DEApress

Wednesday
Oct 23rd
Text size
  • Increase font size
  • Default font size
  • Decrease font size

Il popolo kurdo in Turchia

E-mail Stampa PDF

La nascita della Repubblica turca guidata da Mustafa Kemal Atatürk impone un modello di stato a forte impronta nazionalista che esalta la cultura, la lingua e le abitudini turche, mettendo fuori gioco le minoranze presenti nel paese. I kurdi costituiscono il gruppo predominante (circa 20 milioni) della parte sud-orientale della penisola anatolica, occupando una superficie di 230.000 kmq. Il terreno è montagnoso con cime sui 4.000 mt; la neve ricopre il Nord per cinque mesi l'anno, mentre le pianure di Urfa, Mardin e la valle del Tigri sono più temperate. Il tasso di analfabetismo è alto in quanto nel 1924 Atatürk emanò un decreto che aboliva tutte le scuole kurde, oltre a tutte le pubblicazioni in lingua kurda. Di conseguenza, la stamoa kurda circola clandestinamente. Ancora oggi, nella maggior parte dei villaggi, non c'è una scuola elementare e, dove c'è, le classi sono seguite tutte (circa 5) da un unico insegnante, a cui è permesso di parlare solo in turco. Il 72% dei kurdi si occupa dell'agricoltura e dell'allevamento, il 5,5% dell'industria e i restanti del commercio, dell'artigianato e dei servizi. Il sottosuolo è ricco di risorse ma non sono i kurdi a beneficiarne, bensì il governo turco e le potenze occidentali, che sfruttano i giacimenti minerari, in particolare le riserve di cromo: quelle situate nella zona kurda sono le più importanti al mondo.

Da tutti questi dati si comprende come, dall'epoca di Atatürk in poi, sia iniziato un periodo di devastazione culturale e fisica (un vero e proprio genocidio finalizzato alla turchizzazione dell'Anatolia) alla quale i kurdi reagiscono con forme di protesta e lotta partigiana, che vengono contrastate dal governo di Ankara con metodi tra i più disumani che la storia ricordi dai tempi di Hitler.

 

Share

Ultimo aggiornamento ( Mercoledì 24 Luglio 2019 18:35 )  

Concorsi & Festival

Ultime Nove

Silvana Grippi . 21 Ottobre 2019
«Le guerre sono le attività umane più stupide e costose; il mio Paese, gli Stati uniti, ne ha fatte molte, violando il diritto internazionale e la Carta delle Nazioni Unite; le guerre sono un atto volontario, una scelta che è dunque possibile evitare...
DEApress . 21 Ottobre 2019
Riceviamo e pubblichiamo da Medici per i diritti umani : "LA CATTIVA STAGIONERapporto sulle condizioni di vita e di lavoro dei braccianti nella Capitanata Foggia, 21 ottobre 2019 – Medici per i Diritti Umani (MEDU) ha presentato oggi, presso l’Audi...
Silvana Grippi . 21 Ottobre 2019
CALENDARIO Teatro della Pergola 24 ottobre – 3 novembre | (ore 20:45, domenica ore 15:45; riposo lunedì 28 ottobre) Fondazione Teatro della Toscana in coproduzione con Teatro Stabile di Torino, Teatro Biondo di Palermo Gabriele Lavia...
Silvana Grippi . 21 Ottobre 2019
Presentazione dei  Festival dei Popoli a Firenze foto di silvNa grippi      
DEApress . 21 Ottobre 2019
Il Festival dei Popoli, Festival Internazionale del Film documentario riapre i battenti. Dal 2 al 9 novembre va in scena la 60esima edizione della rassegna cinematografica che racconta diversi popoli e culture. teaqtro dell'evento sarà prin...
Silvio Terenzi . 21 Ottobre 2019
VALENTINA GULLACE"La mia stanza segreta" "La responsabilità di te" - OFFICIAL HD L'abbiamo conosciuta sul grande schermo, in teatro e tanto altro... ma oggi la storia di Valentina Gullace passa per la musica dallo spiccato taglio Jazz, mescolando...
Silvana Grippi . 21 Ottobre 2019
Comune di Firenze -  Consiglio di Quartiere 2 e Centro socioculturale D.E.A. presentano la XIII Edizione FESTIVAL MEDIAMIX  "In viaggio" - Arte e Ambiente Letteratura - Arte - Cortometraggi & Fotoreportage   Il pr...
Silvana Grippi . 21 Ottobre 2019
Domenica 27 p.v. al circolo La Montanina di Montebeni  dalle ore 16.30 in poi sarà presentato il libro "Il maestro di Gaza" con la presenza dell'autrice. Seguirà apericena con raccolta fondi a sostegno di progetti di Assopace Palesti...
Fabrizio Cucchi . 20 Ottobre 2019
CERCHIAMO VOLONTARI PER  ARTICOLI E VARIE RUBRICHE. SCRIVETE A  REDAZIONE@DEAPRESS.COM 

Galleria DEA su YouTube