DEApress

Wednesday
Feb 08th
Text size
  • Increase font size
  • Default font size
  • Decrease font size

1° Marzo a Firenze

E-mail Stampa PDF

1° marzo 2011. Firenze. Una piazza mezza vuota. Pochi i rappresentanti di associazioni, esponenti pubblici e di sindacati. Pochi manifestanti. Sarà stato il freddo di questo inizio mese che ha contribuito a questa debole risposta o forse anche la mancanza di una più vasta informazione. Nonostante ciò, tutto è andato avanti come da programma. Molti gli interventi, e molte le tematiche trattate. Si sono toccati argomenti importanti come il ruolo dell’immigrato nella politica ed economia del paese, il bisogno oggettivo dell’approvazione di una vera legge che tuteli rifugiati e richiedenti asilo. Molte le richieste, tra le quali l'abrogazione della Bossi-Fini, l'estensione dell'articolo 18 del testo unico sull'immigrazione come tutela per tutti i lavoratori che denunceranno di essere stati costretti all'irregolarità, l'abrogazione del reato di clandestinità e la chiusura dei Cie. Verso le 18.00, in contemporanea con tutte le città italiane che hanno aderito al Primo Marzo, i manifestanti hanno lanciato i palloncini gialli che hanno colorato anche quest’anno la piazza, dando dimostrazione che, anche se in pochi noi eravamo li. La manifestazione è stata dedicata a Naureddine Adnane, il marocchino 27-enne, che si è dato fuoco in segno di protesta contro i vigili urbani di Palermo dai quali era stato contestato per il lavoro di ambulante e che per la quinta volta gli avevano sequestrato la merce. Il giovane è morto dopo 8 giorni di lunga agonia. La piazza ha tenuto un minuto di silenzio. Subito dopo l'attenzione si è rivolta ai fatti che stanno interessando il nord Africa. Un collegamento diretto da Tunisi di un inviato che ha raccontato ai partecipanti la verità, quello che ancora realmente succede nella Tunisia post Ben Ali e che nelle tv italiane non si vede. Tutto sì è concluso con la musica africana.
Rezarta Selam Eminaj

Share

 

Concorsi & Festival

https://zonadiguerra.ch/

Ultime Nove

simone fierucci . 07 Febbraio 2023
  Appello urgente di aiuto per le vittime del terremoto nel Kurdistan settentrionale e occidentale, in Turchia e in Siria Nelle prime ore di questa mattina, un forte terremoto ha colpito il nord del Kurdistan (Turchia) e il Rojav...
simone fierucci . 07 Febbraio 2023
Pubblichiamo un rapporto del Colletivo di economisti "Coniare Rivolta" sulla recessione salariale e l'aumento esponenziale dei profitti.   A sentire le dichiarazioni degli esponenti del Governo Meloni e i principali telegiornali nazionali, la ...
Silvana Grippi . 06 Febbraio 2023
Perché una Seconda Edizione D.E.A. del libro "IO E CENCIO -  il movimento degli arditi del popolo "? Grazie alle numerose richieste pervenute, si è reso necessario ripubblicare il libro IO E CENCIO. . All’inizio non conoscevo la storia...
Silvana Grippi . 06 Febbraio 2023
VIDEO INTERVISTA  - ARTISTA  LIONELLA LISI https://www.facebook.com/silvana.elena.grippi/videos/469519315391722   Le opere di Lionella Lise sono veri e propri esperimenti in cui si tenta di trasporre le emozioni in colore, fondendo ...
DEAPRESS . 03 Febbraio 2023
Riceviamo e pubblichiamo:"NON CI FACCIAMO RICONOSCERE, al Teatro Garibaldi di Enna l’arguta ironia di MARCO FALAGUASTATerzo appuntamento al Teatro Garibaldi con la 9ª edizione di Voci di Sicilia. Una rassegna organizzata da Eventi Olimpo con la direz...
Silvio Terenzi . 03 Febbraio 2023
Simone Maccabiani"Cambiamento climatico" Guarda il VIDEO su YouTube Decisamente un canto che alla protesta sostituisce la bellissima sensazione di romantica emancipazione. Una canzone semplice, com'è semplice la sua clip che troviamo in rete. Il ...
simone fierucci . 31 Gennaio 2023
PROGETTO GEMINI NETWORK Radio Sonar Radio Sherwood Lautoradio Radio No Border Radio Roarr Radio Città Aperta Radio Senza Muri Radio Ciroma GEMINI. PER UN NETWORK DELLE RADIO INDIPENDENTI Qualunque azione compiate non ammonterà m...
Silvio Terenzi . 31 Gennaio 2023
LOLOTTA"SCIOCCHE PAROLE" ASCOLTA "SCIOCCHE PAROLE" on SPOTIFY Una giovane artista ma con le idee chiare e tanta voglia di fare musica in modo autentico e professionale, senza troppi fronzoli. La consapevolezza che l’umiltà e il sacrifico contano ...
simone fierucci . 31 Gennaio 2023
Palestina: un  testo indispensabile per affrontare la ‘guerra delle narrazioni’     Le Parole Divise, Israele/Palestina: Narrazioni, a Confronto. Di Amedeo Rossi, Edizioni Q, Roma, 2022 In “Le Parole Divise, Israele/Palestina: ...

Galleria DEA su YouTube