DEApress

Friday
May 24th
Text size
  • Increase font size
  • Default font size
  • Decrease font size

IL COLORE - 1

E-mail Stampa PDF

Oggi scriviamo del Colore. È la materia, la sua composizione chimica, che può essere in tre stati: liquido, gassoso o solido. Esiste la percezione del colore se esiste la luce. La luce è una fonte o sorgente di energia o esplosione energetica sia naturale che artificiale. Quella naturale è quella del sole e di tutte le stelle che conosciamo nei vari universi di galassie. Quella del sole è prodotta dall’esplosione nucleare sulla sua superficie, questa energia manda o trasmette nello spazio, in qualsiasi direzione, onde elettromagnetiche che, a contatto con la materia, vengono alcune assorbite altre respinte sempre nello spazio. Ecco che questa mitragliata di onde a contatto visivo con la iride umana (è un filtro dell’orbita oculare) dà una percezione visiva che viene filtrata nell’orbita oculare e trasmessa nel nervo ottico che raggiunge parti di cervello, che traducono la percezione in un determinato colore... ogni materia o materiale che viene raggiunto è di un colore diverso o anche simile, ma sempre con la sua caratteristica.  

I colori sono tre (3). Tutto il resto, che se ne dica, è fuffa. 

I colori di questo universo, dell’universo che conosciamo, sono tre. Il giallo, il ciano (azzurro celeste blu) e il magenta (rosso arancio, rosso rubino, carminio). Li chiamano colori primari, semplicemente perché non sono riproducibili, anzi sono i colori che compongono tutti gli altri colori. Per esempio il giallo con il magenta uguale verde. 

Io, i tre colori, li chiamo metafisici o colori universali da universo. Perché sono le tre sfumature elettromagnetiche proiettate nell’universo. Anche se la luce è bianca, ma è un errore: la luce è luce. Come l'oscurità è nero: sbagliato, oscurità è oscurità o tenebre ma non è nera...poi il nero e il bianco non sono colori. Sono sfumature. Dove il bianco respinge molte onde elettromagnetiche e il nero le assorbe. Dai colori primari (3) si passa ai secondari, 5. Sono formati dalla composizione di 2 primari. Poi si passa ai colori terziari sono la composizione di un primario e un secondario. Poi si passa alle sfumature, esempio le ocre o terre. Da Firenze a Siena nel Rinascimento si conoscevano circa 200 intensità di ocre e terre e da Siena all’Amiata altre cento, adesso le intensità delle sfumature sono decine di migliaia. Come di altri colori.

Una piccola curiosità: lo sapete che gli esquimesi per chiamare la neve quando cade o quando tocca terra usano una parola precisa. E hanno nel loro corto vocabolario 23 parole tutte diverse tra loro per descrivere Neve. Noi evoluti occidentali non so quante parole conosciamo diverse tra loro per definire la neve, forse 6 o 7. Loro 23. E per definire bianco? Noi evoluti, mi gioco la mia squadra, nella Crusca abbiamo più di 10 parole per Bianco, max 11 parole. Gli esquimesi molte molte più di noi. Ma questa parentesi era solo una piccola curiosità, vera!

Nel pianeta terra esistono 2 emisferi. Uno boreale (la calotta polo nord) e uno australe (polo sud). I colori sono gli stessi, ma le loro considerazioni e  applicazioni sono diverse. Esempio semplice: il giallo, nell’emisfero boreale, è il colore della ricchezza, della gelosia, dell’inganno, ecc ecc.; nel sud del mondo è tutto diverso. Basta chiedere a un brasiliano o sudafricano, addirittura sono i colori del loro orgoglio e della loro bandiera. E i veri colori dell’Australia  non sono quelli dei coloni imperialisti britannici (Union Jack: blu rosso bianco), ma i colori giallo e verde della maglia della squadra di rugby. Chiedete a un Australiano quali sono i colori. Poi nel mondo boreale, quello prepotente, i colonizzatori più gli slavi (russi) hanno il rosso come forza, pericolo, fuoco, potenza ecc. e celeste azzurro come freddo, ragione, calma, ecc ecc. Significative sono le bandiere degli stati (alcuni). 

Alla prossima puntata..

Share

Ultimo aggiornamento ( Sabato 11 Maggio 2024 10:54 )  

Concorsi & Festival

https://zonadiguerra.ch/

Ultime Nove

DEAPRESS . 23 Maggio 2024
DAL 26 MAGGIO AL 21 LUGLIO 2024GIULIANO VANGI: IL DISEGNOa cura di Marco Fagioli e Nicoletta Ossanna CavadiniSpazio Officina, Chiasso[...]Dal 26 maggio al 21 luglio 2024 lo Spazio Officina ospita la mostra GIULIANO VANGI: IL DISEGNO, a cura di Marco ...
Silvana Grippi . 23 Maggio 2024
ph Silvana Grippi
Silvana Grippi . 22 Maggio 2024
   Comune di Firenze Quartiere 2 - Centro Socio-Culturale D.E.A.   XVIII Festival Mediamix Senza confini   Il Centro Socio-Culturale D.E.A. con il Quartiere 2 del Comune di Firenze, è lieto di comunicare l’organi...
DEAPRESS . 22 Maggio 2024
  XVIII Festival Mediamix Regolamento del concorso “Senza Confini” Requisiti di partecipazione: · Copia CD, Pendrive, posta o email · Scheda di partecipazione compilata in stampatello e firmata dall’autore. · Scheda tecnica dell’opera...
DEAPRESS . 21 Maggio 2024
Riceviamo e pubblichiamo   COMUNICATO STAMPA Nell'occasione sarà presentato il libro “Tiziano Terzani mi disse” di Jacopo StorniTiziano Terzani, serata omaggio nel suo quartiere natale Monticelli (Firenze)Nel ventennale della morte, un even...
Fabrizio Cucchi . 20 Maggio 2024
Riceviamo e pubblichiamo:"La cultura umanistica all’Università di Firenze, sette maestri raccontati da allievi e colleghiDue appuntamenti in Via Laura martedì 21 maggio nel programma del centenario dell’Ateneo L'eredità di Oreste Macrí, Arnaldo Pizzo...
DEAPRESS . 20 Maggio 2024
Il 6 luglio a Cesenatico mi verrà consegnato un premio: è una biennale arte visiva contemporanea. Due anni fa all'inizio del mio percorso ero alla biennale di Cesenatico con questo quadro, che è rimasto poi esposto tutta l'estate all'hotel Brixton ...
DEAPRESS . 20 Maggio 2024
  Riceviamo e pubblichiamo L’Associazione Novoli Bene Comune e l’Unità di Ricerca “Paesaggio, Patrimonio culturale, Progetto” del Dipartimento di Architettura dell’Università di Firenze Invitano la cittadinanza alla present...
Fabrizio Cucchi . 19 Maggio 2024
Il difficile processo di decolonizzazione non può dirsi ancora compiuto. Per non parlare qui dei fenomeni colonialistici che hanno preso piede negli ultimi 30-40 anni, molte aree del terzo mondo sono ancora direttamente sotto il completo e formale co...

Galleria DEA su YouTube