenti per "garantire la repressione sociale", quindi come gli  episodi di violenza dal parte della folla vengono condannati così pure la violenza da parte delle forze di protezione dello stato. Uno stato democratico deve salvaguardare la popolazione non fare cariche con suoni incitanti alla lotta (il manganello veniva battuto a suon di tamburo ritmato contro lo schermo di protezione e si sa che il tam tam eccita le situazioni).
La Scuola Diaz la mattina dopo era un campo di deportati, sulle lavagne c'era scritto in un italiano capibile "asesini" e poi "stano arrivare...aiuto!!! ". Le paure e le angoscie di questi giovani ragazzi stranieri che erano in quella scuola se la porteranno per tutta la vita.  
Poi  se parliamo di Bolzaneto non si può accettare la violenza "dentro le celle", ho sentito alcuni giovani che hanno riportato (ascoltate di persona) quello che gli veniva detto, alcune ragazze sono state chiamate puttane e offese sessualmente e ai ragazzi sono stati strappati addirittura gli orecchini nelle varie parti del corpo. Non tutti hanno denunciato quello che hanno subito prima di essere portati in cella e ci bastano i racconti depositati per renderci conto della bassezza.
Torture, lesioni, minacce e abuso queste sono le accuse che non si toglieranno mai d'addosso quei polizziotti presenti. Le aule giudiziarie non bastano a fare giustizia, questa volta la giustizia ha parlato attraverso le testimonianze e le immagini dei "nuovi media" ed è bene che si continui a vedere i documenti in video. La giustizia questa volta è passata attraverso la comunicazione e non l'azione: è bene che se ne parli ancora perché ciò non deve più succedere.

Image

Image
 

Share

Ultimo aggiornamento ( Domenica 19 Luglio 2020 10:38 )  

Concorsi & Festival

https://zonadiguerra.ch/

Ultime Nove

DEApress . 21 Ottobre 2020
BOLIVIA ELEZIONI OTTOBRE 2020 Alla fine di una feroce polemica interna la Bolivia si appresta ad eleggere un presidente che dovrebbe continuare l’eredità di Evo Morales, che dopo i presunti brogli elettorali del 2019 si era rifugiato all’estero, su ...
DEApress . 21 Ottobre 2020
  Gio Molina "Artista Plástico"   Artista palestino plasma su arte en nopales, en Querétaro. Como calificas su obra del 1 al 10..... Artista palestinese plasma la sua arte in nopales a Querét...
Silvana Grippi . 20 Ottobre 2020
Un'atroce uccisione quella di Samuel Paty in Francia, colpevole solo perché in classe ha voluto spiegare la satira ai ragazzi. Il giovane professore è stato decapitato da un esaltato musulmano ceceno di 18 anni, Abdoulakh Abuyezidvich Anzorov. Samue...
Silvana Grippi . 20 Ottobre 2020
Bolivia: nessuno ne parla. Come mai non fa notizia?
Silvana Grippi . 20 Ottobre 2020
(ph. Giuseppe Varchetta)   E' morto Enzo Mari (un designer che ho amato molto in gioventù). Ora ci giunge la notizia che è morta anche la sua compagna Lea Vergine, geniale critica d'arte che definirfei fantastica e bellissima. Milano era ce...
Silvana Grippi . 20 Ottobre 2020
LA Rivista A si è diversificata da sempre per la bella impaginazione, la scelta degli articoli e per la disponibilità editoriale.  Un' uomo meraviglioso come Paolo Finzi che ha saputo dare un forte carattere alla Rivista A dove emergeva ...
DEApress . 20 Ottobre 2020
  “American gothic” icona pop dell’America di Grant Wood Spesso osservo questa opera emblematica ed ironica nella composizione (purtroppo ancora non ho ancora avuto il piacere di vederlo dal vivo) e cerco di capire chi sono i personaggi che ...
Silvana Grippi . 20 Ottobre 2020
Solidarietà  al popolo andino
Silvana Grippi . 20 Ottobre 2020
CROFUNDING PER LA LIBERTÀ DI STAMPA Cari lettori e lettrici eccovi i dati di oggi di  9 ottobre 2020 - Tot. visite: 32.289.980  - h. 9.14  n. 125 visitatori on line  17 ottobre - Tot. visite: 32.328.843 h. ...

Galleria DEA su YouTube