DEApress

Saturday
Apr 04th
Text size
  • Increase font size
  • Default font size
  • Decrease font size

Chi può ordinare l'oscuramento di un sito web?

E-mail Stampa PDF

Lo scandalo delle "fake news" ha svelato la credulità "delle masse", purtroppo dobbiamo ricordare che esse non sono nate con l'avvento di internet. Neppure l'arte della truffa è nata su internet, ma con internet le truffe hanno raggiunto dimensioni planetarie.
La riflessione che vorrei fare con voi oggi parte proprio dal mondo della truffa...

Sul sito ufficiale della Consob (Commissione nazionale per le società e la Borsa) si legge: "Consob ha ordinato l'oscuramento di 4 nuovi siti web che offrono abusivamente servizi finanziari. L'autorità si è avvalsa dei poteri derivanti dal "decreto crescita" (legge n. 58 del 28 giugno 2019, articolo 36, comma 2-terdecies), in base ai quali Consob può ordinare ai fornitori di servizi di connettività a internet di inibire l'accesso dall'Italia ai siti web tramite cui vengono offerti servizi finanziari senza la dovuta autorizzazione. (1)"

Nulla da...."eccepire" sul merito della questione. Tuttavia l'accaduto suscita un'interessante domanda: Chi può ordinare l'oscuramento di un sito web? Tutto ciò "merita" una discussione preliminare. E' giuridicamente ineccepibile che un sito web, i cui gestori siano stati dichiarati - ovviamente a seguito di un processo in tribunale - colpevoli di qualche crimine commesso attraverso il sito internet stesso ....venga "oscurato d'autorità". In Italia purtroppo assistiamo alla moltiplicazione dei soggetti giuridici che possono oscurare un sito internet "di testa loro"....In precedenza, anche in casi come quello riportato dalla Consob, solo un giudice, in teoria, "poteva" (2). Tuttavia anche la polizia postale....nella pratica "faceva", più o meno invocando il cosiddetto "sequestro preventivo", in attesa della conferma da parte di un PM, e anche se questa poi non fosse arrivata, l'oscuramento "preventivo" serviva quantomeno a zittire il fastidio per un paio di giornate, che in molti campi diversi possono essere cruciali. E non era l'unica via: si è discusso varie volte se "de jure" anche l' Agcom (Autorità per le garanzie nelle comunicazioni) potesse farlo (3). Non parliamo qui dei provider il cui diritto non è stato mai messo (seriamente) in dubbio, chiaramente in base al principio "ognuno è padrone a casa sua". 

Dovremmo invece considerare "internet" un pò come "cosa di tutti", ed è preoccupante che ogni autorità dal suo proprio campicello arrivi "a volerci mettere le mani". Marx ricorda che tra i fattori che contribuirono allo sviluppo del capitalismo ci fù proprio il progressivo appropriarsi da parte di soggetti privati delle cosiddete "Enclosures" (4). A livello giuridico, stà avvenendo proprio questo con le libertà (un tempo di tutti) sul web.


Fabrizio Cucchi, DEApress


(1)http://www.consob.it/web/area-pubblica/avvisi-ai-risparmiatori?viewId=ultime_com_tutela
(2)http://www.oua.it/sentenze-spetta-al-giudice-loscuramento-dei-siti-internet-il-sole-24-ore/
(3)https://www.altroconsumo.it/hi-tech/internet-telefono/news/agcom-bastera-un-sospetto-per-oscurare-un-sito
(4) https://it.wikipedia.org/wiki/Enclosures

Share

Ultimo aggiornamento ( Martedì 10 Dicembre 2019 11:26 )  

Concorsi & Festival

Ultime Nove

Stefania Parmigiano . 04 Aprile 2020
La discussione sulla necessità di prevedere uno scudo penale per gli operatori socio-sanitari, in relazione al loro operato durante l’emergenza Covid-19, ha prodotto la richiesta di emendamenti al decreto legge cosiddetto Cura Italia, in considerazio...
Silvana Grippi . 04 Aprile 2020
Associazione DEAonlus    Divulgazione - Formazione - Comunicazione sociale DEApress è una redazione socialmente utile  gratuita e al servizio di coloro che lottano per i diritti umani e per una giusta informazione. Crea...
DEApress . 04 Aprile 2020
"Il Corona virus ha uccisola libertà e compromesso il libero pensiero" Giuseppe Grippi (1923)
DEApress . 04 Aprile 2020
Dialogando in redazione Correva l’anno 1960 quando il maestro Manzi, in un programma del tardo pomeriggio, faceva lezioni della lingua italiana contribuendo così alla scolarizzazione - seppur presente con la scuola dell’obbligo – a una maggiore comp...
Fabrizio Cucchi . 03 Aprile 2020
Certi oggetti diventano "simboli" di un'epoca. Io temo che il simbolo di questo drammatico momento, oltre alla mascherina, sia il drone. Qualcosa di non umano, di un pò inquietante....Persino in Tunisia c’è una sorta di versione locale di “questi agg...
Silvana Grippi . 03 Aprile 2020
 
DEApress . 03 Aprile 2020
  Dopo giorni in cui si dibatte del grave problema del sovraffollamento delle carceri in riferimento al diffondersi della pandemia, ieri all’Ospedale Sant’Orsola di Bologna è morto per coronavirus il primo detenuto in Italia. Si ...
Marco Ranaldi . 02 Aprile 2020
Di seguito la seconda parte dell'intervista a Maurizio Spaccazocchi. E i bambini ai tempi dello smart come interagiscono con la musica? Hanno trovato, un buon “trastullo” che più di altri, li sta imprigionando nella mentalità musicale negativa che ...
DEApress . 02 Aprile 2020
Riflessione tra due amici: Uno scenario. come quello che è presente, in questo momento a livello mondiale non ha, forse, precedenti nella storia dell’umanità. L’epidemia che il 2020 ha sviscerato, in tutto il globo, oltre agli effetti sanitari mostra...

Galleria DEA su YouTube