DEApress

Wednesday
Feb 28th
Text size
  • Increase font size
  • Default font size
  • Decrease font size

Nuovo no allo sgombero di Rebeldia

E-mail Stampa PDF

Oggi alle 10 nuovo incontro dell'Ufficiale Giudiziario con le associazioni che da mesi occupano lo stabile comunale di via Battisti 51 e che il comune ha già emesso un’ordinanza di sgombero.

Ad attenderlo centinaia di persone, volontari del Progetto Rebeldia, ma non solo: decine e decine di rappresentanti di altre realtà cittadine, persone, tanti che volevano portare la loro solidarietà e ribadire che c'è una città che chiede alle istituzioni con forza di non arrivare allo sgombero e di trovare una soluzione condivisa.

L'Ufficiale Giudiziario ha preso atto nuovamente dell'indisponibilità dell'area e, seppur accompagnato da una ventina di agenti della DIGOS e della polizia, ha consesso un rinvio di due settimane: tornerà il 27 mattina alle 9.

La data è arrivata dopo circa un'ora di trattativa in cui rappresentanti delle associazioni, professori universitari di Scienze per la Pace e avvocati hanno spiegato come in data 14 Gennaio si sia riaperto una possibilità di dialogo con il Comune.

Nell'incontro del 14 Gennaio in Comune le associazioni hanno portato nuove possibili soluzioni da percorrere per trovare una via d'uscita concordata e congeniale alle loro attività.

“Abbiamo chiesto – ribadisce il comitato delle associazioni in una nota - che ci sia dato agio di percorrere questo possibile percorso di dialogo, che sia concessa il tempo per fare un lavoro serrato e sperare in una soluzione che eviti gravissima rottura democratica che deriverebbe da un intervento forzato.  Con soddisfazione accogliamo la notizia della concessione di un’ulteriore spazio di trattativa concesso dal comune”.

Se la trattativa riavviata ieri non andrà a buon fine, ci sarà il terzo accesso il 27 probabilmente accompagnato da un considerevole spiegamento di forze. “Ancora una volta – prosegue la nota del comitato – ribadiremo la nostra volontà di difendere un’importante spazio di partecipazione democratica come Rebeldia e respingiamo il tentativo di ridurne il futuro a un problema di ordine pubblico, e con noi centinaia di persone in città.”

 

Riccardo Marconi - DEApress

Share

 

Concorsi & Festival

https://zonadiguerra.ch/

Ultime Nove

DEAPRESS . 28 Febbraio 2024
Alessandra Todde non può dare lezioni sulla repressione a nessuno. È stata viceministro dello sviluppo economico nel secondo governo Conte. Sotto quel governo, furono stroncate le rivolte e le proteste nelle carceri del marzo 2020. Tredic...
Silvio Terenzi . 28 Febbraio 2024
Giacomo Casaula"Amore sintetico" "Viola" - VIDEO UFFICIALE Giacomo Casaula torna sulla scena musicale con il suo ultimo lavoro, "Amore Sintetico", un album che esplora le sfumature dell'amore moderno attraverso lenti sintetiche, tessuti sonori e te...
Silvana Grippi . 28 Febbraio 2024
Silvana Grippi . 27 Febbraio 2024
La  Famiglia Langone che vivevano vicino a Bamako e rapita il 19 mggio del 2022, finalmente è stata liberata. 
Silvana Grippi . 27 Febbraio 2024
fo Il 27 febbraio 1976 il Polisario proclama formalmente la Repubblica Democratica Araba dei Saharawi con il governo in esilio in Algeria. . "La Repubblica è stata riconosciuta da 76 stati, principalmente africani e sudamericani, dall' Union...
Silvana Grippi . 27 Febbraio 2024
Nel lavoro di costruzione dell'Archivio D.E.A., abbiamo trovato queste foto e deciso di condividerle con voi.                             ...
Silvana Grippi . 26 Febbraio 2024
Il Centro socio-culturale D.E.A (Didattica-Espressione-Ambiente) lavora come volontariato per organizzare: Convegni, Forum e Dibattiti sui problemi socialmente utili.  Denunce socio-ambientali. Propone Mostre di Artisti e Fotografi.&...
Silvana Grippi . 24 Febbraio 2024
Manganellate agli studenti - La redazione DEApress esprime la solidarietà ai giovani studenti che sono stati rincorsi e picchiati mentre manifestavano dissenso. Siamo in un momento reazionario e insofferente verso ogni manifestazione contro il pote...
Silvana Grippi . 24 Febbraio 2024
la Repubblica Milano - Recensiamo questo articolo di Giorgia Notari    Una macchina rossa, devastata da chicchi di grandine, porta sul cofano la scritta “Climate change doesn’t exist”.E’ quella che campeggerà nei ...

Galleria DEA su YouTube