DEApress

Thursday
Aug 11th
Text size
  • Increase font size
  • Default font size
  • Decrease font size

Marmolada: strage annunciata?

E-mail Stampa PDF

La frana che ha colpito la via normale della Marmolada, la quale è passata alla storia come la più grave tragedia montana italiana di sempre (sette per ora le vittime, e otto feriti, due dei quali in maniera grave), fa riflettere ancora una volta sul problema "clima", e su quanto il riscaldamento progressivo del nostro pianeta sta divenendo via via sempre più preoccupante. D'altronde i dati alla mano sono chiari: i ghiacciai della parte orientale, rispetto al 2005, hanno perso oltre il 20% della loro superficie; inoltre, ogni anno, si riscontrano arretramenti medi dei ghiacci intorno ai trenta metri e perdite di massa di circa un metro di spessore (dati ANSA).

La strage della Marmolada era, quindi, una tragedia annunciata? Secondo i dati che gli esperti hanno in mano, certo è che, se non facile da prevedere, almeno un "presentimento" qualcuno lo dovrebbe aver avuto. Pure, a livello pratico, mettere in sicurezza tutte le vie e sentieri alpini parrebbe impossibile, proprio per la modificazione della morfologia di quei luoghi, soggetta, come già detto, a importanti cambiamenti. 

Forse è già troppo tardi ma, secondo me, bisognerebbe salvare il salvabile, partendo da studi (che probabilmente già esistono) che devono mettere in rilevanza ciò che più nuoce al nostro pianeta; da qui, poi, tenere da parte gli interessi personali (scaturiti da avidità e simili sentimenti) per una cooperazione mondiale, al solo fine della salute del pianeta Terra, il solo che abbiamo. Solo con l'impegno di tutti le cose possono cambiare, evitando che tragedie come quella della Marmolada si possano ripetere in futuro. 

Share

Ultimo aggiornamento ( Mercoledì 06 Luglio 2022 17:55 )  

Concorsi & Festival

https://zonadiguerra.ch/

Ultime Nove

simone fierucci . 09 Agosto 2022
Si è spento ieri all'età di 60 anni il regista, autore e attore  teatrale Andrea Di Bari. Organizzatore di eventi in collaborazione con la Fondazione Toscana Spettacolo, è stato uno dei più attivi protagonisti della cultura italiana e nello spec...
Silvana Grippi . 05 Agosto 2022
ONLUS e L'AGENZIA DI STAMPA D.E.A.press COME ASSOCIAZIONE DI VOLONTARIATO  AUTOPRODUCONO ARTE, ARTICOLI E FOTOGRAFIE  LAVORANO FREE PER IL BENE COMUNE DEAPRESS HA RAGGIUNTO  ad oggi 5/8/22 ore 12.30 - Tot. visite contenuti:...
Silvana Grippi . 05 Agosto 2022
  RICEVIAMO E PUBBLICHIAMO Al via dal 2 SETTEMBRE la XXIX edizione di FABBRICA EUROPA! · 22 giorni di spettacolo · 12 spazi ·  27 eventi · 11 proposte internazionali ·&...
DEAPRESS . 04 Agosto 2022
    Eccoci nuovamente! Siamo giunti alla sedicesima edizione del concorso "Mediamix", indetto dal Comune dei Firenze con l'aiuto dell'associazione Didattica-Espressione-Ambiente. Anche quest'anno, il Festival ha un sottotitolo "tracce...
Silvana Grippi . 04 Agosto 2022
"PROGETTO SAMIRA" Il Centro D.E.A.onlus Didattica Espressione Ambiente di Firenze promuove il "Progetto “Samira”: vi invitiamo a partecipare con un contributo ai nostri progetti - Banco Posta IBAN IT93 Q076 0102 8000 0002 6574 509 intestato Cen...
DEAPRESS . 04 Agosto 2022
  RICEVIAMO e PUBBLICHIAMO   "CRACKING ART. STORIES" SI SPOSTA A TRAPANI E MOZIA DOPO IL SUCCESSO A PALERMO Cracking Art. StoriesDurata: fino a domenica 11 settembre 2022Dove: Villa Regina Margherita e Torre di Li...
Silvana Grippi . 04 Agosto 2022
Riceviamo e pubblichiamo  INCONTRI D’AUTORE A LAVARONE (TN) Presentazione del libro IL PERICOLO NUCLEARE IN UCRAINA di Piergiorgio Pescali Domenica 7 agosto, ore 17.30, piazza del municipio di Lavarone (TN) Quanto è reale...
DEAPRESS . 04 Agosto 2022
Ho letto la storia di Francesco Mastrogiovanni, anarchico morto per un tso (trattamento sanitario obbligatorio) presso l'ospedale di San Luca a Vallo della Lucania.  Quello che mi ha colpito della sua storia - oltre il trattamento che gli è sta...
Fabrizio Cucchi . 03 Agosto 2022
Delle cosiddette "istituzioni totali" nessuno parla più. Eppure continuano ad esistere, ed a essere luoghi orribili, proprio perché lo scopo di molte di esse è appunto la segregazione e la reclusione. Abusi e quant'altro arrivano di conseguenza...Il ...

Galleria DEA su YouTube