DEApress

Friday
May 24th
Text size
  • Increase font size
  • Default font size
  • Decrease font size

SCHIAVONE, UNA BATTUTA D'ARRESTO.

E-mail Stampa PDF
 
0_copy_copy_copy_copy_copy_copy_copy_copy_copy_copy_copy_copy_copy_copy_copy_copy_copy_copy_copy_copy_copy_copy_copy_copy_copy_copy_copy_copy_copy_copy_copy_copy_copy_copy.jpg
 
Ci aveva abituato fin troppo bene, pur senza allontanarsi troppo dagli stilemi del genere, l’ottimo Manzini. Il suo quasi impercettibile scavo psicologico, quell’indugiare sui personaggi con una lingua apparentemente svagata, che parte distratta e pian piano mette a fuoco, è sempre arrivata. Mettere insieme una Questura, tenere un gruppo di figure eterogenee, tratteggiarne i caratteri e farli esprimere con credibilità: è questa la costruzione realizzata attorno al mattatore Rocco Schiavone. Stavolta però l’alchimia non si ripete: in molto meno di duecento pagine non ci si avvicina neppure, ad imbastire una trama. L’ennesimo episodio, quello dove Schiavone e Brizio inseguono Furio che, a sua volta, sta braccando Sebastiano in Sud America (da cui il titolo volutamente canzonatorio) per chiudere i conti una volta per tutte con il loro passato di amici inseparabili sembra un esercizio stanco, più un trattamento
per la serie tv che un romanzo autonomo.
Un collage di scene (interno notte, aereo in volo, luci soffuse) che si susseguono quasi casualmente, dietro il quale si respira una stanchezza inedita che stavolta non riguarda il vicequestore ma proprio l’autore, colui che dovrebbe tirare i fili della narrazione e che invece inciampa in un cliché davvero stinto. È forse un esercizio sui personaggi, rimanendo lontani
sia da Aosta che da Roma, a cui l’ambientazione esotica praticamente inesistente toglie respiro: invece di esaltare le “spalle” del mattatore, tutti i caratteri svaniscono in una nebbiolina vaga, pigra, negletta. Le due cacce concentriche (come detto, cercare Furio per arrivare poi a Sebastiano) non comunicano pathos ma una stanchezza mai vista, nemmeno negli episodi più cupi della serie, con un non-finale quasi imbarazzante per pochezza e
approssimazione. Sembra manchi la verve, come se l’episodio fosse stato scritto da un’altra mano, da una “sensibilità” in tono minore, un esordiente in cerca della misura giusta. Insomma, una battuta d’arresto, un passo falso, uno strano interludio che non va da nessuna parte. Come uno di quei sogni che agita le notti di chi lo fa e che al mattino non lascia nessun ricordo, solo
vaghe sensazioni, uno straniamento senza motivo.
Eppure la tridimensionalità, lo sbozzo a tutto tondo della saga-Schiavone aveva dato prova migliore di sé, aveva respirato a pieni polmoni vivificando sia le trame che, come detto, soprattutto la finezza psicologica dei caratteri.
Naturalmente non è la fine della storia, dato che ancora molti sono i fili da seguire, e un interludio in tono minore ci sta: lo si capisce da subito, forse, già prendendo in mano il volumetto e saggiandone la “leggerezza”. Una lettura veloce, che non occupa più di una bruosa sera d'autunno.

Share

Ultimo aggiornamento ( Lunedì 13 Novembre 2023 17:48 )  

Concorsi & Festival

https://zonadiguerra.ch/

Ultime Nove

DEAPRESS . 23 Maggio 2024
DAL 26 MAGGIO AL 21 LUGLIO 2024GIULIANO VANGI: IL DISEGNOa cura di Marco Fagioli e Nicoletta Ossanna CavadiniSpazio Officina, Chiasso[...]Dal 26 maggio al 21 luglio 2024 lo Spazio Officina ospita la mostra GIULIANO VANGI: IL DISEGNO, a cura di Marco ...
Silvana Grippi . 23 Maggio 2024
ph Silvana Grippi
Silvana Grippi . 22 Maggio 2024
   Comune di Firenze Quartiere 2 - Centro Socio-Culturale D.E.A.   XVIII Festival Mediamix Senza confini   Il Centro Socio-Culturale D.E.A. con il Quartiere 2 del Comune di Firenze, è lieto di comunicare l’organi...
DEAPRESS . 22 Maggio 2024
  XVIII Festival Mediamix Regolamento del concorso “Senza Confini” Requisiti di partecipazione: · Copia CD, Pendrive, posta o email · Scheda di partecipazione compilata in stampatello e firmata dall’autore. · Scheda tecnica dell’opera...
DEAPRESS . 21 Maggio 2024
Riceviamo e pubblichiamo   COMUNICATO STAMPA Nell'occasione sarà presentato il libro “Tiziano Terzani mi disse” di Jacopo StorniTiziano Terzani, serata omaggio nel suo quartiere natale Monticelli (Firenze)Nel ventennale della morte, un even...
Fabrizio Cucchi . 20 Maggio 2024
Riceviamo e pubblichiamo:"La cultura umanistica all’Università di Firenze, sette maestri raccontati da allievi e colleghiDue appuntamenti in Via Laura martedì 21 maggio nel programma del centenario dell’Ateneo L'eredità di Oreste Macrí, Arnaldo Pizzo...
DEAPRESS . 20 Maggio 2024
Il 6 luglio a Cesenatico mi verrà consegnato un premio: è una biennale arte visiva contemporanea. Due anni fa all'inizio del mio percorso ero alla biennale di Cesenatico con questo quadro, che è rimasto poi esposto tutta l'estate all'hotel Brixton ...
DEAPRESS . 20 Maggio 2024
  Riceviamo e pubblichiamo L’Associazione Novoli Bene Comune e l’Unità di Ricerca “Paesaggio, Patrimonio culturale, Progetto” del Dipartimento di Architettura dell’Università di Firenze Invitano la cittadinanza alla present...
Fabrizio Cucchi . 19 Maggio 2024
Il difficile processo di decolonizzazione non può dirsi ancora compiuto. Per non parlare qui dei fenomeni colonialistici che hanno preso piede negli ultimi 30-40 anni, molte aree del terzo mondo sono ancora direttamente sotto il completo e formale co...

Galleria DEA su YouTube