DEApress

Tuesday
Oct 04th
Text size
  • Increase font size
  • Default font size
  • Decrease font size

Ricordando L'Aquila

E-mail Stampa PDF

Ricordando L’Aquila

Domani ricorre il secondo anniversario del terremoto che, il 6 aprile 2009, distrusse la città dell’Aquila e provincia. La situazione a due anni dal tragico evento è ancora avvilente; sono ancora in 38.000 gli sfollati che abitano ancora in abitazioni provvisorie distribuiti tra alloggi a carico dello Stato e strutture ricettive abruzzesi, mentre circa 13 mila sono gli individui che beneficiano del contributo di autonoma sistemazione (200 euro a persona ogni mese). Sebbene siano aperti attualmente 11.000 cantieri per la ricostruzione, la questione principale riguarda gli edifici classificati “E”, vale a dire quelli gravemente danneggiati, di cui nel solo capoluogo se ne contano ben 8.700. A essere penalizzati maggiormente sono i cittadini delle piccole province poiché le loro abitazioni sono localizzate nei centri storici a cui si dà la priorità nei piani di ricostruzione; progetti che, tuttavia, non sono ancora stati presentati dai Comuni.
Per il 6 aprile è prevista nella città dell’Aquila una serie di manifestazioni in ricordo del disastro per le quali è stata richiesta dai cittadini soltanto la presenza del Presidente della Repubblica Giorgio Napolitano, mentre si sono sollevate proteste nei confronti del Presidente del Consiglio attraverso l’esposizione di slogan contrari a un’eventuale visita di Berlusconi.
Infatti una parte della popolazione lamenta un’inefficienza da parte delle autorità nel processo di ricostruzione che secondo la ricerca "Microdis-L'Aquila", degli atenei di Firenze, Marche e L'Aquila è più lenta che in Indonesia. Ma il dato più allarmate che emerge da questo studio è l’aumento di patologie quali ansia e depressione che colpisce maggiormente i giovani, e che è dovuto principalmente alla mancanza di un luogo di ritrovo dove poter ricreare una rete sociale. Per non parlare degli sforzi economici che devono fronteggiare i terremotati che, dopo una sospensione di 15 mesi, da luglio 2010 hanno ripreso a pagare le imposte e, dal prossimo novembre, dovranno pagare in aggiunta anche quelle non versate da aprile 2009 a giugno 2010, nell'ambito di un regime fiscale da molti definito penalizzante rispetto ai sismi di Umbria-Marche e Molise.
Dunque nonostante siano stati stanziati  14.767 miliardi di euro con il decreto Abruzzo 30/2009, la strada della ricostruzione è ancora irta e i terremotati affrontano ancora giorno dopo giorno nuove sfide a cui difficilmente sapranno far fronte con le solo loro forze.

(Fonte:Ansa)

Share

 

Concorsi & Festival

https://zonadiguerra.ch/

Ultime Nove

DEAPRESS . 03 Ottobre 2022
simone fierucci . 03 Ottobre 2022
Il 3 ottobre nella Giornata internazionale di lotta alla crisi e al carovita. L’Unione Sindacale di Base annuncia che in tutta Italia manifesterà oggi davanti alle maggiori aziende dell’energia e alle sedi dei loro maggiori azionisti, a partire da Ca...
Silvio Terenzi . 03 Ottobre 2022
Ivan francesco Ballerini“Racconti di mare. La via delle spezie” "Al bar del porto" - Official Video Esce “Racconti di mare. La via delle spezie” il terzo disco di Ivan Francesco Ballerini che troveremo anche dentro i principali canali digit...
Samira Sharfeddin . 03 Ottobre 2022
        Non sono state le streghe a bruciare. Erano donne. Donne che erano viste come: Molto belle. Molto colte e intelligenti. Perché avevano l'acqua nel pozzo, o una bella piantagione (sì, ...
Silvana Grippi . 03 Ottobre 2022
         
Silvana Grippi . 03 Ottobre 2022
Silvana Grippi . 01 Ottobre 2022
Entre Dos Mundos Festival del Cinema Iberoamericano – V edizione Firenze, 29 settembre – 2 ottobre 2022 | Cinema La Compagnia Sesto Fiorentino, 5 - 6 ottobre 2022 | Multisala Grotta Domani, domenica 2 ottobre si conclude al Cinema La Co...
DEAPRESS . 01 Ottobre 2022
Da tempo ormai sentiamo notizie sulla guerra in Ucraina. Se non ci siamo abituati - poco ci manca - eppure vorrei spendere poche parole su questa situazione che sta peggiorando sempre più, addirittura a livello di guerra mondiale. Secondo fonti ANSA...
DEAPRESS . 30 Settembre 2022
  Ragazzo iraniano dipinge Mahsa Amini in piazza S. Croce a Firenze - Ph. Silvana Grippi     AMNESTY INFORMA - "Il 13 settembre Mahsa Amini, 22 anni, è stata arrestata a Teheran dalla cosiddetta polizia “morale” irani...

Galleria DEA su YouTube