DEApress

Thursday
Dec 01st
Text size
  • Increase font size
  • Default font size
  • Decrease font size

La povert

E-mail Stampa PDF

 

Due milioni e 623.000 famiglie in stato di povertà, corrispondenti a 7.537.000 persone, il 12,9 per cento della popolazione. La povertà nel 2006 è rimasta "sostanzialmente stabile", interessa l'11,1 per cento delle famiglie residenti. In forte peggioramento però le condizioni degli anziani: solo tra loro, infatti, l'incidenza della povertà è aumentata da 5,8 a 8,2 per cento. E rimane più che mai marcato l'abisso tra Nord e Sud nel Mezzogiorno vive il 65 per cento delle famiglie povere.
Ma i poveri del Sud vivono anche in condizioni peggiori: le famiglie in stato d'indigenza infatti presentano una spesa mensile inferiore del 22,5 per cento rispetto alla "soglia di povertà". L'incidenza della povertà è maggiore tra le famiglie numerose, con tre o più figli. Di contro, risulta meno diffusa tra i single e tra le coppie senza figli di giovani e adulti.” Ecco comincia la ricerca fatta da Istat. Tra i dati emergono anche caratteristiche dell’”identikit” delle famiglie in Italia. Per esempio: che le famiglie più poveri risiedono al Sud, mentre nel centro la percentuale è del 6,9 per cento e al Nord 5,2 per cento. Le famiglie più poveri hanno come capofamiglia una persona con un basso livello d’istruzione o professionale o è disoccupato, con una spesa media mensile di 752,01 euro contro i 797,62 e 806,35 osservati per il Nord e il Centro. La tipica famiglia - come spiega Linda Laura Sabbadini (responsabile dell’indagine) - degli anni precedenti, in condizioni peggiori con tre o più figli e con un monoreddito. Monoreddito perché sempre più le donne sono scoraggiate o meglio preferiscono essere mantenute. Questo per quanto riguarda le famiglie, perché per quanto riguarda i single, anziani, disoccupati e working- poor ne risulta un altro dato. Solo il 3,3% dei single è povero, e il 49% delle coppie senza figli, mentre sono povere quasi un quarto dei nuclei con cinque o più componenti. Tra i tipi di attività lavorativa, quella più remunerativa sembra quella autonoma: infatti l'incidenza della povertà è minima se la persona di riferimento c'è un lavoratore autonomo (7,5 per cento), in particolare se si tratta di un libero professionista (3,8 per cento). Per i lavoratori dipendenti la percentuale di poveri sale al 9,3 per cento, e per gli operai o assimilati al 13,8 per cento. Se però la famiglia con a capo un operai vive al Sud, la percentuale raddoppia (27,5 per cento).
 

Aurora Alushaj - DEApress

 

Share

Ultimo aggiornamento ( Martedì 09 Ottobre 2007 11:16 )  

Concorsi & Festival

https://zonadiguerra.ch/

Ultime Nove

simone fierucci . 30 Novembre 2022
Proteste in Cina Paolo Beffa per la Redazione di Contropiano L’incendio di Urumqi Il 24 Novembre è scoppiato un incendio in un condominio di Urumqi, la capitale della provincia dello Xinjiang. 10 persone sono morte nell’incendio. Rapi...
Silvana Grippi . 30 Novembre 2022
Galleria DEA onlus in Via Alfani 16/r Firenze  Mercatino di Solidarietà per finanziare Edizioni DEA   1 dicembre 2022 - 5  gennaio 2023 Info: redazione@deapress.com
Fabrizio Cucchi . 30 Novembre 2022
L'Agenzia DEApress, su decisione dell' Assemblea della Redazione DEA e DEApress, sostituisce il Capo Redattore dott. Samuele Petrocchi con la dott.ssa Silvana Grippi. "Accetto questa carica in attesa di un nuovo caporedattore che sappia guidarci" -...
DEAPRESS . 29 Novembre 2022
Si è aperta la campagna di tesseramento di D.E.A. e DEApress 2023. L'iscrizione al gruppo da diritto ai servizi offerti con un contributo di 20 euro e permette di scrivere articoli su DEApress, con possibilità di accredito e di lavoro di stampa pr...
Silvana Grippi . 29 Novembre 2022
I tatuaggi vanno di moda ma spesso reinterpretano quelli del passato. Come i geroglifici molte interpretazioni sono da ricercarsi come archeologia del passato. Eccovi una credenza utile tradotta da un antropologo di cui non ricordo il nome: Le parol...
DEAPRESS . 29 Novembre 2022
      Foto di Silvana Grippi Oggi, dopo una lunga pausa, sono finalmente tornato al mio posto di lavoro. Ora sto scrivendo, e mi sento come se fossi arrivato da un lungo viaggio: viaggio non di "piacere", poiché l'ennesima rica...
DEAPRESS . 28 Novembre 2022
Riceviamo e pubblichiamo:"Domenica 4 dicembre torna la Domenica Metropolitana Domenica 4 dicembre torna la Domenica Metropolitana, giornata nella quale tutti i residenti della Città Metropolitana di Firenze potranno visitare gratuitamente i musei cit...
DEAPRESS . 28 Novembre 2022
  L'Associazione Novoli Bene Comune e la Casa Editrice D.E.A. presentano: Presentazione del libro "La storia infinita, l'Urban Center di Novoli" di Alberto di Cintio. Presso Le Murate, Caffè Letterario   Interverranno: L'autore Albe...
DEAPRESS . 28 Novembre 2022
Il 15 dicembre 2022, presso la Biblioteca delle Oblate di Firenze, si terrà la presentazione del libro: "Io e Cencio. Il movimento degli Arditi del Popolo dal 1919 al 1922"di Pierluigi Gatteschi a cura del centro socio-culturale D.E.A. e dell'A.N...

Galleria DEA su YouTube