DEApress

Wednesday
Feb 28th
Text size
  • Increase font size
  • Default font size
  • Decrease font size

Recensione "In perfetto Orario" di Luca Rinarelli

E-mail Stampa PDF

 

9788867978274.jpg

“In perfetto orario” decisamente un bel noir ad opera del torinese Rinarelli.

Torino, ma anche Genova, è il luogo in cui si dipana la trama del libro.

Una Torino alle prese con l’avvicinarsi delle olimpiadi invernali ed i lavori ad essa connessi. Ovviamente abbiamo a che fare con omicidi e morti conseguenti, ma in questo caso non siamo di fronte ad alcuna indagine investigativa.
Ci troviamo ad avere a che fare con una realtà oggettiva, quella di due mondi in dissoluzione: quello dell’Est Europa e quello della Torino capitale dell’industria metalmeccanica coi i suoi scheletri di fabbriche abbandonate e divenute rifugio per chi ha non ha più niente.
Dalle ceneri di questi due mondi si intrecciano le vite dei personaggi di questo noir. Dall’anomalo sicario di professione, ex agente dei servizi segreti della DDR, che invece di essere assoldato fa un percorso inverso ed è lui che assolda gli affamati di vendetta i quali non essendo capaci di divenire killer si affidano alle sue capacità , “vivo nel dolore degli altri” è la sua filosofia di vita, un killer solitario che desidera e cerca la socialità; alla prostituta divenuta tale non certo per libera scelta ma perché costretta dal miraggio di una vita migliore; dall’operaio emigrato dal sud in cerca di fortuna nel nord industriale e che la crisi economica e le scelte speculative di chi privilegia la nocività al diritto alla salute, portano a cercare vendetta; agli scarti umani e derelitti prodotti da una società malata; un noir che si potrebbe definire di denuncia sociale in cui la ricerca di un’affettività umana è indispensabile per andare avanti come vero antidoto alla solitudine.

Ma oltre a questo è interessante come i protagonisti, almeno due di sicuro, si macinano nei dubbi verso scelte discutibili che a lungo andare non convincono più e che desiderano abbandonare.

Share

Ultimo aggiornamento ( Venerdì 26 Giugno 2020 12:12 )  

Concorsi & Festival

https://zonadiguerra.ch/

Ultime Nove

Silvio Terenzi . 28 Febbraio 2024
Giacomo Casaula"Amore sintetico" "Viola" - VIDEO UFFICIALE Giacomo Casaula torna sulla scena musicale con il suo ultimo lavoro, "Amore Sintetico", un album che esplora le sfumature dell'amore moderno attraverso lenti sintetiche, tessuti sonori e te...
Silvana Grippi . 28 Febbraio 2024
Silvana Grippi . 27 Febbraio 2024
La  Famiglia Langone che vivevano vicino a Bamako e rapita il 19 mggio del 2022, finalmente è stata liberata. 
Silvana Grippi . 27 Febbraio 2024
fo Il 27 febbraio 1976 il Polisario proclama formalmente la Repubblica Democratica Araba dei Saharawi con il governo in esilio in Algeria. . "La Repubblica è stata riconosciuta da 76 stati, principalmente africani e sudamericani, dall' Union...
Silvana Grippi . 27 Febbraio 2024
Nel lavoro di costruzione dell'Archivio D.E.A., abbiamo trovato queste foto e deciso di condividerle con voi.                             ...
Silvana Grippi . 26 Febbraio 2024
Il Centro socio-culturale D.E.A (Didattica-Espressione-Ambiente) lavora come volontariato per organizzare: Convegni, Forum e Dibattiti sui problemi socialmente utili.  Denunce socio-ambientali. Propone Mostre di Artisti e Fotografi.&...
Silvana Grippi . 24 Febbraio 2024
Manganellate agli studenti - La redazione DEApress esprime la solidarietà ai giovani studenti che sono stati rincorsi e picchiati mentre manifestavano dissenso. Siamo in un momento reazionario e insofferente verso ogni manifestazione contro il pote...
Silvana Grippi . 24 Febbraio 2024
la Repubblica Milano - Recensiamo questo articolo di Giorgia Notari    Una macchina rossa, devastata da chicchi di grandine, porta sul cofano la scritta “Climate change doesn’t exist”.E’ quella che campeggerà nei ...
Silvana Grippi . 23 Febbraio 2024

Galleria DEA su YouTube