DEApress

Sunday
Oct 25th
Text size
  • Increase font size
  • Default font size
  • Decrease font size

L'interpretazione dell'accoglienza ad Empoli

E-mail Stampa PDF

unnamed.jpg

A Empoli i richiedenti asilo diventano tutor di francese e matematica e danno ripetizioni ai ragazzi delle superiori.

Il Consorzio Co&So Empoli, che fa parte della rete Federsolidarietà- Confcooperative Toscana, rende reciproco lo scambio di conoscenze e chiede a due camerunensi di aiutare nel percorso scolastico una decina di studenti delle superiori. "E' un modo diverso per accogliere e conoscere, molto efficace - ha detto Diego Landi, coordinatore dei Cas - Sono ragazzi che hanno un livello di scolarizzazione alto e che hanno deciso di mettersi a disposizione della comunità". Il Consorzio, che gestisce 7 strutture e ospita 125 richiedenti asilo, favorisce l'integrazione con la presentazione e l'incontro tra i residenti e i migranti accolti, nell'intento di sfatare miti e luoghi comuni attraverso la conoscenza diretta e partecipativa. "Essere al servizio della comunità, accogliere i più deboli, è la nostra missione - ha detto Claudio Freschi, presidente Co&So Empoli e vicepresidente Federsolidarietà Confcooperative Toscana - Per fare questo ci siamo dati delle regole, delle linee guida condivise con tutti i nostri operatori. Si rifanno ai principi dello SPRAR, alla Carta della buona accoglienza e ai valori alla base del nostro statuto. Il nostro agire va ben oltre a quanto richiesto dalla Prefettura e dallo Stato, investiamo in attività che coinvolgono i ragazzi e il territorio per incentivare comunicazione e integrazione. Voglio ringraziare per questo tutti i nostri operatori che lavorano con passione, attenzione e competenza. Il nostro obiettivo è promuovere delle migliorie alle norme che regolano l'accoglienza - continua Freschi - perché sono tante le cose che vanno cambiate e vanno trovate soluzioni che coinvolgano attivamente chi ha il potere politico e la gestione tecnica, quindi partiti politici, sindacati, associazioni e terzo settore. E' necessario partire dai problemi legati al diniego della domanda di asilo politico e alla mancata esecuzioni delle espulsioni. E' un dato di fatto che va affrontato con responsabilità".

Share

Ultimo aggiornamento ( Giovedì 16 Febbraio 2017 12:00 )  

Concorsi & Festival

https://zonadiguerra.ch/

Ultime Nove

DEApress . 24 Ottobre 2020
. Napoli brucia Napoli apre la contraddizione di un virus che esiste, c’è ed è pericoloso ed uno Stato che più che prendere provvedimenti seri ed adeguati è stato per mesi il pane quotidiano dei creatori di meme.Non si può scegliere se morire di fa...
DEApress . 24 Ottobre 2020
Sahara occidentale - Scintille tra Marocco e RASD La “ferita” del Sahara ccidentale, è ancora lungi dall’essere sanata, infatti è di queste settimane la notizia delle crescenti tensioni tra la monarchia Alawita che occupa il territorio e il Fronte P...
Silvana Grippi . 24 Ottobre 2020
CROWDFUNDING PER LA LIBERTÀ DI STAMPA Centro socio-culturale D.E.A.onlus - FirenzeIBAN IT93Q0760102800000026574509 -  Conto Corrente Postale n° 26574509 (Bonifico)causale: Contributo Centro di Documentazione/Archivio Cari lettori e lettrici&nb...
Ni Weijun . 24 Ottobre 2020
Xi Jinping in questo periodo,  è l'uomo più in vista ma anche il più ascoltato nel mondo. Nel suo ultimo discorso ha dichiarato che la terra è di tutti e vuole la pace mondiale e lo ha detto con fermezza affermando anche che sarà attenz...
DEApress . 24 Ottobre 2020
ZONA DI GUERRA PROPONE IL SEGUENTE VIDEO https://zonadiguerra.ch/2020/10/20/la-fine-di-muammar-gheddafi/
Fabrizio Cucchi . 23 Ottobre 2020
Il Presidente del Consiglio, Conte ha ripetutamente affermato di non volere un nuovo lockdown nazionale, ma ha da sempre sostenuto che potrebbe esserci costretto...Una delle particolarità di ogni politico, è l'attitudine a evitare ogni responsabilità...
DEApress . 23 Ottobre 2020
  Pubblichiamo un vecchio articolo di Michele Azzu - Per ricordare: Sgomebero a Bologna Oggi mi sono vergognato di vivere a Bologna.   "Hanno usato i manganelli contro le mamme". Vetri spaccati, e ancora urla: "Pagherete tutti"...
DEApress . 23 Ottobre 2020
  In foto  Francesco Mori e Graziella Rumer . ph. silvana grippi/Archivio DEApress Mi chiedi, Silvana, del nostro percorso: Francesco si è laureato nel 1953 ed io nel  1957. Laureatosi, Francesco ha fatto il servizio militare nell’...
Ni Weijun . 23 Ottobre 2020
Corrispondente dalla Cina -  La Commissione Nazionale per le Riforme in Cina, collegata al Partito comunista (NDRC)  che si muove su un terreno favorvole per le aspirazioni cinesi nel settore dei microchip, Intel Corp, e il gigante global...

Galleria DEA su YouTube