DEApress

Sunday
Jan 24th
Text size
  • Increase font size
  • Default font size
  • Decrease font size

Recensione "Gli ultimi giorni di quiete"

E-mail Stampa PDF

“ GLI ULTIM I GIORNI DI QUIETE “

126330003_1261219854255890_2938424707274272583_n.jpg

 

Antonio Manzini con “ Gli ultmi giorni di quiete” ha messo da parte il suo personaggio, Rocco Schiavone, per approdare ad una storia tratta da un fatto realmente accaduto . Non è la prima volta che uno scrittore lascia il proprio personaggio, il personaggio per cui è divenuto famoso, possiamo citare, tra gli altri, da De Giovanni che è passato dal commissario Ricciardi a Sara; a Enrico Pandiani, da Les Italiens a Zara Bosdaves; ecc …. La differenza è che, appunto, non ci troviamo di fronte ad un nuovo personaggio, ma come scritto sopra, ad una storia tratta da un fatto vero. Ed anche in questo con Manzini, come del resto nei casi citati, gli appassionati lettori si divideranno in chi approva ed in chi boccia la nuova uscita. Devo dire che quanto letto mi ha colpito favorevolmente per la capacità di Manzini nell’orientare, anzi dirigere, chi legge verso un punto di vista o un altro. Perché leggendo non ci possiamo sottrarre dal considerare quanto è avvenuto,e quanto avviene. Un padre ed una madre segnati dall’uccisione del proprio figlio in occasione di una rapina, finita male, alla tabaccheria di proprietà che si ritrovano a condividere, non solo l’odio verso tutti e tutto ma soprattutto il desiderio di vendetta nei confronti dell’omicida, di nuovo libero ; libero dopo aver scontato la pena a cui la giustizia l’ha condannato. Un ex omicida che è passato da un sottoscala ad una casa con giardino; dall’aver condiviso una cella con altri 5 detenuti, anche se è una cella per 3; e che sta tentando di ricostruirsi una vita, ha trovato un lavoro ( malpagato), una relazione affettiva ; e che si trova a fare i conti con “ fine pena mai “ visto che un uomo è condannato per sempre nonostante che ognuno abbia diritto ad un processo equo,e “ anche se uno ha pagato le sue colpe resti sempre quello “.

Pagine che ti incollano non tanto nel cercare chi è il colpevole ma nel voler capire che succederà; come finirà; come è affrontabile il dolore … Perché il dubbio che assale chi legge non può che non essere: 5 anni, 4 mesi, 1 giorno possono ripagare il dramma di un figlio ucciso …. Ma un altro dubbio del tutto legittimo è: “ giusto non è, è la legge” e quindi è data la possibilità per chi ha sbagliato di poter avere una nuova vita?: In definitiva un buon libro sul senso e sul valore della giustizia. Un “ legal trhiller “ riuscito per le domande che suscita, e per le risposte che non da e né può dare.

Share

Ultimo aggiornamento ( Mercoledì 18 Novembre 2020 11:47 )  

Concorsi & Festival

https://zonadiguerra.ch/

Ultime Nove

DEApress . 23 Gennaio 2021
Ore 15.00 - Il carcere è tortura - Con questo slogan si sono ritrovati oggi circa  trecento persone appartenenti a Centri sociali, Associazioni, Comitati, collettivi studenteschi e gente comune, Gruppi e Partiti politici della sinistra. S...
Marco Ranaldi . 23 Gennaio 2021
Lo sappiamo bene, abbiamo imparato a convivere con tutto il peggio che questa "insolita" pandemia ci ha portato a considerare. La limitazione delle libertà, la continua ricerca di ansie nuove e l'infinitesimale distanza fra centro del potere e libero...
DEApress . 22 Gennaio 2021
EVA: UN’AVVOCATA CHE TUTELA LE FAMIGLIE DEGLI IMMIGRATI Di Laura Ciampini   Eva González Pérez è nata a Cáceres, la sua famiglia si è trasferita dalla Spagna franchista in Olanda, dove Eva si è laureate in Giurisprudenza. Oggi è l’ avvocata ...
DEApress . 21 Gennaio 2021
                                                        E' stato completato da pochi giorni un grande mu...
Fabrizio Cucchi . 21 Gennaio 2021
In Tunisia è in corso un' ondata di proteste. Più di 600 persone, in gran parte giovani e giovanissimi, sono stati arrestati a partire dallo scorso venerdì, quando, nella notte, nonostante il coprifuoco, manifestanti e polizia sono stati protagonisti...
DEApress . 21 Gennaio 2021
RICEVIAMO E PUBBLICHIAMO:     Amici della Musica  Aldo Ciccolini protagonista del concerto in streaming e dei materiali dagli archivi di questa settimana Proseguono le attività a distanza degli Amici della Musica, conc...
Silvana Grippi . 20 Gennaio 2021
Il CENTRO STUDI D.E.A onlus è a disposizione di Studenti, Laureandi, Laureati, Dottorandi e Ricercatori.   Scrittori, Free Lance, Artisti e Creativi Per info redazione@deapress.com
Silvana Grippi . 19 Gennaio 2021
RICEVIAMO E PUBBLICHIAMO:   Buongiorno, inviamo, in allegato, il comunicato stampa relativo alle riaperture degli spazi delle Gallerie degli Uffizi e alcune immagini sulla riapertura del Giardino di Boboli di oggi. Il Giardino di Boboli...
Silvana Grippi . 19 Gennaio 2021
In Sicilia, dal VIII al X secolo d.c., la poesia ha svolto un ruolo importante, alcune fonti ricordano come i sovrani e i ceti benestanti si appropriarono di questa forma di cultura popolare e la fecero diventare mezzo di esaltazione del potere ad op...

Galleria DEA su YouTube