DEApress

Saturday
May 25th
Text size
  • Increase font size
  • Default font size
  • Decrease font size

Poeta di strada si autodenuncia

E-mail Stampa PDF

IMG_20180531_090400.jpg

"Una pagina bianca è una poesia nascosa"

Si chiama Ivan Tresoldi, il poeta che scrive sui muri: ha scritto versi per le strade di Milano dal 2001 al 2014, si definisce "poeta di strada" ed è finito sul banco degli imputati per imbrattamento. Le sue "opere" situate in diverse zone della città sono circa una ventina. L'autore autodenunciandosi ha mostrato al giudice le foto dei suoi interventi sui muri cittadini.

Il caso giudiziario nasce da una scritta comparsa sul muro di fronte alla Biblioteca Bicocca che ha portato un gruppo di guardie ecologiche a sporgere denuncia. Interrogato dalla polizia locale, Ivan ha sostenuto di "agire sempre dopo avere condiviso le sue intenzioni con gli abitanti della zona" prescelta.nascosta". Durante l'interrogatorio ha rivendicato la sua opera di artista: "Io non deturpo lo spazio pubblico, le mie vernici sono ad acqua e le opere si cancellano col tempo". Sono poesie molto brevi, forse solamente pensieri ispirati dallla ribellinone verso una società che massifica la poesia rendendola leggibile solo sulla carta, a volte si tratta di una sola strofa ma per il poeta sono eventi culturali.

Sono tantissimi gli "artisti di muro": poeti - sono,  addirittura, nati Movimenti che prima di affiggerle hanno numerato le poesie scritte su fogli A4 e poi incollati - writer con pennello o bomboletta e altri vari scrittori di cose illeggibili. Questi ribelli, se fermati, sono pronti a pagare multe altrissime, si autodefiniscono artisti, io li chiamo "Artisti di muro" differenziandoli dagli "artisti di strada".

Il comune di appartenenza si difende accusandoli di degradare la città e foreggiando la nascita di varie associazioni che come gli "Angeli del bello" che diventano la controparte di chi imbratta senza permesso. In ogni citttà c'è una guerra in atto tra il comune che li definisce deturpatori del bene pubblico ma che poi li utilizza per i propri scopi propagandistici, inserendoli in "riserve indiane"  utili al turismo, come è stato fatto con i "madonnari" e gli "artisti di strada" (pittori con cavalletto, musicisti, mimi, saltimbanchi ed altro) che partecipano addirittura a bandi pubblici e pagano il suolo pubblico a centimetri, così possono accogliere le elemosie, che vengono sottratti con la quota fissa per l'uso del "metroquadro" .

IMG_20180531_090417.jpg

Share

Ultimo aggiornamento ( Giovedì 31 Maggio 2018 12:28 )  

Concorsi & Festival

Ultime Nove

Silvana Grippi . 25 Maggio 2019
DEApress - Agenzia di stampa Informazione contro corrente: utile per divulgare e formare Un approccio alla comunicazione socialerivolta al dialogo, trasparenza e rispetto,con  l' obiettivo del raggiungimentodi una maggiore cons...
Silvio Terenzi . 24 Maggio 2019
LUPO“To the Moon EP” “Slow Big Crunch” - Official HD Chicco Bedogni abbandona il "rumore". Potremmo intitolarlo così un simile viaggio in musica ma rischieremmo di mancare di rispetto al percorso post-rock che lui ha portato avanti con gli AmpRiv...
Silvana Grippi . 24 Maggio 2019
Ecco alcuni stralci del volantino di Fridays For Future Firenze distribuito dagli studenti durante la manifestazione a cui hanno partecipato circa tremila persone Sciopero per il clima e contro le grandi opere a Firenze "Dopo il 15 siamo nuo...
Fabrizio Cucchi . 23 Maggio 2019
Il sito web della BBC (1) riporta la notizia del ricorso della "Wikimedia Foundation" (la fondazione senza scopo di lucro che "è dietro" alla nota enciclopedia collaborativa on-line Wikipedia), presso la Corte Europea dei diritti umani, contro la Tur...
Silvana Grippi . 23 Maggio 2019
Pompei - Questa foto presumibilmente risale agli anni 50. Il Tempio della Fortuna Augusta dedicato ad una DEA, risale al I secolo a.C., presumibilmente compreso tra il 13 a.C., anno del termine delle campagne di conquista di Augusto ...
DEApress . 23 Maggio 2019
Riceviamo e pubblichiamo: OTEME - Osservatorio delle Terre Emerse e Associazione Culturale dello Scompiglio presentano UN SALUTO ALLE NUVOLEVideo ...
DEApress . 23 Maggio 2019
  Sono davvero salve le Gualchiere trecentesche di Firenze in riva d’Arno? Prestigioso monumento industriale medievale, definito dallo storico Fernand Braudel “il maggiore impianto industriale dell’Europa pre-industriale” (ce lo ha...
DEApress . 22 Maggio 2019
La Galleria DEA e la redazione DEApress da circa un anno hanno provato ad aprire un punto di ritrovo e vendita ma purtroppo l'esperimento non è riuscito. Le spese sono superori alle entrate, e da sempre la nostra etica ci porta a  rifiutare la p...
Silvana Grippi . 22 Maggio 2019
Programma in preparazione verrà fatto a Villa Romana Firenze

Galleria DEA su YouTube