DEApress

Tuesday
Nov 24th
Text size
  • Increase font size
  • Default font size
  • Decrease font size

“Una lettura eretica delle favole”

E-mail Stampa PDF

Si parte da un interrogativo: le favole di Jean de La Fontaine furono scritte con l’intento di ammaestrare gli uomini sui vizi e le virtù, «oppure siamo autorizzati a leggerle anche trascurando la morale?» Il La Fontaine che ne emergerebbe sarà un uomo liberato dagli storici paludamenti o un autore deprivato del suo spirito originario?

È scegliendo la più “eretica” tra le risposte, che Piera Mattei imposta la sua rilettura del grande classico della tradizione francese, facendone non più il propinatore di una morale «spesso pedantesca, spesso ristretta nei confini angusti del senso comune», ma un sottile indagatore della natura umana ed animale, capace di coglierne con sguardo ironico e disincantato i pregi e difetti. Il tutto mantenendo il più possibile “leggera” la narrazione, cercando in primo luogo di divertire il lettore – obiettivo certo ben lungi dalla proverbiale pesantezza dei discorsi morali. E per completare l’ereticità dell’operazione, Piera Mattei offre al lettore alcune personali traduzioni delle favole.

Sembrerebbe insomma che il La Fontaine descritto in questo breve volume sia altro da quello celebrato nella storia della letteratura francese, ma nient’affatto!, è proprio la vicenda esistenziale dell’autore, sono i suoi scritti e commenti a scagionare la “lettrice eretica” dall’accusa di contraffazione. Lungi dalle più facili interpretazioni, le favole di Jean de La Fontaine sono «avventure disegnate con tratti leggeri», finalizzate non tanto alla presentazione di una regola morale stabile e definita, quanto piuttosto alla descrizione della ricchezza e imprevedibilità dei rapporti tra le specie animali – uomo compreso. Non sarà quindi un caso se le piacevoli illustrazioni che accompagnano il testo ritraggano due asinelle che si muovono nel paesaggio circumetneo: oltre a rappresentare un omaggio all’asino della prima favola citata, esse testimoniano anche del forte interesse dell’autrice per gli affetti e i legami spirituali (sono entrambe incinte, forse madre e figlia, e si muovono «in consonanza»).

Passando poi alla “sostanza” del libro, tre sono le tematiche che ne strutturano i capitoli: «Il dramma della sproporzione», che racconta di quelle affinità spirituali tra uomini e animali, compromesse però dalla sproporzione del gesto che tenta di suggellarle; «I gatti: amicizie e passioni», che propone una vera “psicologica dei felini”, servendosi della guida e della sensibilità “etologica” di La Fontaine; «La morte, come evento repentino e come attesa», che presenta infine quello che è forse il più assiduo tra i protagonisti delle favole, non mancando di riferimenti alla grande tradizione italiana. Tutte queste sezioni sono poi accompagnate da ampi assaggi della poesia lafontainiana, riproposta in versione originale e nella traduzione di Piera Mattei – una traduzione attenta e curata, che privilegia decisamente il senso sul suono, rinunciando spesso alla “letterarietà” per aiutare il lettore nell’interpretazione del testo.

Conclusa la lettura del breve saggio (55 pagine in tutto), resta forse una certa insoddisfazione di fronte ai tanti spunti che ha offerto senza svilupparli pienamente. Ma il desiderio di riprendere il testo di La Fontaine, per confrontarsi con esso – magari nella versione originale – con una curiosità rinnovata, è prova della piena riuscita di questa piccola operazione letteraria.

Per DEApress, recensione di Simone Rebora

Jean de La Fontaine
“Una lettura eretica delle favole”
saggio e traduzioni di Piera Mattei
Roma, Superstripes Press, 2011 (collana gattomerlino)
pp. 56 – euro 7,00

Share

Ultimo aggiornamento ( Giovedì 05 Aprile 2012 13:40 )  

Concorsi & Festival

https://zonadiguerra.ch/

Ultime Nove

Ni Weijun . 24 Novembre 2020
Un nuova conquista del governo cinese: è partito un satellite dalla Cina per un nuovo viaggio verso la Luna, con la Missione Chang'e- 5. L'obiettivo è quello di raccogliere delle rocce lunari per portarle a terra e studiarle. Un viaggio importante ...
Silvana Grippi . 24 Novembre 2020
Silvana Grippi . 23 Novembre 2020
E’ ripresa la guerra nel Sahara Occidentale: si fronteggiano il  Fronte Polisario (movimento politico e militare del popolo saharawi) e il regno del Marocco. C'è in ballo un referendum spostato in continuazione e una delusione continua di spera...
DEApress . 22 Novembre 2020
IL POTERE DELLA CONTESTAZIONE IN PERU’ Grazie alla forza della protesta il golpe parlamentare sembra essere stato sventato, all’interno di un sistema politico corrotto e di una crisi di rappresentanza che dura da anni. In conseguenza alla mobilitaz...
Ni Weijun . 21 Novembre 2020
Oggi sono andata alla manifestazione alla stazione di S.M Novella. Ho fatto un'intervista a Antonella Bundu e foto.  
Fabrizio Cucchi . 21 Novembre 2020
  Questa seconda ondata di infezioni da coronavirus stà mettendo in luce vecchi problemi della società e della sanità italiana (e mondiale) oltre a creare dei nuovi problemi. Per dare una risposta "dal basso" a tutto ciò, quest'oggi, in circa...
Ni Weijun . 20 Novembre 2020
Il teatro cinese - Opera di Pechino Interessante recupero storico del teatro cinese e dell'Opera di Pechino famoso in tutto il mondo. Nell’antica Cina il teatro si avvaleva del canto, la danza e l’arte mimica. Le prime testimonianze di ...
Fabrizio Cucchi . 19 Novembre 2020
Mentre il paese mediorentale stà affrontando, oltre alla pandemia, agli strascichi della guerra civile e alla crisi economica, anche una grave serie di incendi (1) che stanno distruggendo il già scarso e già provato patrimonio forestale dello stato, ...
Silvana Grippi . 19 Novembre 2020
Tensione al confine con la Mauritania tra l’esercito del Marocco e il Fronte del Polisario.   Sulla linea di Guerguarat, piccolo insediamento che segna un confine del Maghreb, si sta giocando il futuro del popolo saharawi. Alle prime luci de...

Galleria DEA su YouTube