DEApress

Monday
Sep 16th
Text size
  • Increase font size
  • Default font size
  • Decrease font size

La gabbia di Fabo

E-mail Stampa PDF

Fabo.jpg

Foto Ansa

Fabiano Antoniani, per tutti Fabo, per i social #djFabo, ha 40 anni e vuole essere libero. Il 13 giugno 2014, in un drammatico incidente d'auto, diventa tetraplegico e cieco. Tenta tutte le terapie possibili, sostenuto dalla famiglia e dalla sua compagna Valeria che non lo ha lasciato mai solo nelle scelte, ma quando capisce che nulla gli farà recuperare la vita decide: vuole morire. Ha chiesto al Presidente Mattarella di sbloccare l'empasse che blocca la proposta di legge sull'eutanasia, rinviata più volte sebbene si parli di un 70% degli italiani a favore – spesso l'opinione pubblica è più avanti di chi la dovrebbe rappresentare – poi si è rivolto a Matteo Cappato (segretario dell'Associazione Luca Coscioni, radicale, promotore di diverse iniziative sull'autodeterminazione che già si è battuto per e con Piergiorgio Welby, malato di distrofia, per il suo diritto a una "morte opportuna" fino ad ottenere l'interruzione delle terapie sotto sedazione) che lo ha accompagnato in Svizzera, stato in cui la legislazione riconosce il diritto all'eutanasia.
Proviamo ad immaginarci bloccati in un letto, ciechi, senza speranza alcuna di miglioramento. Ognuno, secondo la propria sensibilità e spiritualità, svilupperà un ipotetico atteggiamento e sarà in ogni caso rispettabilissimo. Qui parliamo di un uomo che ha vissuto pienamente fino a prima dell'incidente: ha lavorato, amato e praticato sport, viaggiato, si è lasciato incuriosire sempre dagli stimoli che gli sono arrivati, la passione per la musica lo ha portato a diventare il dj che conosciamo. Non ci vuole molto ad immaginare che la sofferenza più grande di Fabo è non poter più essere quello che ha voluto essere e di scegliere di non essere più. Dice: "bloccato a letto in una notte senza fine, mi sento in gabbia". Matteo Cappato, che rischia anche un'incriminazione penale, lo ha accompagnato in una clinica che ha iniziato il protocollo per arrivare all'eutanasia, il quale prevede la verifica dello stato fisico e dell'impossibilità di guarigione, accompagnata da visite psicologiche che devono stabilire la piena coscienza della scelta che si è fatta.
Molti, troppi i commenti. Ci si sente liberi di parlare e discutere le scelte altrui, e non si ritiene di lasciare agli altri la possibilità di scegliere per sé.

Lasciamo a lui la libertà, di ripensarci o di farlo. È quanto la legge in attesa di discussione chiede, per un principio di dignitosa autodeterminazione che non colpevolizzi nessuno, che non richieda, soprattutto, l'opinione pubblica in una dimensione che più intima non potrà mai essere.

(Alle 11,40 di oggi la gabbia di Fabo si è aperta. Non ci ha ripensato.)

Share

Ultimo aggiornamento ( Mercoledì 31 Maggio 2017 00:49 )  

Concorsi & Festival

Ultime Nove

Silvana Grippi . 14 Settembre 2019
DEApress . 14 Settembre 2019
        OGGI GIOCA FIORENTINA JUVENTUS FOTO DI LUCA PULITI    
Silvana Grippi . 14 Settembre 2019
Poco si conosce dei curdi iraniani. La regione di Mokrian è bellissiama gli uomini portano un piccolo fazzoltto creativo e le sonne sono senza velo. Le due città principali città sono Mahabad  e Piranshahr che è una ...
Silvana Grippi . 14 Settembre 2019
2 GIORNI DI DIVULGAZIONE E SOSTENIBILITA Il programma è interessante. Parleremo di Ambiente e Viaggi: Ecovillaggi, sostenibilità, e permacultura con Roberto Liardo. Afganistan e il suo viaggio ...
DEApress . 13 Settembre 2019
  Brunello Mascherini  - Foto diella città di Palmira in Siria. L'arco di trionfo -  PERCORSO FOTOGRAFICO DELL'AUTORE IL 20 SETTEMBRE AL PARTERRE COMUNE DI FIRENZE Q.2 - Laureato in Scienze Politiche (indirizzo amministrativo)...
DEApress . 12 Settembre 2019
Un’altra meravigliosa scoperta archeologica a Pantelleria! Nel 2013 ero stato a Pantelleria per visitare gli scavi archeologici in corso e ammirare gli splendidi tesori che erano stati ritrovati, ma quanto scoperto in questi giorni è un vero e pro...
Antonella Burberi . 12 Settembre 2019
riceviamo e pubblichiamo Shi Liang Another Still Life a cura di Giovanni Iovane ideazione di Xiuzhong Zhang Sala delle Esposizioni dell’ Accademia delle Arti del Disegno Firenze Sala delle Esposizioni dell’Accademia delle Arti del Disegno , Fi...
DEApress . 11 Settembre 2019
Il 21 giugno FAO e Otca (Organizzazione del Trattato di Cooperazione Amazzonica cui partecipano otto Nazioni: Bolivia, Brasile, Colombia, Ecuador, Guyana, Perù, Suriname e Venezuela). Hanno annunciato che rafforzeranno il loro lavoro congiunto e la l...
Silvana Grippi . 11 Settembre 2019
 Comune di Firenze -  Centro socioculturale D.E.A. con la collaborazione di Cesvot - Sdiaf - Habitat Ecovillaggio Incontri Settembre/Ottobre 2019    "in viaggio"  Programma a cura della Redazione DEApress ...

Galleria DEA su YouTube