DEApress

Saturday
Aug 17th
Text size
  • Increase font size
  • Default font size
  • Decrease font size

Le baruffe chiozzotte di Goldoni al Metastasio

E-mail Stampa PDF

51592121_10215850646971581_8677273623842521088_n.jpg

Da giovedì 7 a domenica 10 febbraio al Teatro Metastasio va in scena la rilettura del regista

Paolo Valerio

LE BARUFFE CHIOZZOTTE

di Goldoni,

opera corale e dialettale ambientata in una piccola calle di Chioggia, tra le reti dei pescatori e i merletti delle donne (feriali ore 20.45, sabato ore 19.30, domenica ore 16.30).

Si tratta di un realistico affresco della vita degli strati sociali più bassi, con gli indigenti e genuini pescatori colti tra le ansie, i pettegolezzi, i litigi, le riappacificazioni e, naturalmente, le schermaglie amorose della vita quotidiana. Un vivido spaccato di vita, dove si parla forte, ci si arrabbia tanto e si sta allegri, mentre regna sovrano il linguaggio colorito e frizzante della laguna nella sua più comica sfumatura chiozzotta.

La storia inizia con un giovane don giovanni che civetta con tre donne in cerca di marito scatenando tra loro un grande litigio. I loro animi non riescono a placarsi, soprattutto dopo il ritorno dei pescatori, tra i quali vi sono i pretendenti di due delle tre donne: il carosello di accuse e liti continua anche in aula di giustizia, finché un Coadiutore (Piergiorgio Fasolo) riesce a porre fine alla vicenda, la pace viene ristabilita e, in un clima festoso, vengono celebrati tre matrimoni.

Per tutto lo spettacolo, la parola è protagonista assoluta, la dialettica, tra lirismo e popolaresco, segna il ritmo della narrazione, verace e schietta, scaturita da un modello di vita positivo che esalta la libertà linguistica, la spontaneità del sentimento e la naturalezza del comportamento.

La scenografia, inoltre, abolisce le sottili pareti delle case e mette in primo piano lo spazio esterno, luogo di ritrovo dei popolani, delle promesse d’amore, delle gelosie e delle baruffe, il luogo neutro in cui il lieto fine è possibile. È lo spiazzo tra le abitazioni di due famiglie, quella di Padron Toni (Giancarlo Previati), e quella di Patron Fortunato(Valerio Mazzucato). Sono loro i padri nobili delle due contrapposte fazioni di donne: Lucietta e Madonna Pasqua (Marta Richeldi e Michela Martini), Madonna Libera, Orsetta e Checca (rispettivamente Stefania Felicioli, Francesca Botti e Margherita Mannino). Sono loro a manovrare, attraverso insinuazioni, pettegolezzi e sensualità popolana, la schiera degli amorosi pescatori e faccendieri Titta Nane-Francesco Wolf, Beppo-Riccardo Gamba e Toffolo-Luca Altavilla.

Per la replica di domenica 10 febbraio sarà attivo il SERVIZIO BABYSITTING per bambini di età compresa tra i 4 e i 10 anni, offerto gratuitamente alle famiglie con biglietto o abbonamento per lo spettacolo. La prenotazione anticipata è obbligatoria entro martedì 5 febbraio: cometa@metastasio.it o 0574/27683 (dal lunedì al venerdì in orario 9.30/13.00).

 

Share

 

Concorsi & Festival

Ultime Nove

Silvana Grippi . 15 Agosto 2019
Rassegna Stampa - Bianca Petrisor - 13 agosto alle ore 23:56 - A Brasilia la marcia di oltre 3.000 donne indigene, rappresentanti di circa 100 popoli, contro lo sterminio dei popoli nativi e la distruzione d...
Silvana Grippi . 14 Agosto 2019
Ferragosto al Museo Novecento di Firenze Il museo di piazza Santa Maria Novellarimane aperto al pubblico anche il 15 agosto dalle 11 alle 14 Firenze, 14 agosto 2019 comunicato stampa La cultura non va in vacanza, nemmeno il 15 di agosto. Per...
Silvana Grippi . 13 Agosto 2019
Oggi ricordiamo Simone Camilli - Reporter Agenzia Associated Press  (nato nel 1979 è morto il 13.08.2014) vittima di un conflitto ingiusto!   Simone stava documentando la situazione palesinese con la telecamera, quando è stato inves...
DEApress . 13 Agosto 2019
  FOTO D'ARCHIVIO - Gramsci e i primi confinati arrivati ad Ustica nel 1926   La Mostra sul confino politico a Ustica: un’occasione per un utile esercizio sulla Memoria   Già presentata a Ustica nel 2015, riproposta nel 2016 nel...
Silvana Grippi . 12 Agosto 2019
Il silenzio deve essere rotto dalla commozione per l'Ignobile uccisione di gente che non poteva difendersi. Colpevoli: fascisti e nazisti.  Erano 560 anime - uomini, donne di cui bambini, giovani e anziani. Una strage di cui la memoria deve esse...
Silvana Grippi . 12 Agosto 2019
Rebecca West, pseudonimo di Cicely Isabel Fairfield  nata a Londra nel 1892 e morta nel 1983, era di origine scozzese con un misto irlandese. E' stata una scrittrice e giornalista del XX secolo conosciuta soprattutto per i su...
Silvana Grippi . 12 Agosto 2019
      La strada, la lotta, l'amore Letizia Battaglia, Tano D'Amico, Uliano Lucas Tre grandi temi e tre grandi fotografi in mostra a Castelnuovo Magra, dal 13 luglio al 13 ottobre 2019.-Orario di apertura-luglio e agosto:...
DEApress . 12 Agosto 2019
Volete collaborare con DEApress per diventare giornalista, fotografo/reporter o videomaker? Ci occupiamo di cultura e sociale fin dalla fine del novecento. Se avete idee e progetti scrivete a redazione@deapress.com  oppure...
DEApress . 12 Agosto 2019
  L'esercito marocchino invia carri armati e veicoli blindati nel sud del Sahara occidentale per provocare il Fronte Polisario. Notizie Wesatimes L'esercito marocchino reale ha inviato decine di carri armat...

Galleria DEA su YouTube