DEApress

Tuesday
Nov 28th
Text size
  • Increase font size
  • Default font size
  • Decrease font size

FESTIVAL DEI POPOLI

E-mail Stampa PDF

Riceviamo e pubblichiamo:
"Domani, sabato 5 novembre alle 21, il film di Marten Persiel, prodotto dalla Wim Wenders Grant of Film. La prima italiana di “Everything Will Change” inaugura il 63° Festival dei Popoli
Prima giornata al cinema La Compagnia: si inizia alle 15 con il ritratto del grande jazzista Thelonious Monk in “Rewind & Play” di Alain Gomis; alle 16 un diamante dell’archivio del festival “Il valore della donne è il suo silenzio” di Gertrud Pinkus; ore 18.30 si scalda la serata con “Happy Pills” di Robert Arnaud e Paolo Woods, sul ruolo degli antidepressivi nella società del benessere.
Firenze, 4 novembre - La prima nazionale del film “Everything will change” di Marten Persiel, documentario distopico sul futuro dell’ambiente, prodotto dalla Wim Wenders Grant of Film, inaugura la 63a edizione del Festival dei Popoli, il festival internazionale del film documentario, sabato 5 novembre alle 21 al cinema La Compagnia (via Cavour 50r) a Firenze (ingresso 7 euro, 5 ridotto). La rassegna si terrà fino al 13 novembre anche nei cinema Stensen, Spazio Alfieri e Institut Français e in altri luoghi della città: MAD – Murate Art District, 25 Hours Hotel, VideoLibrary Mediateca Regionale Toscana e a Prato al Centro per l’arte contemporanea Luigi Pecci.
Protagonista dell’immagine nel manifesto dell’edizione 2022 del festival e nome di punta della sezione Habitat, dedicata al futuro dell’ambiente, Everything Will Change del regista tedesco Marten Persiel è un film che spiazza e stupisce, che unisce realtà e finzione. Prodotto dalla Wim Wenders Grant of Film e distribuito in Italia da Cloud 9, il film ci porta in un distopico 2054: tre giovani anticonformisti intraprendono un viaggio tra le memorie naturali e la loro bellezza oggi dispersa, sperando di scoprire cosa è successo al loro pianeta. La risposta sta nel passato e quando trovano la chiave in un decennio – il 2020 – in cui un futuro colorato era ancora possibile, tutto cambia. In questo insolito road movie, la finzione incontra la realtà scientifica per esplorare la questione più urgente del nostro tempo: l’estinzione della fauna selvatica. Il futuro sta a noi sceglierlo e al film partecipano anche i pareri di validi scienziati ed esperti autori – tra cui lo stesso Wenders.
Le proiezioni del primo giorno, sabato 5 novembre, si svolgono tutte al cinema La Compagnia. Si inizia con la sezione Let the music play!, con Rewind & Play di Alain Gomis (ore 15): un ritratto di Thelonious Monk, che mostra la sensibilità del grande pianista jazz, innovatore e geniale nella musica, in contrasto con il rigido schematismo delle esigenze televisive. Si prosegue con Il valore della donna è il suo silenzio di Gertrud Pinkus (ore 16), una storia che arriva dall’archivio del festival (per la sezione Diamonds are forever), ironica e malinconica, di un’emigrante del Sud Italia nella Germania degli anni Settanta. Prima della cerimonia di apertura, spazio ai film Doc Highlights, con Happy Pills di Robert Arnaud e Paolo Woods (ore 18.30): un viaggio attraverso sei paesi e personaggi diversi in un mondo in cui la chimica è la risposta definitiva alla ricerca del benessere umano. Dagli antidepressivi agli oppioidi o ai farmaci stimolanti, il film mette in discussione la nostra società dei consumi e il cosiddetto Eldorado della felicità prescritta.
La 63° edizione è realizzata con il contributo di Europa Creativa Media, MiC - Direzione Generale Cinema, Regione Toscana, Comune di Firenze, Fondazione Sistema Toscana, Città Metropolitana di Firenze, Fondazione CR Firenze e Publiacqua. L'immagine del festival è stata realizzata da Simone Montagnani, Fristudio, Firenze.
[...]
Ufficio Stampa Festival dei Popoli: press@festivaldeipopoli.org
Antonio Pirozzi (3395238132) e Arianna Monteverdi (3386182078) con Valentina Messina;
www.festivaldeipopoli.org
Sabato 5 novembre
Cinema La Compagnia
ore 15 - LET THE MUSIC PLAY!
Rewind & Play di Alain Gomis
Un ritratto di Thelonious Monk, che mostra la sensibilità del grande pianista jazz in contrasto con il rigido schematismo delle esigenze televisive: un leone in gabbia, libero di esprimersi solo davanti al suo pianoforte.
ore 16.30 - DIAMONDS ARE FOREVER
Il valore della donna è il suo silenzio di Gertrud Pinkus
"Il valore della donna è il suo silenzio" racconta di un'emigrante del Sud Italia nella Germania degli anni Settanta. La particolarità di questo film sta nella sua forma narrativa: si pensava a un documentario, ma ben presto si scoprì che nessuna delle donne voleva mettersi davanti alla telecamera. Troppo grande era la paura di tradire la propria famiglia. La legge dell'omertà si applica anche all'emigrazione. Un proverbio del Sud Italia dice: "Il valore più alto di una ragazza è la sua bellezza - il valore più alto di una donna è il suo silenzio". Per questo Maria M. racconta la sua storia solo nella colonna sonora. Lei stessa rimane anonima, mentre altri immigrati del Sud Italia raccontano la storia di Maria. In pratica, interpretano se stessi e questo conferisce al film la sua ambiguità e il suo rinfrescante senso dell'umorismo.
ore 18.30 - DOC HIGHLIGHT
Happy Pills di Robert Arnaud e Paolo Woods
Un viaggio attraverso sei paesi e personaggi diversi in un mondo in cui la chimica è la risposta definitiva alla ricerca del benessere umano. Dagli antidepressivi agli oppioidi o ai farmaci stimolanti, il film mette in discussione la nostra società dei consumi e il cosiddetto Eldorado della felicità prescritta.
ore 21.00 - HABITAT
Everything will change di Marten Persiel
Il film ci porta in un distopico 2054: tre giovani anticonformisti intraprendono un viaggio tra le memorie naturali e la loro bellezza oggi dispersa, sperando di scoprire cosa è successo al loro pianeta. La risposta sta nel passato e quando trovano la chiave in un decennio – il 2020 – in cui un futuro colorato era ancora possibile, tutto cambia. In questo insolito road movie, la finzione incontra la realtà scientifica per esplorare la questione più urgente del nostro tempo: l'estinzione della fauna selvatica. Il futuro sta a noi sceglierlo e nel film partecipano anche i pareri di validi scienziati ed esperti autori - tra cui lo stesso Wim Wenders. "

