DEApress

Wednesday
Sep 28th
Text size
  • Increase font size
  • Default font size
  • Decrease font size

Avremo anche noi il "malware di Stato"?

E-mail Stampa PDF

La giurisprudenza tedesca, a differenza di quella italiana, (1) non consente, in teoria, ai funzionari teutonici, l'uso di malware “et similia”. Questo non ha impedito a costoro di provarci (2) e di riprovarci (3). Il risultato? Computer di mezzo mondo (4) che presentavano rallentamenti e malfunzionamenti per permettere ai pubblici ufficiali della Repubblica Federale di raccogliere prove che, essendo ottenute in modo illegale, non avrebbero potuto esibire in tribunale.
Era almeno dagli anni '70 che la polizia tedesca non dava prova di tanta ottusità.

Ma noi in Italia siamo “sempre un passo avanti”. Circa un anno fa esplose lo scandalo del cosiddetto “Hacking Team” (5) . Venimmo dunque a sapere che una azienda italiana, aveva messo a frutto la sua esperienza nel sorvegliare i cittadini del “Belpaese” per servire regimi dittatoriali di mezzo mondo e aiutarli così a mettere a tacere ogni opposizione. La spregiudicatezza di questi degni rappresentanti del mondo dell'impresa “made in Italy” era tale che ci fù persino il sospetto che costoro potessero fabbricare di sana pianta le prove per compiacere i committenti. Riporto le parole di un esperto: “[...] Chiunque avrebbe potuto impiantare dati creati ad hoc su un computer, un po' come quando il poliziotto cattivo ti infila il sacchetto di cocaina nella tasca per creare una prova. Questa è la stessa cosa in versione digitale. Se io fossi un giudice mi farei una domanda adesso: chi mi dà la garanzia che le prove che mi hanno sottomesso non siano state fabbricate ad arte?" (6) .Naturalmente la suddetta azienda è ancora attiva e operante (7). “Con buona pace” di chi crede nel potere della “pubblica disapprovazione”.

Adesso una sentenza della Cassazione (8) legalizza l'uso in Italia del “trojan di Stato” per combattere la criminalità organizzata. Dato che questi software "piacciano ai pubblici ufficiali" anche là dove sono illegali, qui che sono invece legali, finiranno per essere usati in massa, per ritrovarceli nei computer di tutti, pregiudicati e incensurati, onesti e delinquenti, “fino agli estremi limiti della Terra”...Con conseguenti malfunzionamenti, rallentamenti, e chissà che non vengano usati anche da qualcuno per i suoi scopi privati. Personalmente non credo che le operazioni di polizia debbano venire fatte “fregandosene altamente” dei possibili “danni collaterali”. Inoltre, meno controllo ha l'utente su ciò che fà il suo computer, meno sono “significative” eventuali prove di crimini raccolte su di esso. Quindi in conclusione daremo altri soldi pubblici ai “soliti noti”, imprenditori informatici senza scrupoli che chiaramente si faranno pagare per realizzare i malware, per avere meno privacy per il cittadino onesto, con un nulla di fatto contro la criminalità organizzata.
...E computer che funzionano sempre peggio…

Fabrizio Cucchi, DEApress

 

(1)http://www.spiegel.de/international/germany/the-world-from-berlin-germany-s-new-right-to-online-privacy-a-538378.html

(2)http://www.lastampa.it/2011/10/11/tecnologia/scandalo-in-germania-scoperto-il-trojan-di-stato-hdG7moLJm1iNKi9i5ShbPK/pagina.html

(3)http://www.deapress.com/cronache/17346-torna-il-malware-qdi-statoq.html

 

(4) Un “file” auto-eseguibile all'insaputa dell'utente non ha bisogno di essere programmato per replicarsi per diffondersi oltre le intenzioni del suo “untore”. Se è veicolato da un allegato di una e-mail questa può venire inoltrata o semplicemente aperta sul computer di qualcun altro. Anche se viene istallato direttamente sul computer voluto ...il virus non verrà rimosso se la macchina viene venduta, prestata o semplicemente utilizzata da qualcun altro.  

(5)https://it.wikipedia.org/wiki/Hacking_Team

(6) http://www.adnkronos.com/magazine/cybernews/2015/07/08/furto-hacking-team-esperto-diverra-caso-politico_ekC1CoJKmA2i0ivyKj6wVL.html

(7)http://www.hackingteam.it/

(8)http://motherboard.vice.com/it/read/cassazione-trojan-di-stato-criminalita-organizzata

 

Share

Ultimo aggiornamento ( Sabato 09 Luglio 2016 14:59 )  

Concorsi & Festival

https://zonadiguerra.ch/

Ultime Nove

Fabrizio Cucchi . 27 Settembre 2022
L'annuncio della mobilitazione parziale russa, alla fine della scorsa settimana, rischia di essere visto dagli storici futuro come la fine dei sogni imperiali di Putin, se non come l'inizio della terza guerra mondiale. Infatti un maggior numero di co...
Silvana Grippi . 27 Settembre 2022
www.teatroinstabile.it TEATRO INSTABILE Via Tigellio n°3 - 09070 PAULILATINO (OR)  Tel. +39.0785.55087 Fax +39.0785.566142 info@teatroinstabile.i       t            
Silvana Grippi . 27 Settembre 2022
Silvana Grippi . 26 Settembre 2022
simone fierucci . 25 Settembre 2022
Pubblichiamo il report sul dibattito sul futuro delle navi da crocieria tenutosi a Venezia il 10 Settembre tratto dal sito globalproject. Presente e futuro delle navi da crociera nel Mediterraneo. Il report del dibattito al Venice Climate Camp Con ...
simone fierucci . 23 Settembre 2022
Cultura. Liliana Ancalao Meli, poetessa mapuche: "Scrivo per ricordarmi chi sono" Pubblichiamo un'intervista rilasciata dalla poetessa indigena Liliana Ancalao Meli a Rebeca Meteos Diaz . Liliana è una delle voci della poesia indigena sud Am...
Silvana Grippi . 23 Settembre 2022
Abbiamo bisogno di voi! L'Archivio DEA contiene:  Mostre, Depliants, Foto, Volantini, Foto, Fumetti Presentazione degli artisti, Libri e Riviste prodotte fin dal 1987 ad oggi. Il materiale cartaceo (organizzato dal 1987) sarà visibile dal...
Silvana Grippi . 23 Settembre 2022

Galleria DEA su YouTube