DEApress

Tuesday
Jul 16th
Text size
  • Increase font size
  • Default font size
  • Decrease font size

Il dramma degli sfratti

E-mail Stampa PDF

L'agenzia di stampa "Ansa" (1) riporta cifre gravissime sul problema degli sfratti, gran parte dei quali per "morosità incolpevole". Oltre 5mila in esecuzione in questo momento a Roma, altrettanti a Milano, ventimila negli ultimi 3 anni nella sola Lombardia.
Questo mentre il Sole24 ore stima in almeno mezzo milione i senza fissa dimora nel cosiddetto "Belpaese" (2). Di fronte a queste cifre drammatiche il colpevole silenzio del governo Meloni è assordante. Peggio ancora: con un nuovo disegno di legge si colpevolizza l'occupazione abusiva (3), dettata dalla assoluta disperazione di masse sempre più numerose che non hanno nessuna speranza di poter pagare un affitto, essendo esclusi persino dalla forma di macelleria nota con l'eufemismo di "mercato del lavoro".

Negli ultimi anni, l'emergenza abitativa in Italia è diventato l'ennesimo dramma di cui difficilmente si parla sulla stampa "mainstream" e sui principali mass-media. Anche questo è dovuto a una precisa volontà politica di "mettere sotto il tappeto" i reali problemi che affliggono la popolazione, per distogliere l'attenzione pubblica con vere e proprie stupidaggini come il proibire i termini di derivazione anglosassone sui documenti ufficiali, o sui soliti comodi capri espiatori di ogni repressione governativa come i cosiddetti "raver".

In compenso, il governo Meloni (come il governo Draghi prima di esso), è estremamente prodigo-non solo di iniziative e di retorica- ma persino: di soldi per finanziare la guerra in Ucraina. Una stima prudente, parla di un costo complessivo di circa 200 miliardi di euro (4), incluse le spese indirette che la partecipazione "in seconda persona" al suddetto conflitto in corso comporta. Però -nelle "alte sfere"- si ripete il mantra: "sosterremo l'Ucraina fino alla fine". Guai a chi dice il contrario. Qualunque dubbio "sostiene Putin". Ora, alla fine dei quattrini ci siamo arrivati. Se non si fossero sprecati in imprese belliche, si sarebbe rischiato di avere ancora "qualcosa in cassa", magari per finanziare il famigerato "Istituto case popolari".

Quest'ultimo in realtà "non è fatto per funzionare". Cominciamo con il dire che la sua gestione su base regionale, evoluzione che si è avuta dal 1977 al 1990 (5), porta a inevitabili differenze locali, ovviamente discriminatorie, esasperate dal meccanismo di assegnazione degli alloggi tramite bandi. Leggiamo il testi "di riferimento": "Per la precisione, gli alloggi dell’edilizia urbana sono destinati a:persone senza reddito o con reddito inferiore ai limiti di legge;portatori di handicap e disabilità; genitori single con figli a carico; cittadini senza fissa dimora."(6).

Queste norme sono assolutamente insensate se consideriamo che...Ad essere senza reddito o con reddito irrisorio (a prescindere da quali siano "i limiti di legge") è la maggioranza della popolazione. Burocraticamente difficile è essere registrati come "senza fissa dimora", anche se si è cittadini (italiani o comunitari). Se poi si è "migranti clandestini", per questo istituto noi "non esistiamo proprio". Per quanto riguarda i "portatori di handicap o disabilità" possiamo vedere nella pratica che la promessa (spesso neppure mantenuta) di un alloggio è un ricatto che viene spesso (e volentieri) applicato a coloro che vengono arbitrariamente marchiati con una diagnosi psichiatrica da loro non voluta nè riconosciuta, per piegarli al regime di "mantenimento sotto farmaci". Proseguendo su questa strada si rischierebbe così che persino l'essere "genitori single" possa diventare non una scelta ma un ricatto (se non fai un figlio, niente casa), se non fosse che le case, appunto non ci sono....L'alloggio non è quindi considerato "un diritto a prescindere", ma diventa una concessione della "carità pelosa" dei nostri governanti (locali in primis e nazionali poi).

