DEApress

Monday
Jul 13th
Text size
  • Increase font size
  • Default font size
  • Decrease font size

Emergenza Clima

E-mail Stampa PDF

arton566.jpg

 

 

Inutile nascondere il gas serra “sotto il tappeto”,

meglio investire sulle energie rinnovabili

 

Il rendimento energetico degli investimenti su solare ed eolico e quelli per catturare la CO2 a confronto per la prima volta. Studio internazionale con la partecipazione dell’Università di Firenze pubblicato su Nature Energy.

 

Il modo più efficace di combattere i cambiamenti climatici è passare il più rapidamente possibile alle energie rinnovabili. Lo afferma lo studio firmato da un team internazionale di cui fa parte Ugo Bardi, docente dell’Università di Firenze, e pubblicato oggi sulla rivista scientifica Nature Energy (“Comparative net energy analysis of renewable electricity and carbon capture and storage”).

Il team internazionale - composto da ricercatori di Lancaster University, Khalifa University, Clemson University, UiT The Arctic University of Norway e Università di Firenze - è stato il primo a comparare l’investimento energetico necessario per passare a impianti che sfruttano l’energia ricavata dal sole e dal vento con il costo necessario a realizzare nuove tecniche di ‘cattura’ del CO2 applicate alle centrali elettriche a combustibili fossili come gas e carbone.

“Lo studio risponde a una domanda fondamentale - spiega Ugo Bardi, docente di Chimica fisica dell’Ateneo fiorentino -: nella situazione di urgenza climatica in cui ci troviamo, è più conveniente ridurre le emissioni degli impianti convenzionali, oppure passare direttamente alla produzione di energia con tecnologie pulite e rinnovabili?”.

“Alla base dell’accordo di Parigi sui cambiamenti climatici del 2015 – spiega ancora Bardi -, ci sono modelli che si basano sulla possibilità di ‘sequestrare’ il carbonio emesso dalle centrali elettriche a carbone e gas seppellendolo sotto terra per impedire che vada nell’atmosfera e causi il riscaldamento per effetto serra. Ma interrare il carbonio è come nascondere il problema sotto il tappeto - prosegue il ricercatore - e si tratta di una tecnologia tutta da valutare, dato che non è mai stata sperimentata su larga scala”.

I ricercatori hanno calcolato il rendimento energetico in relazione all'energia investita per tecnologie di cattura del carbonio in una serie di centrali elettriche a combustibili fossili, tra cui carbone e gas naturale, usando un metodo detto di "ciclo di vita", che valuta l'energia necessaria per costruire gli impianti, gestire la manutenzione e poi smantellarli alla fine del ciclo operativo.

Hanno poi confrontato questi risultati con il ritorno ottenuto dagli investimenti in sistemi di energia rinnovabile, come parchi eolici e pannelli solari, valutando le variabili legate al costo di produzione e di manutenzione di pannelli solari e turbine e alle caratteristiche dei luoghi in cui vengono installati – inclusa la necessità di immagazzinare l’energia prodotta. Il risultato è che, anche nel caso di fonti rinnovabili moderatamente efficienti, il ritorno in termini di energia è migliore rispetto a quello che si avrebbe costruendo nuove centrali elettriche a combustibili fossili con cattura del carbonio.

“I risultati sono chiari - commenta Bardi -, per ogni combinazione ragionevole dei parametri, l'energia rinnovabile vince sul ‘sequestro’ del carbonio. Il vantaggio, non solo monetario, suggerisce che dovremmo impegnarci al massimo in questa direzione per combattere i cambiamenti climatici”.

Share

Ultimo aggiornamento ( Martedì 15 Ottobre 2019 10:35 )  

Concorsi & Festival

Ultime Nove

DEApress . 11 Luglio 2020
Giugno 2020 - Alluvioni in Cina  - Whuan (vedasi filmato allegato) https://mail.google.com/mail/u/0/#inbox/FMfcgxwJWjGKjLhWkfSKshPcpfQtCChW?projector=1
DEApress . 11 Luglio 2020
   
Silvana Grippi . 11 Luglio 2020
Centro socio-culturale D.E.ADidattica-Espressione-Ambiente Via Alfani 16/r Firenze - orario: 10,00 /13,00 – 16,00/19,00 organizza Dal 1 giugno  al 10 settembre  2020 "Libera l'idea" “ Difendiamo la cultura e le sue risorse ” Con...
Silvana Grippi . 11 Luglio 2020
Alice Bunner . 10 Luglio 2020
  Si è svolta ieri giovedì 9 alle 18.30 al Caffè Letterario Le Murate la presentazione del libro Sulla cresta dell 'onda, di Giovanni Nencini. Edizione Mauro Pagliai/Polistampa. Tra i Relatori l 'Editore Mauro Pagliai ed i...
DEApress . 09 Luglio 2020
RUBRICA INTERNAZIONALE - CORRISPONDENTE NI WEIJUN  IN CINA IL CLIMA E' IMPAZZITO (GIUGNO). : PECHINO - VIOLENZA DELLA NATURA - DISTRUTTA L'ECONOMA DALLA GRANDINE - DANNI ALLE CITTA' E ALL''AGRICOLTURA - .VEDASI FILMATO   https:/...
Silvana Grippi . 08 Luglio 2020
  Anna Maria, Luisa, Viola. L'ex studentessa del Castelnuovo, aveva 22 anni e a Roma aveva cambiato identità. La vita è strana, non sai cosa ha in serbo per te  E' stata uccisa mentre apriva la porta di casa. Pratolini la ricorda in...
DEApress . 08 Luglio 2020
   Fabio - Responsabile federale del lavoro operaio del partito dei CARC per la Sanità - Rivista Resistenza - Anno 26 - Milano - "In questi mesi siamo stati impegnati nella battaglkia per la Salute. La Sanità è stata la più colpita e noi...
Silvana Grippi . 08 Luglio 2020

Galleria DEA su YouTube