DEApress

Thursday
Aug 11th
Text size
  • Increase font size
  • Default font size
  • Decrease font size

Leader di Al Quaida ucciso da un drone

E-mail Stampa PDF

Il leader di Al Quaida Ayman al-Zawahri è stato ucciso nella notte tra sabato 30 luglio e domenica 31 luglio italiana, mentre era sul balcone di una casa nel centro di Kabul. L'ex leader di Al Quaida è deceduto a causa di un colpo sparato da un drone americano. Il raid che ha portato alla morte di al-Zawahri è stato pianificato per oltre sei mesi, ma, dal 1°luglio, ha subito un'accellerazione. Il via libera di Biden è arrivato il 25 luglio, dopo che il capo della CIA, William Burn e il direttore degli 007 americani, Avril Haines, avevano illustrato al Presidente USA i dettagli dell'operazione.

Al-Zawahri è stato una delle menti degli attacchi terroristici dell'11 settembre. Proprio nel corso del suo intervento, Biden s'è rivolto alle famiglie delle vittime, augurandosi che la morte del capo di Al-Quaida possa essere d'aiuto nello svoltare pagina. Il capo di Stato americano ha proseguito il discorso, dicendo che la lotta al terrorismo rimane prioritaria per gli Stati Uniti, aggiungendo che non ci saranno possibilità di scampo per i "leader di stampo terroristico". I talebani condannano invece l'operazione, ritendola una violazione dei principi internazionali e dell'accordo di Doha.

Il futuro è molto incerto per quanto riguarda i rapporti tra il "governo dei talebani" e gli Stati Uniti, considerando il fatto che, come usualmente accade in questi casi, le due parti s'incolpano a vicenda (gli USA giustificano questo attacco dicendo che i talebani hanno violato l'accordo di pace, consentendo di far entrare nel Paese al-Zawahri; i talebani ritengono invece che siano stati gli americani ad aver violato gli accordi con il raid). 

(FONTE: ANSA) 

Share

Ultimo aggiornamento ( Martedì 02 Agosto 2022 10:21 )  

Concorsi & Festival

https://zonadiguerra.ch/

Ultime Nove

simone fierucci . 09 Agosto 2022
Si è spento ieri all'età di 60 anni il regista, autore e attore  teatrale Andrea Di Bari. Organizzatore di eventi in collaborazione con la Fondazione Toscana Spettacolo, è stato uno dei più attivi protagonisti della cultura italiana e nello spec...
Silvana Grippi . 05 Agosto 2022
ONLUS e L'AGENZIA DI STAMPA D.E.A.press COME ASSOCIAZIONE DI VOLONTARIATO  AUTOPRODUCONO ARTE, ARTICOLI E FOTOGRAFIE  LAVORANO FREE PER IL BENE COMUNE DEAPRESS HA RAGGIUNTO  ad oggi 5/8/22 ore 12.30 - Tot. visite contenuti:...
Silvana Grippi . 05 Agosto 2022
  RICEVIAMO E PUBBLICHIAMO Al via dal 2 SETTEMBRE la XXIX edizione di FABBRICA EUROPA! · 22 giorni di spettacolo · 12 spazi ·  27 eventi · 11 proposte internazionali ·&...
DEAPRESS . 04 Agosto 2022
    Eccoci nuovamente! Siamo giunti alla sedicesima edizione del concorso "Mediamix", indetto dal Comune dei Firenze con l'aiuto dell'associazione Didattica-Espressione-Ambiente. Anche quest'anno, il Festival ha un sottotitolo "tracce...
Silvana Grippi . 04 Agosto 2022
"PROGETTO SAMIRA" Il Centro D.E.A.onlus Didattica Espressione Ambiente di Firenze promuove il "Progetto “Samira”: vi invitiamo a partecipare con un contributo ai nostri progetti - Banco Posta IBAN IT93 Q076 0102 8000 0002 6574 509 intestato Cen...
DEAPRESS . 04 Agosto 2022
  RICEVIAMO e PUBBLICHIAMO   "CRACKING ART. STORIES" SI SPOSTA A TRAPANI E MOZIA DOPO IL SUCCESSO A PALERMO Cracking Art. StoriesDurata: fino a domenica 11 settembre 2022Dove: Villa Regina Margherita e Torre di Li...
Silvana Grippi . 04 Agosto 2022
Riceviamo e pubblichiamo  INCONTRI D’AUTORE A LAVARONE (TN) Presentazione del libro IL PERICOLO NUCLEARE IN UCRAINA di Piergiorgio Pescali Domenica 7 agosto, ore 17.30, piazza del municipio di Lavarone (TN) Quanto è reale...
DEAPRESS . 04 Agosto 2022
Ho letto la storia di Francesco Mastrogiovanni, anarchico morto per un tso (trattamento sanitario obbligatorio) presso l'ospedale di San Luca a Vallo della Lucania.  Quello che mi ha colpito della sua storia - oltre il trattamento che gli è sta...
Fabrizio Cucchi . 03 Agosto 2022
Delle cosiddette "istituzioni totali" nessuno parla più. Eppure continuano ad esistere, ed a essere luoghi orribili, proprio perché lo scopo di molte di esse è appunto la segregazione e la reclusione. Abusi e quant'altro arrivano di conseguenza...Il ...

Galleria DEA su YouTube