DEApress

Wednesday
Feb 19th
Text size
  • Increase font size
  • Default font size
  • Decrease font size

Tex WIller, il mito in mostra

E-mail Stampa PDF

Che Tex Willer fosse un mito questo lo si sapeva da lungo tempo. Oggi che ha compiuto 70 anni di permanenza nelle edicole italiane lo è di più poichè è dura essere vegliardi nel fumetto di casa nostra. Solo la tenacia dei Bonelli poteva presagire tanta fortuna. Tant'è che oggi, a distanza di tanti anni, la Bonelli editore è fra le più attive case editrici di storie a fumetti. E così, sopravvivendo a se stessi e passando per varie avventure , si è arrivati a celebrare la festa di Tex Willer che proprio in un tempo non facile per l'Italia, appariva nelle edicole. Nelle mitiche strisce (rare e rarissime e costose), o negli albi spillati (ancora più rari e costosi) entrarono di forza in un mercato che era ben rappresentato da tanti personaggi che si ispiravano a quelli americani. Erano soprattutto avventure e storie fra il picaresco e l'esotico. Certo si leggevano anche le storie del west ma nessuno aveva avuto l'ardire di tanto fare come Gianluigi Bonelli che insieme ad Aurelio Galleppini sdogana il suo Tex Willer, graficamente molto diverso da quello che conosciamo oggi. All'inizio il segno di Galep non è definito come lo sarà in seguito. Un pò come Magnus che inizia a creare i suoi personaggi con un segno per poi definirlo in seguito e renderlo immortale come nel Tex che realizzò prima di morire. Insomma una storia incredibile, fatta di tratti, ballons e tanta ma tanta fantasia. Il mito di Tex, dell'uomo integerrimo, un pò destrorso e certamente irreprensibile, tratteggia bene l'ideale di Bonelli. Tex non è un guascone ma è un vero paladino della giustizia. Alla quale arriva anche fra scazzottate e imprecazioni varie . E poi l'idea della famiglia tutta al maschile: padre, figlio, zio Kit. Insomma ci sono tanti tratti che evocano la storia dell'italiano eroico, in qualche modo. Al Mattatoio di Roma, la mostra celebrativa allestita dalla Bonelli propone una ampia carrellata sul mito Tex. E non solo: dalle memorabilia alle rarità, dalle tavole originali alle copertine. E poi il documentario prodotto dalla stessa Bonelli. Un percorso che serve a rinfrancare la memoria e a comprendere come in Italia una impresa di fumetti possa ancora oggi avere senso ed importanza, soprattutto quando per anni tale linguaggio veniva considerato poco importante se non proprio immorale. Oggi le cose sono fortunatamente cambiate.

Share

Ultimo aggiornamento ( Mercoledì 21 Agosto 2019 15:34 )  

Concorsi & Festival

Ultime Nove

Piero Fantechi . 19 Febbraio 2020
Dal 21 al 28 Febbraio si terrà a Firenze presso la sede del Quartiere 2, Sala Bechi, Villa Arrivabene in Piazza Alberti, la Mosta Fotografica Didattica "Storia della Fotografia". La giornata conclusiva prevede un incontro con aperitivo alle ore 19,...
DEApress . 18 Febbraio 2020
MILANO | THE MALL DAL 19 AL 22 MARZO 2020 LA DECIMA EDIZIONE DIMIA PHOTO FAIR  MIA PHOTO FAIR… e dieci! La più importante fiera italiana dedicata alla fotografia, diretta da Fabio e Lorenza Castelli, si appresta a conseguire un i...
DEApress . 18 Febbraio 2020
  TEATRO POLITEAMA PRATESE Stagione teatrale 2019/2020 Sabato 22 febbraio, ore 21.00 (Turno A) Domenica 23 febbraio, ore 16.00 (Turno B) Primoatto Produzioni presenta Nancy Brilli in A CHE SERVONO GLI UOMINI? una commedia musica...
Silvio Terenzi . 18 Febbraio 2020
NEWDRESS“LEIcontroLEI” “Pallida” - Official HD Il ritorno della New Wave italiana contro ogni tipo di tendenza vive dentro segnali indipendenti portati alle cronache da realtà prestigiose come quella dei NEWDRESS. Nuovo disco, importante e ricco ...
DEApress . 18 Febbraio 2020
Non è "La vita è bella" di Roberto Benigni, ma la storia di un papà siriano. Tutti abbiamo in mente le immagini di Roberto Benigni che nel film "La Vita è bella" per non fare capire al figlioletto gli orrori dei campi di concentramento e non farlo s...
Silvana Grippi . 17 Febbraio 2020
Associazione DEAonlus -  Agenzia di stampa    Divulgazione - Formazione - Comunicazione sociale DEApress è una redazione socialmente utile  che lotta per i diritti umani e una giusta informazione Crea ini...
DEApress . 15 Febbraio 2020
Centro Socioculturale D.E.A.(Edizioni in Via degli Alfani 16/r Firenze) tel. 055243154 - redazione@deapress.com Luca Barontini - La Casa Abitata 2019 - Edizioni DEA
Fabrizio Cucchi . 15 Febbraio 2020
DEApress cerca volontari  interessati a creare un laboratorio di videogiornalismo   SCRIVETE A  REDAZIONE@DEAPRESS.COM 

Galleria DEA su YouTube