Share

Ultimo aggiornamento ( Giovedì 10 Novembre 2022 18:17 )  

Concorsi & Festival

https://zonadiguerra.ch/

Ultime Nove

DEAPRESS . 27 Novembre 2023
Ecco il mio intervento di sabato 25 novembre prima della lettura di un brano dedicato a Maria Soledad Rosas, Sole, tratto da "Per tutte, per ciascuna, per tutti, per ciascuno": Le donne sono oppresse dal patriarcato, dal capitalismo e dal colonialism...
DEAPRESS . 27 Novembre 2023
Stamattina, durante la nostra quotidiana rassegna stampa, ci siamo imbattuti in un articolo del Tempo riguardante la manifestazione del 25 novembre, che denuncia una fantomatica strumentalizzazione dell'omicidio di Giulia Cecchettin da parte di Non U...
DEAPRESS . 27 Novembre 2023
Con orgoglio pubblichiamo l'elenco delle pubblicazioni che D.E.A. ha realizzato nel corso della sua lunga storia.  Spaziando dall'attualità alla poesia, dalla politica alla storia, D.E.A. si è sempre impegnata nella diffusione della cultura e d...
DEAPRESS . 27 Novembre 2023
Quante storie in sospeso ci sono nel passato. In quella forma del tempo che sappiamo determinato, e che sembrerebbe ormai non poter proiettare niente di nuovo nel presente, si celano invece memorie incistate in tempi quasi primordiali.   Che...
Luca Vitali Rosati . 25 Novembre 2023
Un tema così importante e delicato come quello dell'immigrazione va trattato, secondo me, sotto vari punti di vista (storico, politico, economico, sociale e forse anche ideologico). Questo perché, se ci si sofferma solo su uno di questi, v'è il risch...
DEAPRESS . 24 Novembre 2023
Riceviamo e pubblichiamo:"Giornata contro la violenza sulle donne, Amy Winehouse protagonista del nuovo spettacolo di danza di Alberto CanestroSabato 25 e domenica 26 novembre prima nazionale al Teatro di Fiesole. Sul palco la Lyric Dance CompanyFies...
DEAPRESS . 24 Novembre 2023
16 Dicembre 2023 Sala dei Marmi - ParterreVia del Ponte Rosso 2 Firenze Premiazione ed esposizione delle opere vincitrici del concorso"Espressioni in Movimento" Arte e Letteratura "unico nel suo genere"
Silvana Grippi . 24 Novembre 2023
DEApress cerca 10 volontari per organizzare redazione d'assalto con scrittura - video e fotografie sul campo. Corsi gratuiti tutti i sabato mattina - Per prenotare scrivere a redazione@deapress.com  
Simone Fierucci . 24 Novembre 2023
Il prestigioso festival del documentario di Amsterdam deve affrontare boicottaggi e proteste a seguito delle dichiarazioni anti-palestinesi       Niloufar Nematollahi 16 novembre 2023 – Mondoweiss Oltre 20 registi si sono r...

Galleria DEA su YouTube