DEApress

Sunday
Apr 05th
Text size
  • Increase font size
  • Default font size
  • Decrease font size

Associazione A.T.T. - associazione tumori toscana

E-mail Stampa PDF

Per la rubrica: Inchieste sull’associazionismo fiorentino

att.jpg

A.T.T. – Associazione Tumori Toscana

Come nasce l’associazione?

Nel 1993, a Firenze, il dottor Giuseppe Spinelli inizia la sua attività di volontario, e presta la sua professionalità gratuitamente all’assistenza dei malati di tumore. Nel 1999 decide di formalizzare l’attività di cure domiciliari e viene costituita lAssociazione Tumori Toscana. Negli anni le richieste di assistenza sono aumentate e l’A.T.T. è ormai un punto di riferimento importante per i malati e per gli operatori sanitari. Attualmente l'associazione opera a Firenze, Prato, Pistoia e relative provincie.

In cosa consiste il vostro lavoro?

L’Associazione Tumori Toscana cura gratuitamente e a domicilio i malati oncologici, 24 ore su 24, tutti i giorni dell’anno, festivi inclusi. La nostra équipe polispecialistica è formata da medici, psicologi, infermieri professionali ed operatori socio sanitari. In questo modo è permesso al malato di restare in famiglia e di godere così di una migliore qualità della vita.

L’A.T.T. propone inoltre al malato ed ai suoi familiari un servizio di consulenza psicologicae fornisce gratuitamente farmaci e presidi sanitari (lettini ospedalieri, sedie a rotelle, materassini antidecubito ed aste per flebo). I professionisti che collaborano con l’A.T.T. sono tutti retribuiti dalla stessa Associazione, che continua a fornire i suoi servizi grazie a donazioni di privati e a fondi raccolti durante le campagne promozionali.

Chi sono i pazienti di cui vi occupate?

Il servizio dell’A.T.T. si rivolge non solo ai pazienti in fase avanzata ma anche a quelli che sono in fase attiva, cioè coloro che stanno ancora ricevendo la chemioterapia e/o radioterapia. Attraverso percorsi personalizzati forniamo terapie di supporto per il controllo dei sintomi e degli effetti provocati dalla malattia e dai trattamenti. L’associazione non si occupa solo del malato, ma offre assistenza anche alla sua famiglia tramite supporto psiconcologico e psicoterapeutico (rivolto anche alle persone in lutto).

A questo proposito, sappiamo dell’esistenza di un ulteriore servizio dell’associazione per l’elaborazione del lutto, di che si tratta?

Nel settembre 2009, l’associazione ha creato un Gruppo di Auto Mutuo Aiuto, per seguire il nucleo familiare anche dopo la morte della persona cara, con l’intento di aiutarlo ad affrontare la perdita.

I gruppi GAMA cercano di:

offrire uno spazio libero in cui condividere la storia del proprio dolore, dei propri sentimenti e del proprio disagio attuale

favorire l’ascolto di altre persone con una storia di dolore simile perché da questo contatto e condivisione nasca un sostegno ed una forza di speranza per il futuro

individuare modalità costruttive per gestire i momenti di sofferenza e solitudine

Firenze e provincia | Associazione Tumori Toscana – ONLUS

Sede di Firenze

Via B. Varchi, 63 – 50132 Firenze

Telefono: 055 24 66 666

Fax: 055 200 99 67

Prato, Pistoia e province | Associazione Tumori Toscana – ONLUS

Sede di Prato

Via S. Nicastro 10 – 59100 Prato

Telefono: 0574 57 08 35

Fax 0574 56 32 59

A.T.T. Firenze

Silvia Celli 055 24 66 666

Paola Neri (Ufficio stampa) Cell. 335 658 6211

A.T.T. Prato – Pistoia

Francesca Magnani 0574 57 08 35

Share

Ultimo aggiornamento ( Martedì 19 Febbraio 2019 16:53 )  

Concorsi & Festival

Ultime Nove

Stefania Parmigiano . 04 Aprile 2020
La discussione sulla necessità di prevedere uno scudo penale per gli operatori socio-sanitari, in relazione al loro lavoro durante l’emergenza Covid-19, ha prodotto la richiesta di emendamenti al decreto legge cosiddetto Cura Italia, in considerazio...
Silvana Grippi . 04 Aprile 2020
Associazione DEAonlus    Divulgazione - Formazione - Comunicazione sociale DEApress è una redazione socialmente utile  gratuita e al servizio di coloro che lottano per i diritti umani e per una giusta informazione. Crea...
DEApress . 04 Aprile 2020
"Il Corona virus ha uccisola libertà e compromesso il libero pensiero" Giuseppe Grippi (1923)
DEApress . 04 Aprile 2020
Dialogando in redazione Correva l’anno 1960 quando il maestro Manzi, in un programma del tardo pomeriggio, faceva lezioni della lingua italiana contribuendo così alla scolarizzazione - seppur presente con la scuola dell’obbligo – a una maggiore comp...
Fabrizio Cucchi . 03 Aprile 2020
Certi oggetti diventano "simboli" di un'epoca. Io temo che il simbolo di questo drammatico momento, oltre alla mascherina, sia il drone. Qualcosa di non umano, di un pò inquietante....Persino in Tunisia c’è una sorta di versione locale di “questi agg...
Silvana Grippi . 03 Aprile 2020
 
DEApress . 03 Aprile 2020
  Dopo giorni in cui si dibatte del grave problema del sovraffollamento delle carceri in riferimento al diffondersi della pandemia, ieri all’Ospedale Sant’Orsola di Bologna è morto per coronavirus il primo detenuto in Italia. Si ...
Marco Ranaldi . 02 Aprile 2020
Di seguito la seconda parte dell'intervista a Maurizio Spaccazocchi. E i bambini ai tempi dello smart come interagiscono con la musica? Hanno trovato, un buon “trastullo” che più di altri, li sta imprigionando nella mentalità musicale negativa che ...
DEApress . 02 Aprile 2020
Riflessione tra due amici: Uno scenario. come quello che è presente, in questo momento a livello mondiale non ha, forse, precedenti nella storia dell’umanità. L’epidemia che il 2020 ha sviscerato, in tutto il globo, oltre agli effetti sanitari mostra...

Galleria DEA su YouTube