A questo si aggiunge che solo un quarto della spesa complessiva nel settore edile (quindi considerati sia i soldi pubblici che quelli privati) viene messo nella costruzione di nuove abitazioni (7), e un rapido sguardo ai cantieri della vostra zona vi rivelerà che al 99% queste non sono di edilizia "per i comuni mortali" (i quali non avendo reddito o avendo un reddito irrisorio non hanno e non avranno mai i soldi per un affitto, figuriamoci se li avranno per l'acquisto di una casa).

Forse è quantomeno il caso di "ripensare le priorità" a livello di "governo nazionale"....

Fabrizio Cucchi /DEApress


(1)https://www.ansa.it/sito/notizie/magazine/numeri/2023/04/16/ricominciano-gli-sfratti_e343ac48-6678-4121-b3d1-329eedf17f7e.html
(2)https://www.ilsole24ore.com/art/senza-tetto-10-anni-italia-si-sono-quadruplicati-125mila-500mila-AE6tsRu?refresh_ce=1
(3)https://www.altalex.com/documents/news/2022/06/16/occupazione-abusiva-immobili-disegno-di-legge
(4)https://www.money.it/quanto-costa-italia-guerra-ucraina-spera-supera-pnrr#:~:text=Stando%20all'Ukraine%20support%20trucker,%2C2%20miliardi%20l'anno.
(5)https://it.wikipedia.org/wiki/Istituto_Autonomo_Case_Popolari
(6)https://www.laleggepertutti.it/413629_case-popolari-chi-ne-ha-diritto#Casa_popolare_chi_ne_ha_diritto
(7)Nel 2017 veniva infatti stimato al 25% fonte: https://italiaindati.com/edilizia-e-costruzioni-in-italia/

Share

 

Concorsi & Festival

https://zonadiguerra.ch/

Ultime Nove

Luca Vitali Rosati . 15 Luglio 2024
LUGLIO 2024(REMINESCENZE)   Sotto un sole cocente, zanzare assetate di sangue, voci perpetue che attaccano da ogni lato, io provo reminiscenze, oramai lontane temporalmente, ma non nel senso letterario del termine, poiché vicinissime allo stato emo...
Silvana Grippi . 15 Luglio 2024
Galleria Laboratorio D.E.A. via Alfani 16 R - Firenze www.deapress.com - redazione@deapress.com   .  Mercoledì di cultura a cura di Gabriele Ricceri 12 - 19 -26 giugno dalle 17.00 alle 19.00 a luglio tutti i mercoledì ...
DEAPRESS . 15 Luglio 2024
Una donazione per continuare a informare e formare -   pubblicare in modo libero e indipendente - senza pregiudizi.   Attraverso la dichiarazione dei redditi è possibile devolvere una quota dell’imposta sul reddito delle persone fis...
simone fierucci . 14 Luglio 2024
https://pagineesteri.it/2024/07/13/medioriente/video-gaza-almeno-90-gli-uccisi-a-mawasi-hamas-mohammed-deif-sta-bene/ Un nuovo massacro - Secondo testimoni, gli aerei da guerra israeliani hanno sparato cinque missili contro gli sfollati nei pressi d...
Silvana Grippi . 13 Luglio 2024
 
Silvana Grippi . 12 Luglio 2024
Topino è morto ieri a Bagno a Ripoli, aveva 99 anni, era sempre presente con gli altri compagni ogni anno all'appuntamento di settembre a Fontesanta con i partigiani della Brigata Sinigaglia, l'ultima volta l'anno scorso ci raccontò alcuni aneddoti d...
Antonella Burberi . 11 Luglio 2024
riceviamo e pubblichiamo Giovedì 11 luglio un nuovo appuntamento con la XII edizione del Balagan Café: “Dove comincia la pace”con una storia degli ebrei italiani in musica con Enrico Fink e Radicanto, il folklore argentino e la conversazione con "Do...
Antonella Burberi . 11 Luglio 2024
Museo della Fondazione Scienza e Tecnica Via Giusti 29, Firenze ore 21 28 agosto, 4, 11 e 18 e 25 settembre “CONI di STELLE” Comunicato stampa Arriva l’estate e la cupola del Planetario del Museo della Fondazione Scienza e Tecnica di Firenze ...
Antonella Burberi . 11 Luglio 2024
riceviamo e pubblichiamo Musei del Bargello, il calendario delle prossime aperture straordinarie e prolungate Nuove e ampliate possibilità per visitare il Museo del Bargello e Palazzo Davanzati. Gli ultimi due weekend di luglio Palazzo Davanzati r...

Galleria DEA su YouTube